Il ritorno di Ibrahimovic al Milan: la conferenza stampa

Zlatan Ibrahimovic, trentottenne attaccante svedese, tra i più famosi e apprezzati calciatori al mondo, ha accettato di giocare per il Milan otto anni dopo l’ultima volta. Con questo club vinse il suo ultimo Scudetto, nel 2011, prima di lasciare la Serie A per la Ligue 1, la Premier League e il campionato statunitense. Resterà al Milan fino al termine di questa stagione ma c’è un’opzione per il rinnovo, al verificarsi di determinate condizioni.

Ibrahimovic è arrivato a Milano, all’aeroporto di Linate, nella mattinata di giovedì. Dopo le visite mediche e la firma del contratto ha svolto un primo allenamento. Ha incontrato il suo nuovo allenatore, Stefano Pioli, al quale nei giorni scorsi avrebbe fatto sapere di essere pronto per giocare. “Dopo l’ultima partita con i Los Angeles ho continuato ad allenarmi”, ha confermato ai giornalisti nella sua prima conferenza stampa.

La più recente esperienza di Ibrahimovic è stata nel campionato di calcio statunitense, la MLS, con i Los Angeles Galaxy. Ha giocato negli Stati Uniti per un anno e mezzo dopo una poco gratificante esperienza al Manchester United. In Italia aveva giocato per la Juventus e l’Inter, prima delle due stagioni al Milan.

Il Milan giocherà la prossima partita lunedì alle 15, contro la Sampdoria. In campionato è in decima posizione, dopo una prima parte di stagione molto deludente. La società, come confermato dal dirigente Zvonimir Boban nella conferenza stampa di presentazione di Ibrahimovic, confida che l’arrivo dello svedese possa avere ripercussioni positive su tutto l’ambiente.