Romania-Norvegia, rinviata gara di Nations League: il motivo

Romania-Norvegia
Il difensore norvegese Elabdellaoui (Getty Images)

Romania-Norvegia, prevista inizialmente per domenica sera alle 20:45 e valevole per la quinta giornata di Nations League, è stata rinviata a data da destinarsi. Sono state le autorità norvegesi a impedire alla selezione di partire per Bucarest. Questo dopo aver riscontrato la positività al Covid-19 del difensore Omar Elabdellaoui, che gioca nel Galatasaray in Turchia.

Alla decisione governativa, ed in particolare del ministro della Salute, ha subito fatto eco la Uefa, ammettendo tramite i propri canali che “la partita non può avere luogo nella data e nel luogo prefissati”, annunciandone così il rinvio. La squadra dovrà adesso seguire il protocollo e rispettare la quarantena attraverso l’autoisolamento. Un provvedimento irrevocabile, secondo il ministro Bent Hoeie, che nel suo intervento ha avvisato la Federcalcio. Mminacciando forti reazioni in caso avesse deciso ugualmente e contro il parere del governo di intraprendere il viaggio per la Romania.

Romania-Norvegia
Aleandru e Elabdellaoui in un contrasto aereo nell’ultimo match tra Romania e Norvegia (Getty Images)

Leggi anche: Italia-Polonia, Nations League: probabili formazioni e pronostici

Romania-Norvegia, gli scandinavi avevano già annullato un’amichevole

La Norvegia era già stata costretta ad annullare il match amichevole previsto per la scorsa settimana con Israele. In questo caso a causa di un contagiato nello staff israeliano. Allo stesso tempo sembra aver ricevuto l’ok per la partita di mercoledì contro l’Austria. L’ultima di un girone che li vede al momento appaiati in cima alla classifica proprio con gli austriaci a quota nove punti.