Premier League: Chelsea-Burnley, Crystal Palace-Huddersfield, Everton-Stoke, Southampton-Swansea e West Brom-Bournemouth (sabato)

I pronostici sulla Premier League, il principale campionato di calcio inglese

Prima giornata del campionato inglese: approfondimenti, probabili formazioni e pronostici per le partite in programma sabato pomeriggio alle 16.

CHELSEA – BURNLEY | sabato ore 16:00

Il Chelsea ha iniziato la nuova stagione con una sconfitta nella finale della Community Shield contro l’Arsenal, ai calci di rigore. La squadra campione d’Inghilterra in carica era passata in vantaggio con Moses ma poi nel secondo tempo dopo l’espulsione di Pedro si è fatta raggiungere da Kolasinac e ai calci di rigore sono stati fatali gli errori di Courtois e Morata.

Questa sarà una stagione più difficile per Antonio Conte, che l’anno scorso ha confermato di essere una specialista dei campionati nazionali, ma ora dovrà dimostrare di potere gestire il doppio impegno con la Champions League, cosa che non gli è riuscita benissimo ai tempi della Juventus. In questa prima partita di campionato l’avversario sarà abbordabile, il Burnley pare destinato a lottare per la salvezza e l’anno scorso ha fatto appena sette punti in trasferta. La società ha fatto cassa in estate con la cessione di due dei suoi calciatori migliori, il difensore Michael Keane passato all’Everton e l’attaccante Gray andato al Watford. Per i nuovi arrivi il Burnley ha puntato sull’esperienza di Bardsley, Cork e Walters, ma la squadra al momento appare un po’ indebolita rispetto alla scorsa stagione. L’allenatore Sean Dyche dovrà migliorare il rendimento in trasferta per centrare la salvezza, sarà difficile ripetere i numeri casalinghi della passata stagione. Iniziare già da questa partita contro i campioni in carica sarà però molto complicato.

Il Chelsea si è rinforzato con gli arrivi di Rudiger dalla Roma, Bakayoko dal Monaco e Morata dal Real Madrid. I nuovi acquisti sono perfettamente funzionali alla visione che ha del calcio l’allenatore italiano: strapotere fisico e grande intensità di gioco, e pazienza se nel caso di Rudiger e Bakayoko la tecnica di base non è eccezionale. In queste prime partite Conte dovrà però fare a meno di Hazard, il calciatore più decisivo nella manovra offensiva, e visto che non c’è più Diego Costa in attacco le difficoltà principali probabilmente saranno a livello offensivo, anche perché il Barnley proverà a fare catenaccio, giocando col baricentro basso.

Il Chelsea giocherà col solito 3-4-3 e alla lunga ha la qualità per sbloccare l’incontro e vincerlo: dal 2007 tra l’altro ha vinto ben nove delle undici partite inaugurali giocate.

Probabili formazioni:
CHELSEA: Courtois, Cahill, Luiz, Rüdiger, Alonso, Kanté, Fàbregas, Azpilicueta, Willian, Morata, Pedro.
BURNLEY: Heaton, Ward, Mee, Tarkowski, Lowton, Brady, Hendrick, Cork, Arfield, Vokes, Walters.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 + UNDER 4.5 (1.43, Bet365)
NO GOL (1.57, Bet365)
UNDER 3.5 (1.44, Bet365)

CRYSTAL PALACE – HUDDERSFIELD | sabato ore 16:00

Il Crystal Palace ha cambiato pochissimo sul piano della rosa dei calciatori a disposizione (sono arrivati solo Jairo Riedewald e Ruben Loftus-Cheek, subito titolari), ma tantissimo a livello tattico. Il passaggio da Sam Allardyce a Frank De Boer come nuovo allenatore indica un cambiamento totale nello stile di gioco, si passa da un calcio difensivo con la massima attenzione dedicata alla fase di non possesso palla a un calcio d’attacco che ha bisogno di tempo per essere recepito. De Boer l’anno scorso ha fallito all’Inter, e non solo per colpe sue. Ripartire dal Crystal Palace è un azzardo, i calciatori offensivi non mancano (Puncheon, Bakary Sako, Zaha, Eyenga-Lokilo, Towsend, Chung-Yong Lee e Benteke) ma la qualità tecnica – seppure ci siano buoni giocatori a centrocampo come Cabaye – non è eccelsa se confrontata con il livello altissimo di questo campionato. Sarà difficile giocare all’attacco contro squadroni come Manchester City, Chelsea e Liverpool senza subire gol a valanga.

