Bologna-Roma, Chievo-Udinese e Lazio-Genoa, Serie A (domenica)

Serie A
Serie A

Bologna-Roma, Chievo-Udinese e Lazio-Genoa sono le tre partite di Serie A che si giocheranno domenica pomeriggio alle 15.00: le probabili formazioni, le cose da sapere e il pronostico. Pippo Inzaghi è già a rischio esonero, e di fronte avrà Eusebio Di Francesco che non se la passa poi così meglio.

BOLOGNA – ROMA | domenica ore 15:00

Partita di fondamentale importanza per Bologna e Roma, che hanno iniziato il campionato come peggio non potevano. Il Bologna ha fatto appena un punto, contro il Frosinone, e finora non ha mai fatto gol. La Roma ha soltanto cinque punti in classifica, e in casa nell’ultimo turno si è fatta rimontare due gol dal Chievo.

I problemi del Bologna sono principalmente offensivi, e del resto c’era da aspettarselo. Nel corso dell’estate è stato ceduto il calciatore di maggiore talento, Verdi, e non è arrivato un vero e proprio sostituto. Anche la partenza di Di Francesco lascia perplessi, nonostante il modulo di Inzaghi non dia molto spazio agli attaccanti esterni. Il problema è che nel 3-5-2 gli attaccanti centrali, già di per sé non fortissimi, non sono stati spesso messi nelle condizioni di segnare. Per provare a dare una scossa ai suoi calciatori, Inzaghi potrebbe cambiare schema ma non è detto che la situazione migliorerà di conseguenza.

Se il problema del Bologna è soprattutto l’attacco, quello della Roma è la difesa che continua a subire gol con preoccupante facilità. Che l’avversaria sia l’Atalanta, il Chievo o il Real Madrid, il risultato è sempre stato vedere gli attaccanti rivali arrivare al tiro senza la minima opposizione.

Le ultime notizie sulle formazioni

Per salvare la sua traballanta panchina, Pippo Inzaghi ha in mente di cambiare modulo di gioco e abbandonare la difesa a tre passando a quattro con l’inserimento di Mbaye e l’esclusione di Gonzalez. A centrocampo vista la squalifica di Pulgar ci sarà un’occasione per Nagy. Tanti i dubbi in attacco dove Okwonkwo è in ballottaggio con Falcinelli per giocare al fianco di Santander, che si ritroverà di fronte il suo ex compagno di squadra Olsen. Restano indisponibili Helander, Palacio e Donsah.

Dall’altra parte l’allenatore della Roma Di Francesco recupera dall’infortunio Pastore, ma non è detto che sarà subito titolare. Non sono stati convocati Karsdorp e Coric. L’allenatore ha annunciato la presenza in campo dal primo minuto in attacco di Kluivert. Il modulo dovrebbe essere il 4-3-3, ma ci sono parecchi dubbi sui calciatori che scenderanno in campo. In difesa potrebbe rifiatare Kolarov, con Marcano pronto a prenderne il poso. Cristante e Lorenzo Pellegrini dovrebbero essere i titolari di centrocampo, in attacco possibile il rientro di Perotti mentre Dzeko potrebbe cedere il posto a Schick.

Come vedere Bologna-Roma in diretta TV o in streaming

La partita tra Bologna-Roma verrà trasmessa in diretta Tv da Sky Sport 252 e in streaming tramite l’app Sky GO.

Il pronostico

In questa partita fondamentale per il futuro delle due squadre e anche degli allenatori, c’è da aspettarsi una Roma più attenta alla fase difensiva. Contro il Real Madrid ha subito più di trenta tiri e solo i miracoli di Olsen hanno evitato la goleada. Il Bologna farà di tutto per segnare il primo gol del campionato e potrebbe riuscirci.

Le probabili formazioni di Bologna-Roma

BOLOGNA (3-5-2): Skorupski; Mbaye, De Maio, Danilo, Mattiello; Orsolini, Poli, Nagy, Dzemaili, Dijks; Santander, Falcinelli.
ROMA (4-3-3): Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Marcano; Cristante, De Rossi, Pastore; Kluivert, Dzeko, Perotti.

PROBABILE RISULTATO: 1-2

CHIEVO – UDINESE | domenica ore 15:00

Il Chievo ha tirato fuori l’orgoglio nell’ultima partita all’Olimpico contro la Roma ed è riuscito a rimontare una partita che sembrava già persa, visto che era in svantaggio di due gol. Grazie anche ai regali della difesa avversaria, il Chievo è riuscito a portare via un punto utile più che per la classifica per il morale, in vista di questa partita contro l’Udinese in cui sarebbe molto importante centrare una vittoria, a maggiore ragione dopo la penalizzazione di tre punti per il “caso plusvalenze”.

Il problema principale del Chievo in questo avvio di stagione è la scarsa solidità in difesa, la squadra ha molti problemi in fase di non possesso palla: sono infatti ben 33 i tiri nello specchio subiti nelle prime quattro giornate di campionato, più di ogni altra squadra di Serie A in stagione. Anche l’approccio alle partite finora non è mai stato ottimale: il Chievo è la formazione che ha subito più gol nei primi tempi di questo campionato: cinque, tre dei quali nel primo quarto d’ora di gioco.

