Premier League, le partite delle 16: pronostici e formazioni

Aston Villa-Bournemouth, Brighton-West Ham, Everton-Watford e Norwich-Newcastle sono altre quattro partite della seconda giornata di Premier League in programma sabato pomeriggio alle 16: probabili formazioni e pronostici.

ASTON VILLA – BOURNEMOUTH | sabato ore 16:00

L’Aston Villa ha sfiorato il colpaccio all’esordio: chiuso il primo tempo in vantaggio sul campo del Tottenham, ha poi perso in rimonta facendo però bella figura e dimostrando che i circa 150 milioni di euro spesi in estate in acquisti in questa sessione di calciomercato dovrebbero bastare per centrare quanto meno la salvezza. L’allenatore Dean Smith ha visto rinforzarsi la sua rosa prima di tutto in difesa e a centrocampo con gli arrivi di Tyrone Mings, Douglas Luiz, Matt Targett, Ezri Konsa, Marvelous Nakamba e del portiere Tom Heaton. La società ha deciso di badare prima di tutto alla sostanza, ma non sono mancati anche gli arrivi in attacco: Anwar El Ghazi, Wesley e l’egiziano Mahmoud Ahmed Ibrahim Hassan noto come Trezeguet sembrano in grado di dare un buon apporto in zona gol.

L’avversaria dell’Aston Villa in questa seconda giornata di campionato sarà il Bournemouth, squadra che punta a un’altra tranquilla salvezza. Nella scorsa stagione la squadra allenata da Eddie Howe ha conquistato ben 29 dei 45 punti finali in casa, mentre in trasferta ha spesso lasciato a desiderare. Addirittura in 12 delle ultime 14 trasferte giocate in Premier League, il Bournemouth ha subito almeno due gol. La squadra è rimasta per grandi linee uguale a quella dello scorso anno: sono partiti l’attaccante Lys Mousset, passato allo Sheffield United, e il difensore Tyrone Mings ingaggiato proprio dall’Aston Villa. I principali rinforzi sono stati quelli di Lloyd Kelly, promettente terzino sinistro del Bristol City, Philip Billing dell’Huddersfield e l’attaccante esterno Arnaut Danjuma dal Club Brugge.

Premier League: il pronostico di Aston Villa-Bournemouth

L’Aston Villa sa bene che per centrare la salvezza avrà bisogno di fare punti soprattutto in casa: viste le difficoltà del Bournemouth in trasferta, dovrebbe riuscire quanto meno a evitare la sconfitta nella partita di esordio davanti ai propri tifosi.

Le probabili formazioni di Aston Villa-Bournemouth

ASTON VILLA (3-5-2): Heaton; El Mohamady, Mings, Engels, Targett; Hourihane; Trezeguet, McGinn, Grealish, Jota; Wesley.
BOURNEMOUTH (3-4-2-1): Ramsdale; Mepham, Steve Cook, Aké; Smith, Billing, Lerma, Rico; King, Fraser; Callum Wilson.

POSSIBILE RISULTATO: 1-1

BRIGHTON – WEST HAM | sabato ore 16:00

Ancora una volta il West Ham ha iniziato il campionato con una sconfitta. Se è vero che il Manchester City campione in carica era l’avversario peggiore da affrontare, la squadra allenata da Pellegrini ha deluso: difesa inguardabile e attacco non servito a dovere. Il potenziale quanto meno a livello offensivo c’è tutto: l’ex Eintracht Francoforte Haller – pagato 40 milioni di euro – è un tipo di attaccante che per caratteristiche può segnare tanto anche in Premier League, Pablo Fornals è un trequartista di grande talento, messo in mostra negli scorsi Europei Under 21 con la Spagna e anche l’ultimo arrivato Albian Ajeti può essere d’aiuto come riserva. Senza l’infortunato Felipe Anderson, in questa partita potrebbe giocare Snodgrass sulla trequarti insieme a Lanzini, calciatore che riesce ad accendersi solo a intermittenza. Nella partita contro il City, Lanzini è stato però preso di mira dall’arbitro che a torto non gli ha mai fischiato una punizione a favore. Se in giornata, Lanzini può essere d’aiuto per bucare la robusta difesa del Brighton che si schiera in campo con un modulo molto abbottonato che prevede tre centrali e due terzini, più un centrocampo molto folto.

Premier League: il pronostico di Brighton-West Ham

Il Brighton ha vinto all’esordio 3-0 sul non facile campo del Watford e può evitare quanto meno la sconfitta contro il West Ham, demolito dal Manchester City e col morale a pezzi. Viste le carenze difensive del West Ham, che però ha un attacco di buon livello, è lecito aspettarsi una partita con gol.