De Boer quanto meno è stato fortunato nel sorteggio del calendario, che gli propone all’esordio una partita facile contro l’Huddersfield: vincere potrebbe aumentare la fiducia della squadra e dare maggiore tempo all’allenatore, mentre un risultato negativo sarebbe difficile da gestire.

L’Huddersfield l’anno scorso ha centrato la promozione in Premier League a sorpresa, in un campionato difficile come quello della Championship. In Premier League il livello però sale vertiginosamente, e quello che preoccupa è che l’anno scorso ha vinto ben 22 partite su 25 con un solo gol di scarto: ripetersi sarà difficile, per una squadra che segnava poco anche l’anno scorso (56 su 46 partite). L’arrivo del nuovo attaccante Steve Mounie, 14 gol lo scorso anno in Ligue 1 con il Montpellier, potrebbe non bastare, è da verificare se le sue caratteristiche saranno adattabili al campionato inglese.

Probabili formazioni:
CRYSTAL PALACE: Hennessey, Riedewald, Milivojevic, Dann, Schlupp, Puncheon, Loftus-Cheek, Townsend, Zaha, Benteke, Eyenga-Lokilo.
HUDDERSFIELD: Lössl, Löwe, Zanka, Schindler, Smith, Mooy, Williams, Ince, Palmer, Kachunga, Mounie.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
OVER 1.5 (1.33, Bet365)
GOL (1.95, Bet365)
EVERTON – STOKE CITY | sabato ore 16:00

L’Everton giocherà contro lo Stoke City la prima partita ufficiale in Premier League senza avere più a disposizione l’attaccante Lukaku, ceduto in estate al Manchester United per 85 milioni di euro. Non sarà facile ripartire senza il fromboliere degli ultimi campionati, ma la società ha reinvestito bene i soldi incassati (incluse le cessioni di Deulofeu e Cleverley) tesserando ottimi calciatori in tutti i reparti: il portiere Pickford, futuro numero uno della nazionale inglese, il difensore centrale ex Burnley Keane, altro giovane dall’ottimo potenziale, e ancora il centrocampista offensivo ex Ajax Klassen, il vice-campione d’Europa Under 21 Sandro Ramirez e soprattutto Wayne Rooney, che ha fatto il suo ritorno all’Everton dopo avere vinto tutto nel Manchester United che però dall’arrivo di Mourinho come allenatore gli aveva riservato raramente un posto da titolare. L’esperienza di Rooney sarà molto importante visti anche i tanti giovani arrivati all’Everton nel corso di questo calciomercato. L’assenza di Lukaku peserà in termini di gol – sebbene Sandro Ramirez sia un ottimo attaccante in prospettiva – ma l’Everton è diventata una squadra più completa in tutti i reparti e l’allenatore Koeman è un abile stratega soprattutto a livello difensivo, come già dimostrato in Europa League con due vittorie arrivate col risultato di uno a zero contro la squadra slovacca del Ruzomberok.

Lo Stoke City potrebbe andare incontro a qualche difficoltà in questa stagione. La società è intervenuta poco per quanto riguarda il calciomercato in entrata, nell’ultimo campionato ha vinto solo due delle ultime undici partite e le cessioni di Walters e soprattutto Arnautovic indeboliscono l’attacco. La squadra resta comunque competitiva e da metà classifica, ma con Hughes che sembra già a rischio esonero e l’entusiasmo che manca per il rischio di una stagione anonima come quella del tredicesimo posto dell’anno passato i presupposti non sono certo ottimali.

