Mondiale 2018: Marocco-Iran (venerdì)

I pronostici sulle partite del Mondiale 2018
I pronostici sulle partite del Mondiale 2018

Marocco-Iran si gioca venerdì alle 17:00 ed è la partita meno attesa nel gruppo B del Mondiale 2018 (quello con Spagna e Portogallo): le probabili formazioni, le ultime news e i pronostici.

MAROCCO – IRAN | venerdì ore 17:00

Queste nazionali fanno parte del gruppo B del Mondiale di Russia 2018, in cui ci sono anche due grandi nazionali favorite per il passaggio del turno: il Portogallo, campione d’Europa in carica, e la Spagna, piena di calciatori di talento e sempre pericolosa, nonostante l’improvviso esonero del commissario tecnico Julen Lopetegui nelle ore scorse (Fernando Hierro ha preso il suo posto). Per Marocco e Iran sarà difficile raggiungere gli ottavi, e solo vincendo questa partita le probabilità potrebbero leggermente aumentare per una sola tra le due.

Come sta messo il Marocco

Il Marocco torna a giocare un Mondiale a venti anni di distanza dall’ultima volta. Allenato dal francese Hervé Renard, che ha vinto due volte la Coppa d’Africa, il Marocco è stato protagonista di un cammino convincente nelle qualificazioni, durante le quali è apparso un po’ in difficoltà soltanto nella doppia sfida contro la Guinea Equatoriale. Successivamente ha dominato il suo girone, conquistando dodici punti in sei giornate, e ha preceduto un’avversaria temibile come la Costa d’Avorio, nonché il Gabon e il Mali. Lo scorso anno il Marocco ha partecipato alla Coppa d’Africa: è stato eliminato nei quarti dall’Egitto, che poi ha raggiunto la finale ed è arrivato a un passo dalla conquista del trofeo, vinto dal Camerun.

Il gioco del Marocco

Renard punta sul 4-2-3-1, sistema di gioco che gli permette di schierare contemporaneamente numerosi calciatori dotati di caratteristiche offensive. La nazionale marocchina è piena di trequartisti e di mezze punte di talento, capaci di mettersi in mostra negli spazi stretti, grazie alle elevate qualità tecniche di cui dispongono. Moubarak Boussoufa deve addirittura sacrificarsi nel ruolo di mediano, per fare spazio ai vari Hakim Ziyech (Ajax), Amine Harit (Schalke), Younès Belhanda (Galatasaray), Nordin Amrabat (Leganes) e Mehdi Carcela-González (Standard Liegi), soltanto tre dei quali hanno di volta in volta l’opportunità di giocare da titolari in appoggio all’attaccante centrale. Ziyech, nato nel 1993, è particolarmente forte. Seguito con interesse dalla Roma in questo calciomercato, Ziyech è nella miglior fase della sua carriera ed è recentemente tornato ad avere buoni rapporti con Renard, che in passato lo aveva spesso escluso, ma adesso non può farne più a meno.

E che squadra ha l’Iran?

L’Iran ha vinto entrambi i gironi di qualificazione che ha dovuto disputare. Questi risultati gli hanno consentito di andare in Russia, dove però rischierà di trovarsi in difficoltà, come è già accaduto in occasione dei Mondiali in Brasile nel 2014. Fu eliminato al termine della prima fase, facendo un solo punto in tre partite e chiudendo il gruppo F in ultima posizione.

Il punto di forza dell’Iran è la difesa: nei gironi di qualificazione ha subito pochissimi gol, non tanto per la forza dei singoli quanto per la valida organizzazione della fase di non possesso palla, e per via di un modulo di gioco molto difensivo. Del resto il commissario tecnico portoghese Carlos Queiroz non può contare su molti calciatori di qualità. Tra i pochi vanno elencati gli attaccanti Sardar Azmoun, quello probabilmente dotato di maggiore talento, Karim Ansarifard (18 gol in stagione nell’Olympiakos) e Alireza Jahanbakhsh, che ha vinto la classifica cannonieri dell’Eredivisie segnando 21 gol nell’AZ Alkmaar.

Le ultime notizie sulle formazioni

Come anticipato, il Marocco scenderà in campo con il 4-2-3-1. Munir sarà il portiere titolare, mentre la difesa sarà presumibilmente composta da Achraf Hakimi, Medhi Benatia, Romain Saïss e Hamza Mendyl. Moubarak Boussoufa avvierà la manovra dalla linea di centrocampo, piazzandosi al fianco di Karim El Ahmadi. Nordin Amrabat appare favorito su Amine Harit per giocare sulla trequarti, accanto a Hakim Ziyech e Younès Belhanda. In attacco, Khalid Boutaïb dovrebbe essere preferito a Ayoub El Kaabi.

L’Iran punterà sul 4-4-1-1. Ramin Rezaeian, Roozben Cheshmi, Mohammad Reza Khanzadeh e Milad Mohammadi avranno il compito di proteggere Alireza Beiranvand. In mezzo al campo, da destra verso sinistra, ecco Alireza Jahanbakhsh, Masoud Shojaei, Vahid Amiri e Mehdi Taremi. Karim Ansarifard verrà schierato da Queiroz sulla trequarti e sosterrà Sardar Azmoun, ma sarà anche chiamato a sacrificarsi in fase di non possesso palla.

I pronostici

Essendo meno dotato dei propri avversari dal punto di vista tecnico, l’Iran cercherà di restare molto compatto in difesa e di rischiare poco a centrocampo, nel tentativo di limitare i danni. Il Marocco non troverà molti spazi e dovrà avere pazienza. Alla fine, comunque, riuscirà probabilmente a rendere proficuo il suo maggiore talento in attacco, dove la qualità non manca.

In particolare Ziyech potrebbe essere decisivo: i suoi movimenti saranno molto pericolosi per la nazionale iraniana, che potrebbe non riuscire a trovare le necessarie contromisure per contenerlo.

Le probabili formazioni di Marocco-Iran

MAROCCO (4-2-3-1): Munir; Hakimi, Benatia, Saïss, Mendyl; Boussoufa, El Ahmadi; N. Amrabat, Ziyech, Belhanda; Boutaïb.
IRAN (4-4-1-1): Beiranvand; Rezaeian, Cheshmi, Khanzadeh, Mohammadi; Jahanbakhsh, Shojaei, Amiri, Taremi; Ansarifard; Azmoun.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (2.30, planetwin365)
1X + UNDER 3.5 (1.43, Eurobet)
ZIYECH MARCATORE (4.00, GoldBet)
OVER 3.5 CARTELLINI (1.67, GoldBet)