Liga: Valencia-Getafe, Espanyol-Eibar, Real Madrid-Athletic Bilbao (mercoledì)

I pronostici sulla Liga, il principale campionato spagnolo di calcio

Si giocano altre tre partite del turno infrasettimanale di Liga spagnola: Valencia-Getafe, Espanyol-Eibar e Real Madrid-Athletic Bilbao. Non c’è moltissimo in gioco, in termini di prevedibili motivazioni. Unico aspetto da tenere in considerazione: per il Real Madrid sarà l’ultima partita prima della semifinale di andata di Champions League (nel prossimo weekend non gioca).

VALENCIA – GETAFE | mercoledì ore 19:30

Nello scorso turno di campionato il Valencia ha perso 2-1 al Camp Nou contro il Barcellona e ha ceduto il terzo posto al Real Madrid. È stata una partita equilibrata, forse anche più di quanto si intuisca dal risultato, e sia nel primo che nel secondo tempo il Valencia è andato più volte vicino al gol. Il problema principale per la squadra di Marcelino è stato che quel gol non sia arrivato molto prima che su rigore nei minuti finali, quando il Barcellona vinceva ormai 2-0.

Al Valencia restano sei partite da giocare. Il quarto posto è ormai praticamente certo, considerando il vantaggio di tredici punti sul Betis, quinto. Sono anche terminati gli scontri con le prime tre squadre in classifica, e prima della prossima stagione non ci saranno altre occasioni in cui dimostrare di poter competere con quelle squadre.

Anche il Getafe, che viene da una vittoria per 1-0 contro l’Espanyol, non ha più molto altro da chiedere al campionato. Ha ottenuto la salvezza con un margine di vantaggio e un anticipo ben superiori a quanto ci si potesse attendere da una neopromossa. Contro l’Espanyol ha dominato in lungo e in largo, anche se alla fine è riuscito a vincere grazie a un gol pazzesco del terzino Damian Suarez su punizione. “Il gol di Damian Suarez è un premio al gran lavoro svolto dalla squadra”, ha sintetizzato José Bordalás, allenatore del Getafe.

Sarà assente per squalifica Angel Rodriguez, ma il francese Loic Remy in prestito dal Las Palmas è sembrato in discreta forma fisica e potrà sostituirlo in attacco in coppia con Jorge Molina. Rischia di non giocare nemmeno l’ex Milan Mathieu Flamini, espulso contro l’Espanyol per doppia ammonizione. È stato convocato in attesa dell’esito del ricorso presentato dal Getafe, che non ritiene i falli di Flamini entrambi meritevoli di ammonizione. Saranno invece sicuramente assenti, ancora, gli infortunati Markel Bergara e Arambarri.

Nel Valencia mancheranno invece il centrale titolare Gabriel Paulista e il mediano Geoffrey Kondogbia, in prestito dall’Inter. Per entrambi sarà anche un’occasione per riposare, visto che sono tra i giocatori più stabilmente impiegati da Marcelino.

Le probabili formazioni

VALENCIA (4-4-2): Neto; Montoya, Murillo, Garay, Gayá; Maksimovic, Parejo, Soler, Guedes; Rodrigo Moreno, Zaza.
GETAFE (4-4-2): Guaita; Damian Suarez, Djené, Bruno Gonzalez, Cabrera; Fajr, Sergio Mora, Portillo, Amath N’Diaye; Remy, Molina.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1X + UNDER 3,5 (1.48, planetwin365)
MULTIGOL CASA 1-2 (1.72, planetwin365)

 

ESPANYOL – EIBAR | mercoledì ore 19:30

Al Coliseum Alfonso Pérez, contro il Getafe, l’Espanyol ha giocato una delle sue peggiori partite dell’anno. Ha perso solo 1-0 ma lo svantaggio finale in termini di gol subiti sarebbe potuto essere molto più ampio (un altro gol al Getafe è stato annullato, tra l’altro). L’Espanyol ha concluso la partita con oltre il 60 per cento di possesso palla, e con meno della metà dei tiri dell’avversario.

Malgrado gli sforzi e i tentativi di Quique Sánchez Flores di provare a risolvere il problema anche tatticamente, la squadra continua a mostrarsi tremendamente inconcludente. È stata la terza sconfitta dell’Espanyol nelle ultime quattro giornate, e la quarta partita di fila senza neppure un gol.

