Google, con la nuova policy puoi perdere i tuoi dati: la guida per evitarlo

Google
Cambia la policy dei servizi Google (Pixabay)

Google cambia la sua policy. Se l’utente immagazzina online troppi contenuti, rischia di perderli. Ecco come fare se vuoi salvare i dati che conservi in Drive, Foto e Gmail.

Così come WhatsApp (leggi qui le novità che saranno introdotte con il prossimo aggiornamento), anche Google si appresta a cambiare le sue norme. Le modifiche entreranno in vigore dall’1 giugno del 2021, mentre gli effetti della policy saranno “visibilie” solo a partire dal 2023. Ma cosa accadrà di preciso ai servizi Google?

Leggi anche: Regali di Natale last minute? Risolvi con un click

Partiamo col dire che le novità principali riguarderanno due dei servizi più utilizzati dagli utenti di tutto il mondo. Ci riferiamo innanzitutto a Google Drive, che permette di memorizzare in un apposito cloud dati e contenuti, ma anche a Google Foto, nato invece per dare agli utenti la possibilità di immagazzinare foto e video in una libreria personale, e alla casella di posta elettronica Gmail.

Le nuove norme riguarderanno anche i file di Documenti, Disegni, Moduli, Fogli e Presentazioni, i servizi accessori di Google tramite i quali è possibile modificare i propri file ovunque ci si trovi e da qualunque dispositivo. A patto, ovviamente, che sia abilitato ai servizi Google.

Acquista uno spazio di archiviazione extra per salvare i tuoi dati

Google
Il quartier generale dell’azienda statunitense, in California (Getty Images)

Con la rinnovata policy di Google, che entrerà in vigore la prossima estate, non sarà più possibile sforare liberamente lo storage dati messo a disposizione dal colosso statunitense. Nel caso necessiti di uno spazio di archiviazione più ampio, l’utente sarà tenuto ad acquistarlo a tutti gli effetti per rientrare nei limiti imposti dalla normativa.

Nell’ipotesi in cui, invece, non provvedesse né all’acquisto dello storage aggiuntivo e né all’eliminazione dei dati “di troppo”, dopo due anni tutti i suoi contenuti saranno automaticamente eliminati da Google Foto, Google Drive e Gmail. Gli utenti saranno informati almeno tre mesi prima dell’avvio della procedura di cancellazione dei dati.

Nel momento in cui riceveranno la mail che comunica loro l’aut aut potranno ancora scegliere, se lo desiderano, di acquistare uno spazio di archiviazione extra. In tal caso potranno continuare ad immagazzinare online tutti i contenuti che desiderano e continuare ad usufruire degli utilissimi servizi messi a disposizione dall’azienda con sede in California.