Pasquetta 2021, la frittata perfetta: le ricette di Benedetta Rossi e Cannavacciuolo

Pasquetta 2021
(Pixabay)

Pasquetta 2021, ecco due ghiottissime ricette per la frittata che, come da tradizione, si prepara nel lunedì dell’Angelo. 

Che siano sode o di cioccolato, ripiene o colorate, siamo essere tutti d’accordo sul fatto che non sarebbe Pasqua, senza un mare di uova a fare da contorno a pranzi e cene. E lo stesso, naturalmente, vale per il lunedì dell’Angelo.

Leggi anche: Pasquetta 2021, le immagini e le frasi più divertenti per WhatsApp

Se è vero che Pasquetta è il giorno dedicato alle ricette tradizionali e meno informali, è altrettanto vero che c’è una pietanza che proprio non può mancare sulle nostre tavole nel lunedì più bello dell’anno. Stiamo parlando della frittata, naturalmente, che è senza ombra di dubbio il piatto cult di questa ricorrenza.

Il bello della frittata è che ognuno può prepararla come meglio crede. E lo sanno bene la food blogger Benedetta Rossi e lo chef Antonino Cannavacciuolo, che la propongono in due varianti interessantissime e da provare subito. Siete pronti? Allacciate i grembiuli, tirate fuori le uova e scaldate i fornelli: si parte per un nuovo viaggio culinario.

Pasquetta 2021, una variante coi carciofi e una al ragù

Pasquetta 2021
(Instagram)

La ricetta classica della frittata pasqualina prevede un ripieno a base di ricotta e di bietole, oppure di spinaci. Benedetta Rossi, invece, suggerisce una versione ai carciofi. La base è sempre di pasta brisé, perciò vi occorreranno farina 00, acqua, olio di semi, sale e lievito secco.

Per il ripieno della frittata pasqualina di Benedetta Rossi per la Pasquetta 2021 vi serviranno poi carciofi, ricotta, uova, pecorino, vino bianco, sale, pepe, aglio e olio. I carciofi andranno ammorbiditi in padella, come spiegato qui, mentre la frittata dovrà cuocere in forno per 45 minuti prima che possiate finalmente gustarla.

Quella di Cannavacciuolo è invece una squisita frittata di spaghetti, ma con in più il tocco dello chef. La sua variante differisce per il fatto che il cuoco partenopeo non la presenta in bianco, ma con l’aggiunta di ragù napoletano. Preparatelo con costine, cipolla, pomodori San Marzano, alloro, peperoncino, vino rosso, sale e pepe e lasciatelo cuocere per almeno 3 ore. Dopodiché, procedete come al solito. Sbattete le uova e mescolatele con il ragù, col parmigiano grattugiato e con gli spaghetti, avendo cura di cuocere la frittata in maniera tale che si crei la crosticina tanto apprezzata da tutti.