Serie A su Dazn, cosa serve e requisiti minimi per vedere le partite

Serie A su Dazn
(Pixabay)

Serie A su Dazn, tutto quello che c’è da sapere prima che inizi il campionato. Ecco cosa occorre per vedere le partite in streaming. 

Ora che Dazn ha acquisito i diritti televisivi della serie A, per il triennio 2021-2024, è tempo per i calciofili di attrezzarsi. E, perché no, di capire meglio come funzioni la tv in streaming, ben diversa dalla pay tv alla quale ci eravamo ormai abituati.

Leggi anche: Tutta la Serie A su Dazn: costi abbattuti rispetto a Sky, ecco perché

Vi starete legittimamente chiedendo, ora che il monopolio delle partite di calcio di serie A è nelle mani di Dazn, cosa serva per godersi lo spettacolo da casa. E quali siano, eventualmente, i requisiti minimi richiesti per vedere i match senza interruzioni e senza problemi d’alcun genere.

È bene specificare, innanzitutto, che i clienti Dazn non avranno bisogno di un decoder, per assistere alle gare di campionato. Sarà sufficiente possedere smart tv o smartphone, scaricare l’app ufficiale della tv in streaming e nulla più. L’app di Dazn è supportata anche da tablet, consolle di gioco e computer.

Che connessione serve per vedere la serie A su Dazn?

Bonus tv
Col bonus tv si potrà acquistare un nuovo apparecchio a prezzo scontato (Getty Images)

Sei dispositivi potranno sfruttare il medesimo abbonamento a Dazn. Con una limitazione: solo due di essi potranno essere collegati allo stesso evento contemporaneamente. La condivisione del canone mensile, ad ogni modo, resta senz’altro uno degli aspetti più interessanti di questa “rivoluzione” appena iniziata.

Veniamo, ora, ad una delle questioni più spinose della tv in streaming. Cerchiamo di capire, cioè, se per vedere le partite di serie A su Dazn serva una connessione particolare o se, invece, ne vada bene una qualunque. La risposta è che il requisito minimo per guardare i match senza blocchi e ritardi è una connessione da almeno 8 megabit.

Oltre ad Internet veloce, come abbiamo già detto, ci sarà bisogno di una smart tv sulla quale scaricare, in tempo utile per il nuovo campionato, l’app di Dazn. Non bisogna dimenticare che l’Italia sta per passare allo standard televisivo DVB T2 e che non tutti i televisori sono compatibili con esso. Potrebbe essere il momento giusto per acquistare un apparecchio nuovo, quindi, approfittando magari del bonus tv di cui abbiamo parlato qui, e risolvere due problemi in una mossa sola.