Italia-Ucraina, amichevole internazionale (mercoledì)

nazionali
I pronostici sulle partite di calcio delle nazionali

Italia-Ucraina è una partita amichevole, si giocherà a Genova e sarà l’occasione per ricordare le vittime del crollo del ponte Morandi dello scorso 14 agosto: le probabili formazioni, le cose da sapere e il pronostico. Il commissario tecnico farà alcuni esperimenti in vista della prossima partita ufficiale di Nations League contro la Polonia.

ITALIA – UCRAINA | mercoledì ore 20:45

L’Italia stasera giocherà una partita amichevole allo stadio “Luigi Ferraris” di Genova e sarà l’occasione per ricordare le vittime del crollo del ponte Morandi dello scorso 14 agosto. In particolare, al minuto 43 la partita si fermerà per trenta secondi per ricordare le 43 vittime della tragedia.

Gli esperimenti di Mancini in vista della Polonia

Il commissario tecnico dell’Italia non ha iniziato in modo entusiasmante il suo nuovo lavoro. Nelle prime due partite del girone triangolare di Nations League ha pareggiato in casa contro la Polonia e poi perso in trasferta contro il Portogallo. A questo punto la prossima partita di ritorno contro la Polonia diventa fondamentale soprattutto per evitare la retrocessione.

Per prepararla al meglio, Mancini farà alcuni esperimenti nella formazione titolare per cercare di capire cosa potrà riproporre in vista di quella partita. Rispetto al mese scorso, il commissario tecnico ha fatto delle scelte non convocando Belotti e Balotelli, che non sono stati chiamati nemmeno in seguito all’infortunio di Zaza: al suo posto è stato scelto Lasagna dell’Udinese.

Le ultime notizie sulle formazioni

Stasera l’Italia dovrebbe tornare a giocare con il modulo 4-3-3, mettendo da parte il 4-4-2, esperimento fallimentare nella partita contro il Portogallo in cui Mancini ha forse fatto troppi cambi di formazioni rispetto all’esordio con la Polonia. In porta il titolare è ormai Donnarumma, con Perin come secondo. I terzini dovrebbero essere Florenzi e Biraghi, quest’ultimo autore di un ottimo avvio di stagione alla Fiorentina. La novità sarà al centro della difesa dove Chiellini resterà inizialmente a riposo: al suo posto al fianco di Bonucci ci sarà Acerbi.

Inamovibile al centro del campo in cabina di regia Jorginho, che pure non è andato benissimo nelle prime due partite di Nations League. Sarà importante capire la coesistenza con Verratti, al rientro dopo l’infortunio, un calciatore di grande talento che però finora non è mai riuscito a esprimersi su alti livelli in nazionale. Il terzo centrocampista sarà il promettente Barella del Cagliari.

In attacco Mancini ha deciso di non farsi guidare più di tanto dagli schemi, scegliendo i tre calcitori al momento più in forma del campionato italiano: Insigne, Chiesa e Bernardeschi. Nessuno dei tre ha mai giocato da attaccante centrale, lo farà probabile Insigne: un esperimento tutto da verificare.

Nel secondo tempo lo schema potrebbe cambiare: Mancini ha detto di volere provare Lorenzo Pellegrini nel ruolo di trequartista, in cui ha fatto benissimo con la Roma nelle ultime partite.

Le scelte di Schevchenko

L’Ucraina, al contrario dell’Italia, ha iniziato la Nations League alla grande con due vittorie su due contro Repubblica Ceca e Slovacchia. Il commissario tecnico Shevchenko sta proseguendo il buon lavoro fatto nelle qualificazioni per lo scorso Mondiale, e sta facendo rendere al meglio una nazionale che non ha più calciatori all’altezza del suo talento da calciatore.

Il commissario tecnico Shevchenko non avrà a disposizione Yarmolenko in attacco, ma non rinuncerà al 4-2-3-1 in cui verrà avanzato sulla trequarti Zinchenko, calciatore offensivo che Guardiola nel suo Manchester City sta spesso usando come terzino sinistro. Gli altri calciatori di maggiore talento sono Marlos dello Shakhtar Donetsk e Konoplyanka dello Schalke 04, sempre schierati sulla trequarti. La difesa è molto statica, soprattutto al centro con Burda e Rakitskiy. I terzini dovrebbero essere Karavaiev e Matvienko. Un altro calciatore di qualità a disposizione di Shevchenko è il centrocampista Stepanenko. L’attaccante centrale sarà Yaremchuk, spilungone di 191 centimetri, due gol nelle prime dieci partite di Jupiler League con il Gent.

Come vedere Italia-Ucraina in Tv e in streaming

La partita tra Italia e Ucraina sarà trasmessa in diretta TV su Rai 1 e in streaming tramite l’app e il sito della Rai.

Il pronostico

C’è da aspettarsi una nazionale volenterosa, e Mancini dovrebbe scegliere una formazione che sembra competitiva e di buon livello tecnico tra centrocampo e attacco. Già nel primo tempo l’Italia potrebbe passare in vantaggio e vincere questa partita contro un’avversaria non semplice da battere ma comunque alla portata.

Le probabili formazioni di Italia-Ucraina

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Acerbi, Biraghi; Verratti, Jorginho, Barella; Bernardeschi, Insigne, Chiesa.
UCRAINA (4-2-3-1): Pyatov; Karavaiev, Burda, Rakitskiy, Matvienko; Stepanenko, Malinovskyi; Zinchenko, Marlos, Konoplyanka; Yaremchuk.

PROBABILE RISULTATO: 2-1