Criptovalute, Elon Musk sotto assedio: la reazione dei mercati alla nuova valuta

Criptovalute
(Getty Images)

Criptovalute, irrompe sulla scena una nuova valuta che ha già fatto molto parlare di sé. Ecco come si chiama e cosa c’entra Elon Musk.

Sul fatto che Elon Musk abbia un potere mediatico e in un’influenza notevoli, a tutti i livelli, siamo tutti d’accordo. Ha un esercito di follower talmente vasto, d’altronde, che non potrebbe essere altrimenti. Peccato solo che non tutti digeriscano l’idea che sia lui a manovrare l’andamento dei mercati e il successo delle criptovalute.

Leggi anche: Cashback, da oggi hai diritto al rimborso anche in questi casi

Sì, perché il numero 1 di Tesla, tra le tante cose, fa anche questo. Negli ultimi mesi ha ampiamente dimostrato che gli basta postare un meme, oppure un tweet, per dettar legge e per far decollare questa o quella valuta digitale. E ha dato prova, proprio di recente, di poterle affossare anche solo schioccando le dita.

Dogecoin è volata grazie alle sue numerose “sponsorizzazioni”. Bitcoin, invece, negli ultimi 10 giorni, è precipitata a causa di un post in cui lo stesso Musk denunciava che l’azienda ricorreva a processi troppo inquinanti per produrre la moneta. Tutto si può dire, insomma, tranne che l’imprenditore sudafricano non sappia come far parlare di sé.

Criptovalute, arriva la moneta anti-Elon Musk

Criptovalute
(Getty Images)

E il fatto che in un modo o nell’altro sia sempre al centro dell’attenzione, dicevamo, non va giù proprio a tutti. Le criptovalute, negli ultimi tempi, sono proliferate. Quella che ha fatto il suo gran debutto in queste ore, però, è piuttosto particolare: è la valuta digitale che si propone di mettere insieme tutti gli utenti che non amano Elon Musk.

Il suo nome è tutto un programma: si chiama StopElon, a scanso di equivoci. Ha fatto irruzione sul mercato con uno scopo ben preciso. Che sarebbe, come riferisce, Cryptonomist, quello di estromettere una volta per tutte il Ceo di Tesla dal mondo della finanza e delle monete virtuali.

Leggendo quanto riportato sul sito ufficiale si capisce che dietro l’iniziativa vi sia un esercito piuttosto agguerrito: “Elon Musk è famoso per aver manipolato irresponsabilmente il mercato delle criptovalute con il suo account Twitter – c’è scritto – Proprio di recente, lo ha fatto di nuovo, causando un massiccio crollo su tutte le frontiere quando ha twittato che Tesla cesserà di accettare Bitcoin come pagamento”. Il gruppo Telegram di StopElon vanta già 15mila iscritti. Che sia l’inizio di una rivolta anti-Musk destinata a frenare l’inarrestabile avanzata dell’imprenditore?