Tottenham, ufficiale esonero Mourinho: può tornare subito in Serie A

Tottenham
José Mourinho (Getty Images)

Tottenham, Josè Mourinho non è più l’allenatore della squadra londinese. La dirigenza degli “Spurs” ha deciso infatti di esonerare il tecnico portoghese. Non un fulmine a ciel sereno, ma una notizia che ormai era nella aria da tempo. Nelle ultime ore si era tra l’altro diffusa già la voce delle possibili dimissioni da parte dello stesso Mourinho.

Lo “Special One” paga soprattutto i risultati deludenti in Premier, dove il Tottenham si trova al settimo posto in classifica ed è reduce da tre partite senza vittorie. Ma sulla scelta della  società pesa senz’altro anche la clamorosa eliminazione subìta da parte della Dinamo Zagabria negli ottavi di finale di Europa League. Una stagione davvero complicata, che avrebbe dovuto invece rappresentare un rilancio su tutti i fronti.

La panchina è stata affidata temporaneamente a Ryan Manson, allenatore dell’Under 23, e Chris Powell. La coppia avrà il compito di riuscire ad agganciare la zona Champions, distante al momento 5 punti, e di conquistare la Coppa di Lega nella finale contro il Manchester City in programma il 25 aprile.

Per il prossimo anno circolano invece già alcuni indiscrezioni che vorrebbero Julian Nagelsmann del Lipsia, corteggiato pure da Real Madrid e Bayern Monaco, e Brendan Rodgers del Leicester, in corsa per approdare al “White Hart Lane”.

LEGGI ANCHE: Leeds-Liverpool, Premier League: probabili formazioni, pronostici

Tottenham, esonero Mourinho: futuro in Serie A per il portoghese?

Tottenham
Antonio Conte (Getty Images)

La notizia dell’esonero di José Mourinho da parte della dirigenza del Tottenham, ha scatenato immediatamente le voci di calciomercato. Inutile sottolineare quanto il nome del tecnico lusitano possa far gola a diversi club europei, nonostante ultimamente abbia vissuto stagioni caratterizzate da rendimenti in chiaroscuro.

Naturalmente in questa lista vi sono anche alcune pretendenti italiane. La prima potrebbe essere la Roma, che, a meno di improvvisi e inaspettati dietrofront, si separerà da Paulo Fonseca al termine della stagione in corso. Una pista non difficile da ipotizzare, soprattutto a causa della presenza nella società giallorossa del direttore generale portoghese Tiago Pinto, già all’opera per costruire la squadra del futuro.

Un’altra ipotesi suggestiva potrebbe essere un clamoroso ritorno dello “Special One” sulla panchina dell’Inter. E’ vero infatti che i nerazzurri si avviano alla conquista dello scudetto, ma vivono al contempo una situazione societaria indefinita, che potrebbe anche convincere Antonio Conte a lasciare Milano, comunque da vincente, alla fine di quest’anno calcistico.