Il Belgio ha eliminato il Brasile

Ha vinto 2-1 la partita dei quarti di finale del Mondiale, che si è messa benissimo dopo dieci minuti, per un autogol. Hanno segnato Fernandinho l’autogol e De Bruyne il 2-0; poi il Brasile ha giocato un gran secondo tempo ma non è riuscito a segnare più di un gol, con Renato Augusto.

Un autogol di Fernandinho dopo tredici minuti ha reso Brasile-Belgio una partita probabilmente molto diversa da quella che il commissario tecnico Tite aveva immaginato e preparato. L’autogol è arrivato su calcio d’angolo: Fernandinho, probabilmente ingannato dai precedenti tentativi di colpire il pallone di testa da parte di Vincent Kompany e Gabriel Jesus, ha deviato in porta il pallone con un braccio. Nel tentativo di riprenderla subito, il Brasile si è sbilanciato in attacco lasciando al Belgio ampi spazi da poter attaccare. Al termine di un contropiede, intorno alla mezz’ora, Kevin De Bruyne ha segnato con un bel diagonale di destro, portando il Belgio in vantaggio per 2-0.

Il Brasile è sceso in campo con il piglio giusto, nel secondo tempo, inserendo Roberto Firmino al posto di Willian. Dopo aver creato un paio di azioni pericolose, intorno al 55° Gabriel Jesus ha subìto un fallo in area valutato dall’arbitro e dal VAR come non meritevole del calcio di rigore. Tite ha poi sostituito anche Gabriel Jesus per Douglas Costa, e il Brasile ha continuato a fare la partita e al 76° minuto è riuscito a segnare un gol con Renato Augusto, entrato pochi minuti prima al posto di Paulinho. Ha avuto altre tre chiare occasioni da gol, il Brasile: Renato Augusto e Philippe Coutinho hanno calciato fuori, da posizione molto favorevole, e nei minuti di recupero un tiro molto ben piazzato di Neymar è stato deviato in calcio d’angolo da Thibaut Courtois con una gran parata.

Il Belgio ha giocato un ottimo primo tempo, e ha avuto il merito di rimanere abbastanza compatto anche nei momenti più difficili del secondo. Giocherà in semifinale martedì 10 alle 20:00 contro la Francia.