L’Udinese ha invece finora reso più del previsto, facendo cinque punti nelle prime quattro giornate e mettendo in mostra un gioco a tratti piacevole in fase offensiva. Finora però l’Udinese deve ringraziare Rodrigo De Paul, che ha segnato tre dei quattro gol totali portando alla sua squadra ben quattro punti in classifica. L’allenatore Velazquez spera che si sblocchi Lasagna, visto che finora gli attaccanti centrali hanno reso poco. La difesa inoltre non convince del tutto, e c’è ancora l’enigma portiere: Scuffet è ancora confermato titolare, ma è sempre pronto Musso, acquistato in estate, a rubargli il posto in caso di nuove prestazioni non convincenti.

Le ultime notizie sulle formazioni

La novità nel Chievo dovrebbe essere la presenza in campo nel ruolo di terzino destro di Cacciatore, che ha recuperato dall’infortunio ed è tornato tra i convocati. Anche Rossettini è tornato a disposizione e dovrebbe trovare un posto da titolare al centro della difesa al fianco di Bani. Nessuna novità a centrocampo, dove giocheranno Rigoni, Radovanovic e Hetemaj che è in ballottaggio con Obi. In attacco confermatissimi Giaccherini, Birsa e Stepinski che hanno iniziato molto bene la stagione.

Dall’altra parte l’Udinese giocherà con il 4-1-4-1: l’allenatore Velazquez ha deciso di affidarsi a Behrami nel ruolo di mediano davanti la difesa, la sua esperienza in quel ruolo fondamentale tornerà utile a una squadra che per il resto è molto giovane. In attacco confermato Lasagna ma Teodorczyk è pronto a prendere il suo posto nel secondo tempo. Indisponibili Badu e Ingelsson, il dubbio principale di formazione è sulla fascia destra d’attacco dove Machis è leggermente favorito su Pussetto.

Come vedere Chievo-Udinese in diretta TV o in streaming

La partita tra Chievo e Udinese verrà trasmessa in diretta streaming da DAZN (il primo mese è gratuito).

Il pronostico

Sarà una partita molto equilibrata, non è da escludere un pareggio con gol vista la scarsa solidità difensiva del Chievo che però ha Birsa, Giaccherini e Stepinski in gran forma e pronti ad approfittare di una difesa avversaria non solidissima.

Le probabili formazioni di Chievo-Udinese

CHIEVO (4-3-3): Sorrentino; Cacciatore, Rossettini, Bani, Barba; Rigoni, Radovanovic, Hetemaj; Birsa, Giaccherini; Stepinski.
UDINESE (4-1-4-1): Scuffet; Larsen, Ekong, Nuytinck, Samir; Behrami; Machis, Fofana, Mandragora, De Paul; Lasagna.

PROBABILE RISULTATO: 1-1

LAZIO – GENOA | domenica ore 15:00

Il Genoa non conosce mezze misure in questo avvio di campionato: ha vinto due partite e l’altra giocata l’ha persa in malo modo 5-3 contro il Sassuolo. Tra i protagonisti di questa prima parte di stagione c’è naturalmente il nuovo acquisto Piatek, attaccante capace di segnare già otto gol in quattro partite inclusa la Coppa Italia. Il polacco è riuscito a calarsi subito nella nuova realtà e sarà un pericolo costante per la difesa della Lazio, non sempre impeccabile in questo avvio di stagione nonostante il buon inserimento di Acerbi come erede di De Vrij. Tra i nuovi acquisti del Genoa anche Criscito sta facendo molto bene, visto che è a quota tre assist.

La Lazio dopo un avvio di stagione complicato anche per colpa del calendario che le ha messo di fronte prima il Napoli e poi la Juventus, ha saputo riprendersi e in settimana ha vinto anche in Europa League battendo l’Apollon Limassol col risultato di due a uno.

Le ultime notizie sulle formazioni

Rispetto alla partita di Europa League nella Lazio tornerà in porta Stakosha così come in attacco naturalmente Ciro Immobile sostituirà Caicedo. Immobile ha realizzato cinque gol in sette partite di Serie A contro il Genoa e spera di ritrovare contro la sua ex squadra la via del gol smarrita in questo mese di settembre: ha segnato cinque gol in meno rispetto ai sei segnati nello scorso campionato dopo le prime quattro giornate. Milinkovic Savic e Luis Alberto dovrebbero essere costretti agli straordinari, mentre sulle fasce di centrocampo torneranno Marusic e Lulic. Fermo per infortunio invece Radu.

Dall’altra parte Ballardini opterà per una formazione meno offensiva: fuori in attacco Kouamè, sarà Pandev il partner di Piatek, con Bessa che verrà schierato nel ruolo di trequartista. In porta l’ex Marchetti che non si è lasciato benissimo con Lotito e che avrà grande voglia di fare bene, anche se nell’ultima trasferta è stato il peggiore dei suoi subendo ben cinque gol.

Come vedere Lazio-Genoa in diretta TV o in streaming

La partita tra Lazio e Genoa verrà trasmessa in diretta Tv da Sky Sport 253 e in streaming tramite l’app di Sky GO.

Il pronostico

Il Genoa cercherà di fare una partita attenta in difesa per evitare quanto meno un’altra brutta figura in trasferta come quella contro il Sassuolo: missione possibile, ma la Lazio resta favorita per la vittoria.

Le probabili formazioni di Lazio-Genoa

LAZIO (3-5-1-1): Stakosha; Wallace, Acerbi, Cáceres; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Luis Alberto; Immobile.
GENOA (3-5-2): Marchetti; Biraschi, Spolli, Gunter; Romulo, Mazzitelli, Hiljemark, Criscito; Bessa; Pandev, Piatek.

PROBABILE RISULTATO: 2-1