Le probabili formazioni di Brighton-West Ham

BRIGHTON (4-4-2): Ryan; Duffy, Dunk, Burn; Montoya, Gross, Propper, Stephan, March; Maupay, Andone.
WEST HAM (4-2-3-1): Fabianski; Friedricks, Balbuena, Diop, Cresswell; Rice, Wilshere; Snodgrass, Fornals, Lanzini; Haller.

POSSIBILE RISULTATO: 1-1

EVERTON – WATFORD | sabato ore 16:00

L’Everton e soprattutto il Watford, sconfitto 3-0 in casa dal Brighton, hanno deluso all’esordio e proveranno a rifarsi in questa seconda giornata di campionato.

Tra le due squadre è l’Everton ad avere una squadra almeno sulla carta più forte. Nel corso del calciomercato estivo ha fatto cassa con le cessioni di Idrissa Gueye, Ademola Lookman e Nikola Vlasic, ma ha reinvestito i soldi incassati con gli acquisti di Djibril Sidibé, Fabian Delph, Jean-Philippe Gbamin e soprattutto Moise Kean e Alex Iwobi, due attaccanti dal grande potenziale che si aggiungono ai vari Walcott, Sigurdsson, Bernard e soprattutto al nazionale brasiliano Richarlison. Per questa partita l’allenatore Marco Silva avrà qualche problema a centrocampo dove mancheranno Morgan Schneiderlin (squalificato), Andre Gomes e Fabian Delph.

Il Watford è rimasto per grandi linee simile alla passata stagione: sono stati ceduti Obbi Oulare e soprattutto Dodi Lukebakio – rientrato dal prestito – all’Hertha Berlino per 20 milioni di euro. Sono stati ingaggiati il giovanissimo Joao Pedro dalla Fluminense, il difensore Craig Dawson, l’attaccante Danny Welbeck e l’esterno offensivo ex Rennes Ismaïla Sarr, pagato 30 milioni di euro.

Premier League: il pronostico di Everton-Watford

Dopo lo 0-0 contro il Crystal Palace, stavolta l’Everton dovrebbe mettere in mostra tutto il suo potenziale offensivo, anche se con quattro calciatori offensivi contemporaneamente in campo come Richarlison, Sigurdsson, Bernard e Kean c’è il rischio di sbilanciare troppo la squadra. Il Watford, molto abile in contropiede, potrebbe approfittarne: è probabile una partita con tutte e due le squadre in gol.

Le probabili formazioni di Everton-Watford

EVERTON (4-3-1-2): Pickford; Coleman, Keane, Mina, Digne; Davies, Gbamin; Richarlison, Sigurdsson, Bernard; Kean.
WATFORD (4-4-2): Foster; Femenia, Cathcart, Kabasele, Holebas; Hughes, Capoue, Doucoure, Pereyra; Gray, Deeney.

POSSIBILE RISULTATO: 2-1

NORWICH – NEWCASTLE | sabato ore 16:00

Norwich e Newcastle, entrambe sconfitte all’esordio, sono due squadre che sembrano destinate a lottare per evitare la retrocessione. Nella partita contro il Liverpool la squadra neopromossa dalla Championship è sembrata bene organizzata in fase di costruzione del gioco ma ha lasciato a desiderare in difesa anche a causa delle assenze dei due centrali titolari Christoph Zimmermann e Timm Klose. Il Newcastle dopo l’addio di Rafa Benitez ha puntato sull’esperienza di Steve Bruce, allenatore che predilige un calcio difensivo. Gli arrivi di Saint-Maximin e Joeliton aggiungono fantasia agli attacchi e la sensazione è che la fase offensiva dipenderà dalle loro giocate e – quando sarà a disposizione – dalle sponde del gigante Andy Carroll.

Premier League: il pronostico di Norwich-Newcastle

Sarà una partita equilibrata tra due squadre piene di lacune: un pareggio con gol non sorprenderebbe più di tanto.

Le probabili formazioni di Norwich-Newcastle

NORWICH (4-2-3-1): Krul; Aarons, Henley, Godfrey, Lewis; McLean, Trybull; Buendia, Stiepermann, Cantwell; Pukki.
NEWCASTLE (3-5-1-1): Dubravka; Schar, Lascelles, Dummett; Manquillo, Hayden, Shelvey, Longstaff, Ritchie; Almiron; Joeliton.

POSSIBILE RISULTATO: 1-1