Calciomercato Fiorentina, erede Gattuso | Tra “certezze” e sogni

Calciomercato Fiorentina
Rocco Commisso (Getty Images)

Calciomercato Fiorentina, ufficiale l’addio di Gattuso, Commisso sfoglia la margherita per scegliere l’erede: ecco i papabili

I calabresi si sono divisi. Prima di cominciare. Un fidanzamento lampo, nemmeno sfociato nel matrimonio vero e proprio perché il contratto in Lega non era stato nemmeno depositato. E’ finita ufficialmente tra Rocco Commisso e Gennaro Gattuso. Troppe divergenze sul mercato, troppo pesante la mano di Mendes. Una situazione che al patron viola non è andata giù. E allora meglio interrompere. Subito. Con dispiacere, ovviamente. Ma la cosa non era fattibile.

E adesso la Fiorentina si ritrova nuovamente a dover sfogliare la margherita per scegliere il nuovo tecnico. La Viola, insieme alla Sampdoria, al momento sono le uniche due squadre del massimo campionato italiano a non avere un tecnico per la prossima stagione. L’altra panchina che era in bilico, quella del Sassuolo, se l’è presa ufficialmente Dionisi qualche giorno fa. Ed è proprio alla Samp che la Fiorentina starebbe anche guardando.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Fiorentina, addio Gattuso: cosa c’è dietro la sua rottura con Commisso

LEGGI ANCHE: Alessandria-Padova, Playoff Serie C: pronostici, diretta tv in chiaro, streaming

Calciomercato Fiorentina, tra certezze e sogni

Garcia (getty)

Tra certezze e sogni. La prima: Iachini. Che potrebbe clamorosamente essere richiamato a dirigere la squadra. Ma non è sicuramente la prima scelta quella dell’allenatore con il cappellino in panchina. Perché Commisso vuole fare le cose in grande. O almeno ci spera. E allora punterebbe anche Claudio Ranieri e Walter Mazzarri. Due che comunque, in carriera, hanno fatto grandi cose. Soprattutto Sir Claudio.

Ma c’è il sogno, che parla francese. E porta il nome di Rudi Garcia. Che conosce il campionato italiano avendo allenato la Roma, e che nelle ultime stagioni al Lione ha fatto bene. Certo, in quella appena conclusa non si è qualificato alla Champions League, ma l’anno scorso ha portato i francesi alla final eight portoghese eliminando la Juventus agli ottavi. E’ lui il sogno viola. Al momento. Anche perché, altri nomi all’orizzonte, non se ne vedono.