Inps, quando arriva la cassa integrazione? Grosse novità all’orizzonte

Cassa integrazione
(Getty Images)

Cassa integrazione, l’Inps annuncia l’arrivo di una procedura sprint che cambierà radicalmente i tempi e le modalità di richiesta. Ecco di cosa si tratta. 

Quando arriva la cassa integrazione?” è senza dubbio uno dei quesiti più googlati in assoluto. Quanto meno da un anno a questa parte. Da quando, cioè, in concomitanza con il primo lockdown nazionale, il governo ha deciso di supportare i lavoratori, e di tendere la mano alle aziende, attraverso questa tipologia di ammortizzatore sociale.

Leggi anche: Inps, la guida per saltare la coda con la nuova prenotazione automatica

Mettiamola così: l’erogazione della Cig non è mai stata puntualissima. Così come, d’altro canto, gli altri ristori messi in campo per tendere la mano alle categorie maggiormente penalizzate dalle restrizioni anti-Covid. Quel che conta, però, è che qualcosa finalmente sta per muoversi e per cambiare.

L’Istituto nazionale di previdenza sociale ha annunciato che su tutto il territorio nazionale, presumibilmente da aprile in poi, la procedura cambierà radicalmente. Si conta infatti di attivare la gestione automatica dei pagamenti della cassa integrazione, il che si tradurrà in tempi molto più brevi.

Cassa integrazione, arriva la live chat di Inps

Cassa integrazione
La cassa integrazione è stata erogata per dare ristoro alle aziende penalizzate dal Covid (Getty Images)

S’ipotizza, in virtù di questa graditissima novità, che la cassa integrazione venga erogata entro al massimo 40 giorni dalla data di presentazione della domanda. La procedura sprint, così come è stata ribattezzata, consiste sostanzialmente in una gestione automatizzata delle pratiche già ricevute e di quelle che continueranno ad arrivare.

Il sistema, nel momento in cui sarà attivo, sbloccherà innanzitutto i pagamenti rimasti in sospeso, per poi “occuparsi” dell’erogazione dei contributi destinati ai nuovi aventi diritto. Ad annunciarlo è stato il neo ministro del Lavoro, Andrea Orlando, che ha anche spiegato in che modo la procedura sarà snellita. L’automatizzazione permetterà, in particolar modo, di evitare alcuni step burocratici che sono rei, ad oggi, di aver dilatato eccessivamente i tempi.

Non è questa la sola novità che riguarda la cassa integrazione. L’Inps ha in cantiere anche l’avvio di una live chat, dall’emblematico nome “SOS Cig“, appositamente dedicata ai lavoratori che usufruiscono di questo ammortizzatore sociale. Non sarà un bot a rispondere, ma si potrà interagire direttamente con un consulente che opera presso l’Istituto di previdenza.