Il torneo di FIFA tra i giocatori della Liga spagnola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:01
torneo fifa liga

Un famoso YouTuber spagnolo, il ventiquattrenne basco Ibai Llanos, ha organizzato tra venti calciatori della Liga spagnola un torneo di FIFA 2020, il popolare videogioco di calcio. L’obiettivo dell’iniziativa, intitolata “La Liga Santander Challenge”, è quello di intrattenere milioni di persone isolate a causa delle misure adottate dal governo spagnolo per contrastare la diffusione del coronavirus.

In poco meno di un giorno Llanos è riuscito a coinvolgere venti calciatori, chiedendo a ciascuno di loro di rappresentare la propria squadra. Tra quelli che hanno accettato ci sono Sergi Roberto del Barcellona, Marco Asensio del Real Madrid, Marcos Llorente dell’Atletico Madrid e Sergio Reguilon del Siviglia.

Tutte le partite della Liga Santander Challenge, in programma tra venerdì 20 e domenica 22 marzo, saranno trasmesse in diretta sul canale Twitch di Llanos, che è anche un commentatore di tornei di eSports. Già nel weekend scorso una partita organizzata e trasmessa da Llanos tra Reguilon del Siviglia e Borja Iglesias del Betis, finita 5-5, ha avuto oltre 60 mila spettatori connessi.

Llanos ha detto che devolverà in beneficenza tutti i ricavi della raccolta pubblicitaria e di aver già contattato le organizzazioni umanitarie destinatarie. Ha anche promesso da parte sua che donerà una cifra pari a quella della raccolta pubblicitaria, raddoppiando di fatto la donazione complessiva.

Un’iniziativa simile a questa, organizzata in Italia dalla trasmissione televisiva Le Iene, è stata annullata ancor prima di iniziare per imprecisati “dettagli burocratici e legali”.

Le polemiche

L’iniziativa in Spagna ha generato molto interesse ma anche qualche polemica e altre perplessità rispetto ad alcuni risvolti imprevisti. La nota società di scommesse britannica William Hill ha aperto un mercato specifico per questo torneo di FIFA tra calciatori.

Chiedendo esplicitamente di eliminare l’evento dal palinsesto, Llanos ha chiesto anche in base a cosa la società ha fatto le sue valutazioni nella stima delle quote. “Per più della metà dei partecipanti non sappiamo come giochino a FIFA”, ha sottolineato Llanos.

Hai segnalazioni da fare o domande da rivolgere alla redazione? Vorresti saperne di più a proposito di qualche argomento in particolare?
Scrivi una email all’indirizzo redazione@ilveggente.it e cercheremo di rispondere a tutti, o di scriverne qui sul sito.