Fantacalcio 2017: i consigli per l’asta di riparazione

I consiglia per l'asta del fantacalcio
I consiglia per l'asta del fantacalcio

Finito il calciomercato invernale, ecco la consueta lista di consigli del Veggente su chi prendere e chi lasciare tra i nuovi arrivati nel campionato di Serie A o tra chi è passato da una squadra a un’altra

Il calciomercato di riparazione è sempre importante nei tornei di fantacalcio, soprattutto in quelli più equilibrati. In questa sessione di mercato le squadre di Serie A non hanno fatto grandi colpi e ci sono stati per lo più passaggi da una squadra all’altra. Cerchiamo insieme di capire come conviene muoversi.

Ah, come in tutte le pagine di questo sito la partecipazione nei commenti è molto gradita, e rispondiamo volentieri riguardo ciascun dubbio specifico sui giocatori che hanno cambiato squadra. (Evitate di chiedere un parere su TUTTA la squadra: non ne daremo).

PORTIERI

portieri

Ci sono stati numerosi movimenti di portieri, ma potranno interessarvi solo nel caso dei “secondi”: Gollini sarà il vice di Berisha all’Atalanta, Sportiello lo sarà di Tarusanu alla Fiorentina, Gabriel di Rafael al Cagliari, Storari di Donnarumma al Milan. Nel Genoa Perin si è infortunato e salterà il resto della stagione: il titolare è diventato Lamanna, con Rubinho come secondo.

DIFENSORI

difensori

L’unica squadra che ha acquistato un difensore da un campionato straniero che sarà titolare è la Sampdoria che ha preso Bartosz Bereszynski dal Legia Varsavia. Ceduto Pedro Pereira al Benfica, Bereszynski sarà sicuro titolare come terzino destro. Non è un calciatore da cui aspettarsi dei bonus visto che è più abile in fase difensiva, ma visto che giocherà sempre e che può ambire a un rendimento sufficiente è da prendere in considerazione come eventuale rincalzo.

Il Pescara ha preso Bovo – che si è subito infortunato e rientrerà per metà febbraio – e Stendardo. Stendardo è un difensore di grande esperienza e in Serie A ha segnato ben 13 gol in carriera. Qui sul Veggente al fantacalcio preferiamo sempre prendere dei terzini, magari offensivi, e lasciare perdere i difensori centrali, che magari un gol ogni tanto lo fanno, ma in compenso tendono a ricevere un troppo alto numero di ammonizioni.

Per quanto riguarda i terzini che potrebbero essere liberi, occhio eventualmente a Barreca del Torino che sta giocando molto bene ed Emerson Palmieri della Roma, diventato titolare fisso col passaggio al 3-4-2-1 e calciatore con caratteristiche prevalentemente offensive.

CENTROCAMPISTI

centrocampisti

Tra i centrocampisti che hanno cambiato squadra nel corso di questo calciomercato invernale quello che conviene prendere è probabilmente il marocchino El Kaddouri, passato dal Napoli all’Empoli dove andrà a sostituire nel ruolo di trequartista Saponara, che è stato ceduto alla Fiorentina. El Kaddouri dopo due stagioni positive al Torino, l’anno scorso è rimasto al Napoli dove l’allenatore Sarri nonostante l’abbondanza di alternative e i rari infortuni che hanno riguardato centrocampisti offensivi o attaccanti, gli ha concesso comunque venti presenze in campionato (anche se i minuti complessivi giocati sono stati appena 230), cinque in Europa League e una in Coppa Italia, per un totale di tre gol e otto assist. El Kaddouri all’Empoli sarà titolare e avrà modo di giocare nel ruolo che preferisce: è un calciatore su cui puntare.

Di Gagliardini passato dall’Atalanta all’Inter abbiamo già scritto: è un ottimo centrocampista, ma non è il tipo di giocatore “da fantacalcio” perché pur assicurando buoni voti regala raramente dei bonus. L’ex Palermo Hijlemark ha già fatto gol nella sua prima partita al Genoa, ma quando rientrerà Luca Rigoni nelle prossime settimane dovrebbe arretrare la sua posizione in campo. Meglio eventualmente optare per Ocampos (se ancora libero): considerato l’infortunio di Bonaventura e la cessione di Niang, potrebbe trovare spazio da titolare nell’attacco del Milan, in cui si giocherà il posto con Deulofeu rispetto al quale però al fantacalcio viene considerato centrocampista e non attaccante, vantaggio di non poco conto.

La Roma ha tesserato Grenier dal Lione, un centrocampista offensivo dotato di ottima tecnica e di un gran tiro, ma che difficilmente troverà un posto da titolare e che nel recente passato ha subito troppi infortuni per avere la nostra fiducia. Chi ha Saponara e non lo ha pagato troppo nel corso dell’asta iniziale, può confermarlo: alla Fiorentina potrebbe trovare nuovi stimoli e il modulo di gioco di Paulo Sousa potrebbe avvantaggiarlo, fermo restando che avrà naturalmente più concorrenza e partirà titolare solo in determinate occasioni.

Qui trovate le schede su Rincon, Cataldi (l’infortunio pare sia meno grave del previsto), Taarabt e Aquilani.

ATTACCANTI

attaccanti

Sono stati pochi i movimenti che hanno riguardato gli attaccanti in questo calciomercato invernale. Dei principali avvenuti nelle passate settimane (Pavoletti, Iturbe, Pinilla, Gilardino e Petkovic) ne abbiamo già parlato in questa pagina. Sono inoltre arrivati nel nostro campionato Deulofeu dall’Everton e Ibarbo dal Panathinaikos.

Deulofeu – come già scritto prima – si giocherà il posto di esterno d’attacco titolare con Ocampos, visto che Bonaventura si è infortunato e Niang è stato ceduto al Watford. Deulofeu è un attaccante ancora molto giovane (ha 22 anni), è stato un punto fermo della nazionale under 21 spagnola e vanta sei presenze nel Barcellona (nella seconda squadra in Liga Adelante ha giocato 68 partite segnando 27 gol), ma nelle ultime stagioni all’Everton non è riuscito a imporsi. Montella fa un gioco che potrebbe esaltarne le caratteristiche, è molto abile a saltare l’uomo, è abbastanza veloce e comunque più tecnico di Niang, che andrà a sostituire nel ruolo di esterno alto di sinistra. Una scommessa a basso costo da provare: non aspettatevi miracoli, si tratta comunque di un attaccante esterno, e tra Everton e Siviglia ha segnato solo 11 gol su 103 partite.

Ibarbo è una vecchia conoscenza del calcio italiano ma ha ancora “solo” 26 anni e torna al Cagliari, squadra nella quale ha ottenuto i migliori risultati (15 gol e 16 assist su 121 partite ufficiali giocate). L’attaccante colombiano ha iniziato la stagione al Panathinaikos dove si è fatto apprezzare in Europa League, segnando due gol in cinque partite. Nel Cagliari dovrà vedersela con Borriello, Sau e Farias che gli partono davanti nelle preferenze dell’allenatore Rastelli: in ogni caso è un attaccante che segna poco, non di quelli che ti fanno svoltare la stagione al fantacalcio.

Nei commenti via libera a richieste di consigli al Veggente e agli altri utenti del sito. In bocca al lupo e fateci sapere.