Nba: statistiche, notizie e pronostici partite 26 gennaio

Nba
Kyrie Irving (Getty Images)

Nba, nella notte tra il 26 e il 26 gennaio, dall’1:00 (ora italiana) si giocano dieci partite: ultime notizie, statistiche e pronostici.

Il ritorno di Durant ha fatto bene ai Nets, tornati a vincere dopo le due sconfitte consecutive contro i Cavaliers. Nonostante un Harden da soli 12 punti, Brooklyn con i Big Three al completo ha messo a tappeto 128-124 Miami e la sua difesa. L’ex Thunder e Warriors è stato il top scorer della franchigia newyorkese con 31 punti, 4 rimbalzi e altrettanti assist. Questa notte va in scena la replica del match di due giorni fa. Si prospetta un altro successo dei Nets, in quanto gli Heat sono alle prese con numerosi infortunati e contagiati dal coronavirus. Il solo Adebayo difficilmente riuscirà a non far pesare le assenze di giocatori come Butler, Herro e Bradley.

Nba: LeBron ritorna nella sua Cleveland

Il mega-scambio che ha portato Harden da Houston a Brooklyn ha coinvolto anche i Cavaliers. Grazie alla trade Cleveland si è riscoperta la squadra con più lunghi di tutta la Nba: con l’aggiunta di Allen e Prince dai Nets, ora otto su dieci giocatori protagonisti delle rotazioni di coach Bickerstaff sono alti più di due metri. Ne ha guadagnato la difesa, visto che qualsiasi avversario fa fatica ad avvicinarsi al canestro. Nonostante siano in back-to-back dopo la disastrosa sconfitta con i Celtics, i Cavs potrebbero rendere la vita difficile ai Lakers guidati dal grande ex Lebron James. Finora due vittorie su due per i campioni in carica nel viaggio ad Est nonostante crescano i numeri relativi alle palle perse. Insomma, se in Ohio dovesse essere vittoria, sarebbe molto risicata.

Nba
LeBron James (Getty Images)

Nba: Celtics in back-to-back con Tatum

In assenza del suo “gemello” Tatum, Jaylen Brown si è sobbarcato il peso dei Celtics. Ieri notte contro i Cavs il prodotto di Berkeley ha segnato 33 punti in soli 19 minuti, mettendo la sua firma su un nuovo record. L’ala piccola di Boston è stata assoluta protagonista nel 141-103 del Garden, dove la franchigia diciassette volte campione Nba è tornata alla vittoria mettendosi alle spalle tre batoste di fila. Secondo le ultime indiscrezioni, Tatum dovrebbe di nuovo essere disponibile per il match contro i Bulls. Con il quintetto finalmente al completo, i Celtics dovrebbero superare la fatica del back-to-back e ottenere il secondo successo consecutivo in quel di Chicago, davanti ad una delle difese meno efficienti della lega.

Occasione di riscatto per i Warriors

Segnali di vita dai Minnesota Timberwolves, di nuovo vincenti dopo quattro giornate. Il 120-110 su New Orleans è maturato nonostante le assenze dei suoi giocatori più rappresentativi, Towns e Russell. La prima parte della stagione degli uomini di coach Saunders resta comunque negativa. Malgrado abbiano potuto scegliere per primi allo scorso Draft, i Wolves giacciono momentaneamente all’ultimo posto della Western Conference, con un record di quattro vittori e undici sconfitte. Di questa situazione dovrebbero approfittare i Warriors di Steph Curry, fresco di sorpasso su Reggie Miller nella classifica all-time dei tiri da tre punti. Golden State non vede l’ora di chiudere la serie di due sconfitte di fila e, senza i centimetri di Towns, il loro compito si preannuncia più semplice del previsto.

Nba
Damian Lillard (Getty Images)

Portland e Oklahoma City saranno entrambe in back-to-back quando si incontreranno stanotte. I Trail Blazers hanno appena battuto New York 116-113, mentre i Thunder hanno incassato la terza sconfitta consecutiva contro i Los Angeles Clippers, match terminato 108-100. La grande stagione di Damian Lillard – oltre 28 punti a partite per il play di Oakland – ma soprattutto i ritmi velocissimi imposti dalla franchigia dell’Oregon rischiano di essere insostenibili per Oklahoma City, fino a questo momento una delle peggiori squadre ad Ovest con sei gare vinte e nove perse.

Leggi anche: Wycombe-Tottenham, Fa Cup: streaming, formazioni, pronostici

Nba: le possibili vincenti

Philadelphia 76ers (Detroit Pistons-Philadelphia 76ers, 26 gennaio ore 1:00)
Toronto Raptors (in Indiana Pacers-Toronto Raptors, 26 gennaio ore 1:00)
Orlando Magic (Orlando Magic-Charlotte Hornets, 26 gennaio ore 1:00)
Brooklyn Nets (in Brooklyn Nets-Miami Heat, 26 gennaio, ore 1:30)
Los Angeles Lakers (in Cleveland Cavaliers-Los Angeles Lakers, 26 gennaio ore 2:00)
Portland Trail Blazers (in Portland Trail Blazers-Oklahoma City Thunder, 26 gennaio, ore 4:00)

Le partite da oltre 220 punti complessivi

Brooklyn Nets-Miami Heat, 26 gennaio 1:30
Dallas Mavericks-Denver Nuggets, 26 gennaio ore 2:30
Chicago Bulls-Boston Celtics, 26 gennaio 3:00
New Orleans Pelicans-San Antonio Spurs, 26 gennaio ore 3:00
Golden State Warriors-Minnesota Timberwolves, 26 gennaio 4:00
Portland Trail Blazers-Oklahoma City Thunder, 26 gennaio ore 4:00