Non se la passa certamente meglio l’Eibar, che ha perso 1-0 in casa anche contro l’Alaves, domenica scorsa. E per la squadra di José Luis Mendilibar è stata la quarta sconfitta nelle ultime cinque partite, con zero gol segnati nelle ultime tre. Da quando il centravanti Sergi Enrich si è infortunato a un ginocchio (stagione finita), a metà gennaio, soltanto una volta in tredici partite l’Eibar ha segnato più di un gol a partita, e sei volte non ha segnato manco quello. Non ha problemi di classifica, per via dei molti punti fatti tra novembre e dicembre, ma tutto il gioco della squadra – anche per le molte assenze – ha subìto una clamorosa involuzione.

Un dato puramente statistico indica con chiarezza il periodo negativo delle due squadre. Se il campionato fosse cominciato a metà gennaio l’Eibar si ritroverebbe a un punto dalla zona retrocessione, e l’Espanyol – con un punto in meno – ci sarebbe dentro del tutto.

La partita contro l’Alaves è stata molto negativa anche sul piano degli infortuni, per l’Eibar. Si sono infortunati sia il difensore Anaitz Arbilla che l’ala Fabian Orellana. Poi si è fatto male in settimana anche Ivan Ramis, il che significa che al Cornellà-El Prat l’Eibar scenderà in campo senza i due centrali titolari.

Le probabili formazioni

ESPANYOL (4-4-2): Pau López; Victor Sanchez, Mario Hermoso, David Lopez, Aaron Martin (o Didac Vilà); Carlos Sanchez, Piatti, Sergi Darder, Melendo; Baptistão, Gerard Moreno.
EIBAR (4-3-3): Dmitrovic; Ander Capa, Paulo Oliveira, David Lomban, José Angel; Dani Garcia, Escalante, Joan Jordan; Alejo, Pedro Leon, Kike Garcia.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
NO GOL + UNDER 3,5 (1.77, SNAI)

 

REAL MADRID – ATHLETIC BILBAO | mercoledì ore 21:30

Battuto 2-1 il Malaga in trasferta in Andalusia, domenica sera, il Real è tornato a Madrid con la certezza del terzo posto in classifica, ottenuto grazie alla sconfitta del Valencia contro il Barcellona la sera precedente. Ha ora due punti di vantaggio sul Valencia e un ritardo di solo quattro punti rispetto all’Atletico, ammesso che superare la squadra di Simeone sia considerato dal Real un obiettivo stringente.

Come indicato nei giorni scorsi, la priorità del Real Madrid in campionato è diventata quella di tenere in buona forma i titolari senza rischiare alcun tipo di infortunio. Quella contro l’Athletic Bilbao nel turno infrasettimanale sarà l’ultima partita del Real Madrid prima della semifinale di andata della Champions League. Tra una settimana la squadra di Zidane andrà in Germania a giocare in casa del Bayern Monaco una partita in cui sarà fondamentale segnare almeno un gol e possibilmente più di uno, data l’allarmante facilità con cui la Juventus in semifinale è comunque riuscita a segnare tre gol al Santiago Bernabeu.

L’Athletic viene da una sonora sconfitta in casa per 3-2 contro il Deportivo La Coruna, che ha giocato con straordinaria motivazione fin dal primo minuto, a differenza della squadra di Ziganda. Ne è uscito messo nemmeno tanto bene, l’Athletic, visto che il difensore Etxeita ha dovuto chiedere la sostituzione per un colpo ricevuto a un ginocchio. Nelle ultime ore non si è allenato regolarmente, così come non lo ha fatto Raul Garcia, per un dolore non ancora definito.

È improbabile che Zidane decida di applicare un turnover in questa partita. Vale forse la pena insistere con i titolari dal primo minuto, dal momento che questa sarà l’ultimo impegno prima della semifinale di andata contro il Bayern Monaco. La partita del prossimo turno di campionato, infatti, il Real avrebbe dovuto giocarla contro il Siviglia. La recupererà invece mercoledì 9 maggio, perché nel prossimo fine settimana il Siviglia è impegnato a giocare la finale di Coppa del Re contro il Barcellona.

Le probabili formazioni

REAL MADRID (4-3-1-2): Navas; Carvajal, Varane, Ramos, Marcelo; Casemiro, Modric, Kroos; Isco; Ronaldo, Bale (o Benzema).
ATHLETIC BILBAO (5-2-3-1): Kepa; De Marcos, Unai Nunez, Inigo Martinez, Balenziaga; Iturraspe, San José; Benat (o Raul Garcia o Susaeta), Cordoba, Williams; Aduriz.

PROBABILE RISULTATO: 3-1
1X + MULTIGOL 2-4 (1.72, Goldbet)
BALE MARCATORE (2.00, Goldbet)