Bundesliga, ripartenza vicina: il comunicato ufficiale della DFL

Bundesliga
Jadon Sancho (bigstockphoto/sportsphotographer)

La Bundesliga può ripartire il 9 maggio e una nuova conferma è arrivata dal comunicato ufficiale della DFL, in attesa del via libera definitivo della politica che dovrebbe arrivare il 30 aprile.

La Deutsche Fußball Liga si è riunita in videoconferenza confermando la volontà condivisa di riprendere a giocare. Nel mese di maggio la Bundesliga e la Zweite Liga dovrebbero ripartire, anche se con partite a porte chiuse, per evitare una crisi economica che potrebbe colpire in modo irreparabile alcuni club.

Per giocare in massima sicurezza saranno necessari tamponi a tappeto per calciatori e staff tecnici. Secondo il comunicato della DFL non ci saranno corsie preferenziali nei confronti del mondo del calcio. Per l’ALM (Akkreditierten Labore in der Medizin) in Germania sono attualmente disponibili circa 640mila tamponi a settimana. Il numero che servirebbe per fare riprendere la Bundesliga e la Zweite Liga rappresenta meno dello 0,5% del totale. In soldoni, nessun tedesco resterà senza tamponi perché destinati ai calciatori.

Leggi anche: I migliori film gratis da vedere in streaming su Rai Play

Bundesliga, ripartenza vicina

Del resto Fritz Keller, presidente della Federcalcio (Dfb), lo aveva già detto: «Noi garantiamo che la ripresa dell’attività agonistica, inizialmente senza tifosi negli stadi, non avverrà a danno del sistema sanitario. Il calcio è un importante settore economico. I calciatori professionisti come tutti gli altri lavoratori vogliono praticare il proprio mestiere per mettere in sicurezza le loro aziende e quindi i relativi posti di lavoro».  

L’unico rischio, non di poco conto, sarebbe la positività al coronavirus di un calciatore, che porterebbe allo stop forzato della squadra in cui gioca e degli avversari affrontati in precedenza. Tramite la prevenzione massima si proverà a evitare nuovi casi positivi che potrebbero portare a una eventuale nuova sospensione. Un rischio da correre, per provare a salvare l’economia del calcio tedesco.

Per rimanere sempre aggiornato sui contenuti di questo sito e di queste pagine iscriviti al canale Telegram.