Facebook, crollo inatteso: forse anche tu stai contribuendo al suo fallimento

Facebook
(Pixabay)

Facebook, il fatturato è a rischio: ecco cosa sta incidendo in maniera inaspettata sul bilancio e sui numeri del colosso statunitense. 

iOS 14.5 ha introdotto tantissime novità. La più importante delle quali, a quanto pare, è destinata ad influenzare in maniera determinante il bilancio del più noto dei social network: Facebook. Questo perché l’aggiornamento in questione, come sapranno i bene informati, ha cambiato uno dei suoi aspetti principali.

Leggi anche: Rubano, il Superenalotto li premia: un colpo incredibile

Per effetto di iOS 14.5, su iPhone sono stati ufficialmente introdotti i pop-up anti-profilazione. Grazie ai quali, da qualche tempo a questa parte, il tracciamento a fini pubblicitari, da parte di Facebook, deve essere autorizzato dall’utente stesso. Se quest’ultimo non dà il suo lasciapassare, non c’è nulla da fare.

Una ricerca condotta dall’agenzia di analisi Branch ha stimato che l’app Tracking Transparency, introdotta con l’aggiornamento della primavera scorsa, ha riscosso un successo inaspettato. Tanto che i dati rivelano che solo il 25% degli iPhone addicted hanno acconsentito ad essere tracciati a fini pubblicitari. Il re

Così iOS 14.5 ha fatto vacillare Facebook

Clubhouse
©Getty Images

Va da sé che l’arrvo dei pop-up anti-profilazione abbia avuto delle conseguenza catastrofiche su Facebook. Gli esperti del digital advertising riferiscono, infatti, che per i giganti della pubblicità la novità di iPhone è stata molto difficile da mandar giù. Non fosse altro per i mancati introiti che, ovviamente, ne derivano.

Il fatturato delle grosse aziende che, come Facebook ed Instagram, investono tantissimo in pubblicità, potrebbe risentirne sempre più man mano che passa il tempo. Secondo le stime, addirittura, nel caso in cui l’80% degli utenti iOS dovesse dire no alla profilazione, il fatturato dell’app di Zuckerberg calerebbe del 7%.

Si tratta, ad ogni modo, di ipotesi. Facebook illustrerà i dati del secondo trimestre del 2021 solo a fine luglio: in quell’occasione avremo modo di scoprire, quindi, se le nuove regole sulla privacy pensate da Apple abbiano influenzato, come si pensa, il bilancio del colosso di Menlo Park.