Spal-Parma, Serie A (domenica)

Serie A
Serie A

Spal-Parma è l’anticipo della domenica della seconda giornata di Serie A, si gioca alle 18.00 allo stadio “Dall’Ara” di Bologna: le probabili formazioni, le cose da sapere e il pronostico. La Spal ha vinto la prima partita in casa del Bologna, confermando i pronostici di chi pensa quest’anno possa salvarsi senza particolari problemi. Il Parma neopromosso si è fatto rimontare due gol dall’Udinese.

SPAL – PARMA | domenica ore 18:00

Spal-Parma è l’anticipo della domenica della seconda giornata di Serie A, si gioca alle 18.00 allo stadio “Dall’Ara” di Bologna, a causa dell’indisponibilità del “Paolo Mazza”. La Spal ha vinto la prima partita in casa del Bologna, confermando i pronostici di chi pensa quest’anno possa salvarsi senza particolari problemi. Il Parma neopromosso si è fatto rimontare due gol dall’Udinese, pareggiando una partita che a un certo punto sembrava già vinta.

Spal, inizio convincente

Nella prima partita vinta contro il Bologna, la Spal ha confermato quei progressi che ha fatto registrare con costanza a partire dallo scorso campionato. In questa estate infatti la società ha proseguito la campagna di rafforzamento che aveva già iniziato nel corso dello scorso calciomercato invernale e che poi ha portato alla conquista della salvezza (23 i punti totalizzati nel girone di ritorno, otto in più dell’andata). L’allenatore è ancora Leonardo Semplici, i rinforzi principali sono stati quelli di Johan Djourou e Kevin Bonifazi in difesa, Mohamed Fares, Mirko Valdifiori, Simone Missiroli e Mattia Valoti a centrocampo, Andrea Petagna in attacco. Sono stati inoltre confermati i punti di forza dello scorso campionato e cioè Francesco Vicari, Manuel Lazzari, Jasmin Kurtic e Mirko Antenucci.

Semplici ha ora a disposizione più alternative in tutti i ruoli e Petagna è un attaccante valido per il 3-5-2, potrà essere molto utile nelle sponde per gli inserimenti di Antenucci e dei centrocampisti. Non porta in dote un gran numero di gol, ma aiuterà probabilmente a segnarne di più e sarà un utile punto di riferimento anche quando ci sarà da alleggerire la pressione degli avversari.

Un vantaggio della Spal è quello di avere un’ossatura ben precisa da un paio di anni, con Semplici che non ha mai rinunciato alle sue idee di gioco e la società brava a confermargli sempre la fiducia scegliendo i calciatori sul calciomercato in base al suo stile di gioco. Delle scelte che dovrebbero ripagare anche in questa partita contro il Parma, che ha invece vissuto un’estate molto particolare.

Il Parma si è rinforzato, ma solo a fine calciomercato

Il “caso-Spezia”, il rischio di vedere addirittura annullata la promozione in Serie A, e i cinque punti di penalizzazione prima assegnati e poi tolti, hanno complicato i progetti estivi del Parma. Forse anche per questo motivo quasi tutti i rinforzi di qualità acquistati in sede di calciomercato sono arrivati solo negli ultimi giorni disponibili. A Luigi Sepe, Alessandro Bastoni, Bruno Alves, Federico Dimarco, Massimo Gobbi, Leo Stulac e Luca Rigoni si sono aggiunti calciatori più importanti: Alberto Grassi, Jonathan Biabiany, Roberto Inglese e Gervinho. E così dopo la brutta figura rimediata in Coppa Italia contro il Pisa, in cui è stato eliminato, il Parma grazie anche all’apporto di uno di questi nuovi arrivati, e cioè Roberto Inglese, ha rischiato di vincere all’esordio contro l’Udinese. Avanti di due gol, si è fatto rimontare nel finale, confermando i suoi limiti attuali.

Servirà del tempo ai nuovi arrivati per inserirsi, la formazione rischia di cambiare quasi completamente rispetto a quella che ha ottenuto la promozione in Serie A. Anche la scelta del portiere, Sepe, lascia un po’ perplessi. Il punto di forza dell’anno scorso è stata la difesa, che però appare molto meno competitiva in un contesto nuovo come quello della Serie A. Ci sono poi troppi trequartisti e attaccanti dal rendimento discontinuo che potranno diventare croce e delizia di questa formazione: gran parte delle possibilità del Parma di centrare la salvezza dipenderà dal loro rendimento.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore Leonardo Semplici recupera rispetto alla scorsa partita Viviani e Valoti, che perà andranno in panchina. A centrocampo Missiroli va verso la conferma, mentre potrebbe esserci l’esordio di Valdifiori al posto di Schiattarella. In attacco sembrano sicuri del posto Antenucci e Petagna, con Paloschi che dovrebbe entrare nel secondo tempo.

Dall’altra parte sicuri assenti Ciciretti, Dezi e Bastoni, fanno parte della lista dei convocati Gazzola e Gervinho, uno degli ultimi arrivati. L’attaccante ex Roma potrebbe fare il suo esordio nel secondo tempo al posto di uno tra Di Gaudio Biabiany, che giocheranno nel tridente insieme a Inglese.

Come vedere Spal-Parma in diretta TV o in streaming

La partita tra Spal e Parma verrà trasmessa in diretta streaming da DAZN.

Il pronostico

Nella prima partita di campionato, la Spal ha dato una dimostrazione di forza e di compattezza tattica. Nel complesso il Parma ha una squadra di buon livello, non inferiore alla Spal, ma in questa fase iniziale l’allenatore D’Aversa avrà bisogno di tempo prima di trovare la giusta formula per farla rendere al massimo, e la più quadrata Spal potrebbe approfittarne.

Le probabili formazioni di Spal-Parma

SPAL (3-5-2): Gomis; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Missiroli, Valdifiori, Kurtic, Fares; Antenucci, Petagna.
PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Alves, Gagliolo, Gobbi; Grassi, Stulac, Barillà; Biabiany, Inglese, Di Gaudio.

PROBABILE RISULTATO: 2-1