Calciomercato Napoli, Spalletti chiama un suo “ex” per la fascia: acquisti e cessioni

CALCIOMERCATO NAPOLI
Koulibaly (getty)

Calciomercato Napoli, Spalletti chiama un suo “ex” per la corsia mancina. Intanto definite le possibile cessioni azzurre per la prossima stagione

La settimana prossima, in un hotel a Roma, ci dovrebbe essere la prestazione di Luciano Spalletti come nuovo tecnico del Napoli. Manca poco all’annuncio ufficiale, spiega la Gazzetta dello Sport. Gli ultimi dettagli da sistemare in un contratto che i legali dell’allenatore toscano hanno letto e riletto. Poi saranno messe a punto le strategie di mercato per la prossima stagione che, a dire il vero, sembrano già chiare.

Sono due gli elementi che partiranno. Due big: Koulibaly e Fabian Ruiz. Il difensore  è cercato da mezza Premier League. Il centrocampista – che non ha accettato il rinnovo – è richiesto dall’Atletico Madrid. De Laurentiis spera che dalla cessione di entrambi arrivino nelle casse della sua società almeno 100 milioni di euro. Non dovrebbe allontanarsi tanto dall’obiettivo che si è prefissato.

LEGGI ANCHE: Italia-San Marino: diretta tv, streaming, formazioni, pronostici

Calciomercato Napoli, i movimenti in entrata

calciomercato napoli
Spalletti (getty)

Il Napoli ha bisogno di un difensore. E Spalletti potrebbe far tornare in Italia Emerson Palmieri, ai margini al Chelsea, sul quale però c’è anche la Juventus. Un affare questo che si potrebbe chiudere sulla base di 10 milioni di euro. Il tecnico lo ha già allenato alla Roma, e vorrebbe riaverlo per la sua avventura in Campania.

Infine c’è anche Mattia Zaccagni del Verona. Giuntoli lo cerca da un po’ di tempo e avrebbe già chiuso l’affare, ma il calciatore in questo momento è tentato anche dal Milan, che gli darebbe la possibilità di giocare la prossima Champions League, e quindi starebbe temporeggiando nel tentativo di capire la reale fattibilità della cosa. Poi si guarderà anche all’estero per cercare di concludere delle operazioni identiche a quelle di Osimhen, pescato dal Lilla, e che sarà uno dei punti fermi l’anno prossimo.