Coppa America: cose da sapere e come vedere le partite

coppa america 2019
Lo stadio Morumbi, a San Paolo, in Brasile (foto: Wikimedia Commons)

Venerdì notte, quando in Italia saranno le 2:30, allo stadio Morumbi di San Paolo, in Brasile, si giocherà Brasile-Bolivia, partita inaugurale della quarantaseiesima edizione della Coppa America. È la più importante competizione per nazionali sudamericane e si svolge ogni quattro anni. L’edizione più recente si disputò eccezionalmente tre anni fa, nel 2016, come evento speciale per il centenario del torneo. Il Cile, nazionale campione in carica, aveva vinto anche l’edizione “regolare” dell’anno precedente, nel 2015.

La formula del torneo e le nuove regole

Alla Coppa America del 2019 partecipano dodici nazionali, dieci sudamericane più Qatar e Giappone, provenienti dalla confederazione asiatica al posto di Messico e Stati Uniti (impegnate nella Gold Cup). Le squadre sudamericane sono: Brasile, Cile, Argentina, Uruguay, Paraguay, Perù, Bolivia, Ecuador, Colombia e Venezuela. Le dodici nazionali sono suddivise in tre gironi da quattro squadre. Si qualificano ai quarti di finale le prime due di ogni girone e le due migliori terze. Nel Gruppo A si trovano Brasile, Bolivia, Venezuela e Perù. C’è poi il Gruppo B, con Argentina, Colombia, Paraguay e Qatar. E infine il Gruppo C, formato da Uruguay, Ecuador, Giappone e Cile.

I quarti di finale cominceranno giovedì 27 giugno, due giorno dopo la conclusione della fase a gruppi. La finale si giocherà domenica 7 luglio allo stadio Maracanã, a Rio de Janeiro. Per la prima volta nella storia della Coppa America saranno applicate alcune nuove regole recentemente decise e introdotte dalla International Football Association Board. Tra queste c’è quella per cui, in occasione delle sostituzioni, il giocatore in campo dovrà lasciare il terreno di gioco dal limite esterno a lui più vicino. Gli allenatori e ogni altro membro dello staff tecnico delle squadre, esattamente come i giocatori in campo, potranno ricevere un’ammonizione (finora potevano essere soltanto espulsi direttamente). E durante i calci di rigore i portieri dovranno sempre tenere almeno un piede sulla linea di porta.

Le nazionali favorite

Il Brasile, nazionale del paese ospitante, è ritenuta anche la principale favorita per la vittoria finale. Da quando Tite ha preso il posto di Dunga come commissario tecnico, ormai da tre anni, il Brasile ha vinto una serie impressionante di partite, tra cui otto di fila nelle qualificazioni al Mondiale dell’anno scorso. Con una prestazione deludente al Mondiale in Russia compromise però una parte di quella sua ristabilita reputazione (fu eliminato ai quarti di finale dal Belgio). Da lì in avanti le partite del Brasile sono state meno convincenti, sebbene molte fossero delle amichevoli ininfluenti.

Non ci sarà Neymar, il giocatore brasiliano più noto e rappresentativo, a causa di un infortunio a una caviglia subìto in una recente partita amichevole contro il Qatar. Il Brasile resta comunque la nazionale favorita, anche per via dei possibili vantaggi legati al fattore ambientale e alle imperfette condizioni delle altre nazionali. La Colombia e l’Argentina, due delle possibili rivali del Brasile, se la passano non benissimo dopo aver avviato una serie di necessarie ristrutturazioni interne. Hanno entrambe cambiato allenatore nel corso di quest’ultimo anno: Carlos Queiroz ha preso il posto di José Pekerman nella Colombia e Lionel Scaloni è subentrato ad interim a Jorge Sampaoli.

L’Uruguay di Óscar Tabárez è con ogni probabilità l’avversario più temibile per il Brasile, sia per qualità della rosa che per comprovata esperienza nei tornei internazionali. Le sue prestazioni saranno tuttavia legate all’evoluzione delle condizioni fisiche del suo migliore attaccante, Luis Suarez, che alla fine della stagione si è sottoposto a un piccolo intervento chirurgico a un ginocchio.

Come vedere le partite della Coppa America in streaming

Tutte le partite della Coppa America si potranno vedere in diretta streaming tramite la piattaforma DAZN. Ad alternarsi nella telecronaca delle partite ci saranno Massimo Callegari, Stefano Borghi, Ricky Buscaglia e altri commentatori già noti ai clienti abituali di DAZN.