Argentina-Brasile, finale Copa America: pronostici, formazioni, streaming

Argentina-Brasile
Neymar e Paquetà ©️Getty Images

Argentina-Brasile è la finale della Copa America 2021: pronostici, analisi, probabili formazioni e streaming.

ARGENTINA – BRASILE | domenica ore 2:00

La finale che tutti volevano, che tutti sognavano. Argentina e Brasile si scontrano nell’ultimo atto della Copa America 2021. A Rio de Janeiro, nel tempio del futebol verdeoro meglio conosciuto come Maracanã – davanti a circa 10mila spettatori – si rinverdisce dunque una rivalità centenaria, storica, viscerale, sentitissima in entrambi i paesi, tra la due nazionali più blasonate e titolate del panorama calcistico sudamericano. Due filosofie, due modi di intendere il calcio apparentemente opposti – ma per certi versi molto simili – che da decenni lottano per ottenere la supremazia sportiva sul continente.

È prima di tutto Neymar contro Messi – tra l’altro ex compagni a Barcellona – ma non solo: di spunti di interesse se ne trovano in abbondanza in questa 108esima sfida tra Albiceleste e Seleçao, probabilmente una delle più importanti di sempre.

Il numero 10 argentino che, a 34 anni, insegue affannosamente la prima affermazione con la maglia della sua selezione, sfuggitagli più volte sul più bello nel corso della carriera. L’asso brasiliano, oggi in forza al Psg, che ha invece l’occasione di bissare il successo del 2019, di nuovo nel suo stadio e per giunta contro i rivali di sempre. Nella notte tra sabato e domenica, alle 2:00 (ora italiana) vale davvero la pena, insomma, fare le ore piccole per assistere a questo imperdibile match.

Come ci arriva il Brasile

Il Brasile di Tite è arrivato in finale senza strafare, quasi per inerzia verrebbe da dire. Goleada solo contro Venezuela (3-0) e Perù (4-0) nel girone, poi solo vittorie di misura, risicate, compreso un pareggio a qualificazione già avvenuta contro l’Ecuador nell’ultima giornata della fase a gruppi.

Un Brasile poco “sudamericano” e molto “europeo”, che bada al sodo più che allo spettacolo. Non a caso è proprio la difesa il reparto più elogiato fino a questo momento, rimasta imbattuta nella fase ad eliminazione diretta, sia contro il Cile (1-0) che contro il Perù (1-0), due match entrambi decisi da due belle iniziative individuali dell’ex milanista Paquetà.

Per la nazionale verdeoro, che anche i bookmaker considerano leggermente favorita in quest’ennesimo confronto con l’Argentina, sarebbe la Copa America numero dieci. L’ultima, come detto in precedenza, la Seleçao l’ha sollevata nel 2019, sempre tra le mura amiche. Da paese organizzatore, d’altra parte, non ha mai sbagliato un colpo.

Come ci arriva l’Argentina

Discorso completamente diverso invece per l’Argentina, all’asciutto di trofei addirittura dal 1993, se si escludono i due ori olimpici del 2004 e del 2008. Un’astinenza che è diventata insostenibile per una paese abituato a respirare calcio dalla mattina alla sera ed a viverlo in maniera quasi religiosa. Il rischio di restare a secco nell’era Messi è sempre più concreto: la Pulce ha 34 anni questa potrebbe essere una delle ultime occasioni di consacrarsi anche con la nazionale. Altrimenti sarebbe un’altra delusione cocente dopo le finali perse ai Mondiali 2014 contro la Germania e le due di Copa America (2015 e 2016) contro il Cile.

Argentina-Brasile
L’esultanza dei giocatori argentini ©️Getty Images

Guidata dall’ex giocatore della Lazio Lionel Scaloni, la selezione argentina ha dominato il proprio girone come il Brasile, segnando sette gol e subendone solamente due. Ai quarti ha poi fatto un sol boccone dell’Ecuador (3-0) ma ha avuto bisogno dei calci di rigore per piegare la Colombia.

A livello di gioco ha brillato solo ad intermittenza, ma può contare su un gruppo affiatato e soprattutto su un Messi in versione trascinatore, anche dal punto di vista emotivo. Il fenomeno del Barcellona ha messo a segno 4 gol – tra cui alcuni meravigliosi – e servito ben cinque assist ai suoi compagni.

Argentina-Brasile: le ultime notizie sulle formazioni

Difficile ipotizzare una Brasile diverso rispetto a quello che ha affrontato il Perù in semifinale. L’unico assente sicuro è lo squalificato Gabriel Jesus, ma in attacco Tite si affiderà nuovamente al tridente Everton-Neymar-Richarlison, con Paquetà a supporto: l’ex giocatore del Milan farà da cerniera tra centrocampo e attacco, proponendosi spesso in zona gol come ha fatto nelle ultime due partite.

Poche novità anche per l’Argentina. Scaloni confermerà il 4-3-3, con Lautaro Martinez al centro dell’attacco, affiancato da Messi e Nico Gonzalez. A centrocampo, rispetto alla partita con la Colombia, dovrebbe esserci Paredes al posto di Guido Rodriguez, mentre in difesa, davanti al portiere Emiliano Martinez, saranno confermati Molina, Pezzella, Otamendi e Tagliafico.

Leggi anche: Colombia-Perù, Copa America: pronostici, formazioni, streaming

Come vedere Argentina-Brasile in diretta tv e streaming

La Copa America è trasmessa da Sky Sport. Le partite in programma possono essere viste anche in Streaming tramite l’applicazione Sky Go. Ovviamente anche Now Tv offre questo servizio.

C’è però anche un’altra opzione. Tutte le partite della Copa America sono visibili in diretta, previa registrazione, anche sul sito www.elevensports.it o attraverso le applicazioni Eleven Sports scaricabili dagli store Android e iOS, oltre che su Android TV.

Argentina-Brasile: il pronostico

In campo scenderanno campioni dalle qualità tecniche illimitate ma difficilmente si assisterà ad una gara spettacolare, come d’altronde ci insegnano i precedenti. Le reti complessive nei novanta minuti ad ogni modo potrebbero essere almeno due, con il Brasile che resta leggermente favorito, considerato il cattivo rapporto dell’Albiceleste con le finali.

Le probabili formazioni di Argentina-Brasile

ARGENTINA (4-3-3): E. Martinez; Molina, Pezzella, Otamendi, Tagliafico; De Paul, Paredes, Lo Celso; Messi, L. Martinez, N. Gonzalez.
BRASILE (4-3-3): Ederson; Danilo, Marquinhos, Thiago Silva, Renan Lodi; Paquetá, Casemiro, Fred; Everton, Neymar, Richarlison.

POSSIBILE RISULTATO: 1-2