Probabili formazioni:
EVERTON: Pickford, Williams, Keane, Holgate, Baines, Schneiderlin, Gueye, Klaassen, Davies, Rooney, Ramírez.
STOKE CITY: Butland, Pieters, Shawcross, Zouma, Johnson, Fletcher, Cameron, Sobhi, Allen, Shaqiri, Berahino.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.70, Bet365)
UNDER 2.5 (1.80, Bet365)
SOUTHAMPTON – SWANSEA | sabato ore 16:00

Il Southampton nelle ultime quattro stagioni è sempre arrivato tra le prime otto in Premier League e questo ottimo risultato potrebbe essere confermato anche stavolta. La società non si è mossa più di tanto in sede di calciomercato, la novità è rappresentata dall’arrivo al posto di Puel del nuovo allenatore Mauricio Pellegrino, che l’anno scorso ha fatto benissimo nella Liga alla guida dell’Alaves arrivando anche in finale di Coppa del Re. Pellegrino ha a disposizione una squadra di livello medio alto, se Van Dijk partirà come probabile ci sarà un buco in difesa, ma è da centrocampo in su che la squadra è competitiva: ci sono due mediani come Romeu e il nuovo arrivato Lemina a coprire le offensive di Boufal, Tadic, Redmond e Gabbiadini, quattro calciatori offensivi molto competitivi.

Lo Swansea l’anno scorso dopo i continui cambi di allenatore è riuscito a trovare continuità di risultati solo nel finale di stagione con Clement, che è stato confermato. L’allenatore francese dovrà però fare i conti con la probabile partenza di Sigurdsson, il migliore calciatore offensivo in squadra, che non giocherà questa partita così come l’infortunato Llorente. Lo Swansea ha fatto bene nel precampionato e ha preso un paio di calciatori di buon livello come Mesa dal Las Palmas e il giovane nazionale under 21 inglese Abraham, ma le amichevoli se pure danno qualche indicazione buona sono sempre da prendere con le molle: il Southampton appare superiore e parte favorito.

Probabili formazioni:
SOUTHAMPTON: Forster, Bertrand, Stephens, Yoshida, Soares, Lemina, Romeu, Boufal, Tadic, Redmond, Gabbiadini.
SWANSEA: Fabianski, Olsson, Mawson, Fernández, Naughton, Fer, Mesa, Carroll, Routledge, Ayew, Narsingh.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.61, Bet365)
OVER 1.5 (1.33, Bet365)
WEST BROMWICH – BOURNEMOUTH | sabato ore 16:00

L’estate del West Bromwich è stata tutt’altro che esaltante: i risultati delle amichevoli sono stati negativi e il calciomercato non è andato secondo quelle che erano le aspettative dell’allenatore Pulis. Lo scorso campionato è andato alla grande, però la squadra dopo avere ottenuto la salvezza con largo anticipo si è lasciata andare e ha fatto appena due punti nelle ultime nove partite. Ripartire dopo quella serie deludente non è facile e il pre-campionato lo ha confermato: con la stessa rosa della scorsa stagione inoltre il gioco di Pulis rischia di essere ormai troppo prevedibile.

Il Bournemouth si è rinforzato riprendendo Aké in difesa dal Chelsea, Begovic in porta e soprattutto Defoe in attacco, che con il suo senso del gol potrebbe aumentare la percentuale realizzativa di una squadra che grazie al gioco offensivo di Eddie Howe crea sempre parecchio di partita in partita. Il maggiore entusiasmo del Bournemouth potrebbe fare la differenza in una partita che si preannuncia comunque equilibrata e bloccata a livello tattico, come spesso accade al West Bromwich targato Pulis.

Probabili formazioni:
WEST BROMWICH: Foster, Nyom, Evans, McAuley, Dawson, Phillips, Livermore, Yacob, Brunt, Rodriguez, Rondón.
BOURNEMOUTH: Begovic, Daniels, Aké, Cook, Francis, Pugh, Arter, Surman, Fraser, King, Defoe.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
X2 (1.57, Bet365)
UNDER 2.5 (1.70, Bet365)