Barcellona-PSV Eindhoven, Champions League (martedì)

Champions League
I pronostici sulle partite di calcio della Champions League, la più importante competizione d'Europa per squadre di club

Barcellona-PSV Eindhoven, in programma alle 18:55, promette di essere una delle partite di Champions League più belle di questa prima giornata. Il Barcellona è una squadra formidabile, il PSV Eindhoven è migliorato moltissimo e sta segnando a valanga.

BARCELLONA – PSV EINDHOVEN | martedì ore 18:55

Dopo poco più di un mese dall’inizio dei loro rispettivi campionati nazionali, sia il Barcellona che il PSV Eindhoven si trovano in prima posizione in classifica a punteggio pieno. Il Barcellona sembra aver completato quel “rinnovamento” tattico avviato dall’inizio della collaborazione con l’allenatore Ernesto Valverde, in carica dalla stagione scorsa. Il PSV Eindhoven partecipa a questa Champions League dopo essere passato per i playoff. Sta giocando bene e segnando molto, e per il Barcellona sarà una partita da prendere molto sul serio. È l’altra partita del gruppo B in programma alle 18:55, oltre a Inter-Tottenham.

Come sta giocando il Barcellona

La separazione dal suo più forte e noto centrocampista, Andrés Iniesta, andato a giocare in Giappone, non ha avuto sul Barcellona gli effetti deleteri che i commentatori più pessimisti avevano previsto (non molti, a dire il vero). Già da tempo l’allenatore Ernesto Valverde aveva familiarizzato con l’ipotesi che Iniesta potesse andar via, e diversi esperimenti tattici compiuti nel corso della stagione scorsa sono serviti a cercare di strutturare la squadra in modo diverso.

Nelle prime quattro giornate di campionato, sfruttando anche un calendario obiettivamente favorevole, il Barcellona ha fatto punteggio pieno e segnato complessivamente 14 gol. Oltre al solito Leo Messi, tornato ai suoi livelli dopo la deludente esperienza al Mondiale, ha attirato molto l’attenzione degli addetti lo strepitoso inizio di stagione dell’ala francese Ousmane Dembélé, già autore di tre gol. Schierato come esterno alto nel tridente con Messi e Suarez, Dembélé sta in parte occupando gli spazi del campo in passato occupati da Neymar. Ha caratteristiche completamente diverse da quelle del brasiliano – una velocità insuperabile, per esempio – e di conseguenza il Barcellona sta giocando in modo diverso.

L’altro “innesto” fondamentale è stato quello di Philippe Coutinho, in squadra già dall’inizio del 2018. A centrocampo con Rakitic e Busquets sembra aver trovato una posizione in cui riesce a impostare le azioni d’attacco sfruttando la sua visione di gioco oltre che le sue qualità tecniche. L’unica apparente conseguenza di questa nuova disposizione tattica, a fronte di un potenziale offensivo devastante, è che il Barcellona sembra una squadra difensivamente più vulnerabile rispetto a quella allestita dallo stesso Valverde all’inizio della stagione scorsa.

I due centrali, Gerard Piqué e sopratutto Samuel Umtiti, non hanno finora sempre mostrato la lucidità e la concentrazione richiesta a una squadra che punta a vincere ogni trofeo, e che di fatto gioca con un solo giocatore di copertura sulla mediana (Busquets). Da quando è tornato dal Mondiale vinto in Russia con la nazionale francese, Umtiti – apparso a volte molto distratto – ha giocato da titolare ma ogni volta giocandosi il posto con il nuovo centrale preso dal Barcellona, Clément Lenglet.

Come butta al PSV Eindhoven

Il PSV Eindhoven è in testa al campionato olandese con cinque vittorie su cinque partite, in cui ha già segnato complessivamente 21 gol. Prima della sosta per le partite delle nazionali aveva battuto 6-1 in casa il Willem II e al rientro, sabato scorso, ne ha segnati addirittura sette in trasferta all’ADO Den Haag. Per quanto la Eredivisie sia considerato un campionato meno competitivo rispetto ad altri più noti in Europa, il folgorante inizio di stagione della squadra allenata dall’ex calciatore Mark van Bommel riflette una serie di qualità evidenti sia nel gioco che nell’organico.

La qualificazione a questa Champions League è arrivata battendo il BATE Borisov nei playoff: 3-2 in Bielorussia e 3-0 in Olanda. A causa di un serio infortunio al ginocchio il PSV non potrà schierare il neozelandese Ryan Thomas prima dell’anno prossimo. E più di recente si è fatto male anche il centrocampista belga Dante Rigo, già autore di un gol. Ciononostante il PSV sta giocando benissimo con un 4-3-3 che ha diversi punti in comune con il Barcellona, specialmente quello degli anni scorsi: passaggi corti e rapidi in spazi stretti, sulla trequarti, per arrivare in porta con diversi giocatori. Il trequartista uruguaiano Gaston Pereiro è molto abile a rubare palla agli avversari già in fase di pressing. Le punte, Steven Bergwijn, Hirving Lozano e Luuk de Jong, formano un trio forte tecnicamente e anche molto ben assortito sul piano delle qualità individuali.

Come vedere Barcellona-PSV Eindhoven in diretta TV o in streaming

Barcellona-PSV Eindhoven sarà trasmessa in TV su Sky Sport Football, in diretta dallo stadio Camp Nou alle 18:55. Sky è la piattaforma televisiva in possesso dei diritti di trasmissione delle partite di Champions League sul territorio italiano. Tramite l’applicazione Sky Go sarà possibile per gli abbonati seguire Barcellona-PSV Eindhoven anche in streaming sui dispositivi mobili. In alternativa all’abbonamento tradizionale si può vedere la partita acquistando un “ticket” per il pacchetto Sport di Sky su NOW TV, piattaforma di streaming di Sky (a partire da 6,99 euro per il ticket di 24 ore).

Il pronostico

Grazie all’eccellente stato di forma di Ousmane Dembélé e alla completa integrazione di Coutinho negli schemi tattici della squadra, Il Barcellona di Ernesto Valverde sembra aver cominciato la nuova stagione con il piglio giusto. Rispetto a quella passata sembra avere ormai del tutto attutito gli effetti della cessione di Neymar e in parte anche quelli della partenza recente di Iniesta. Ma il PSV sarà con distacco il più forte avversario incontrato dal Barcellona in questo inizio di stagione 2018-2019. Ha una difesa vulnerabile, con i non irresistibili Nick Viergever e Daniel Schwaab, ma ha anche un attacco formidabile. Hirving Lozano, dopo l’eccellente prestazione al Mondiale con il Messico, è da tenere d’occhio. Non dovrebbero mancare gol, corner e occasioni, da una parte e dall’altra.

Le probabili formazioni

BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen; Sergi Roberto, Piqué, Umtiti, Jordi Alba; Busquets, Rakitic, Coutinho; Dembélé, Messi, Luis Suarez.
PSV EINDHOVEN (4-3-3): Zoet; Dumfries, Schwaab, Viergever, Angelino; Rosario, Pereiro, Hendrix; Lozano, L de Jong, Bergwijn.

PROBABILE RISULTATO: 4-2