Liga: Atletico-Deportivo, Villarreal-Osasuna ed Espanyol-Celta (domenica)

I pronostici sulla Liga, il principale campionato spagnolo di calcio

Altre tre squadre spagnole prossimamente impegnate nelle coppe europee – Atletico Madrid, Villarreal e Celta Vigo – giocano sabato pomeriggio nella sesta giornata di campionato: Atletico e Villarreal dovrebbero vincere facile, mentre la partita del Celta è più tosta.

ATLETICO MADRID – DEPORTIVO LA CORUNA | domenica ore 16:15

Mercoledì sera al “Camp Nou” l’Atletico non soltanto ha ottenuto un punto molto utile in uno stadio teoricamente “impossibile”, ma tutto sommato ha anche giocato una buona partita. In molti hanno sottolineato quanto l’infortunio di Messi abbia condizionato l’andamento della partita, ma l’Atletico Madrid era riuscito a rendersi pericoloso anche in precedenza, con Carrasco e con Gameiro. Il francese è sembrato molto in forma e molto convinto dei suoi mezzi, bravissimo a cercare e ottenere la superiorità numerica per l’Atletico superando i difensori avversari in velocità. Deve ancora migliorare la precisione sotto porta e fare anche gol “facili”, ma pare che la sua integrazione nel “blocco” granitico dell’Atletico stia gradualmente avvenendo. Fatto sta che il gol del pareggio l’Atletico lo ha ottenuto grazie a due giocatori appena entrati dalla panchina (uno dei quali proprio al posto di Gameiro): Fernando Torres e Correa hanno sfruttato un’ingenuità difensiva di Piqué, e l’Atletico ha pareggiato al primo pallone toccato da quei due.

È certamente confortante per Simeone sapere di poter contare su una panchina con così tanta qualità: servirà molto, già da questa settimana, visto che mercoledì prossimo l’Atletico Madrid giocherà a Monaco un’altra trasferta “impossibile”, forse la peggiore d’Europa (contro il Bayern Monaco, nella seconda giornata di Champions League). Per quanto non sia particolarmente incline al turnover, è lecito aspettarsi da Simeone un utilizzo parziale dei suoi giocatori titolari: Gameiro e Fernando Torres, quasi certamente, giocheranno solo un tempo ciascuno, o poco più. Saul Niguez – titolare in tutte e sei le partite giocate finora – non è stato neanche convocato. La qualità relativamente bassa dell’avversario, il Deportivo La Coruna, dovrebbe a questo punto dare a Simeone la possibilità di sperimentare ulteriormente il 4-4-2 con Carrasco e Gaitán esterni di centrocampo.

Il Deportivo La Coruna, che giovedì ha perso 2-1 in casa contro il Leganés, continua a mostrare una preoccupante difficoltà a fare gol senza Lucas Perez, e alla difesa dell’Atletico, come noto, è già abbastanza complicato far gol anche per attaccanti prolifici e costanti (che il Deportivo, in ogni caso, non ha). Peraltro mancano due giocatori piuttosto importanti: Carles Gil, che si è fatto male in allenamento venerdì, e Sidnei, ancora infortunato. Al “Vicente Calderon” il Deportivo non segna un gol dalla stagione 2008-2009, e a segnarlo fu Filipe Luis, che oggi gioca nell’Atletico.

Le probabili formazioni:
ATLETICO MADRID: Oblak; Juanfran, Savic, Godin (o Gimenez), Filipe Luis; Gaitán, Koke, Augusto Fernandez (o Gabi), Carrasco; Gameiro (o Fernando Torres), Griezmann.
DEPORTIVO LA CORUNA: Lux; Juanfran, Albentosa, Arribas, Navarro; Mosquera (o Bergantinos), Borges; Fajr, Marlos Moreno, Bruno Gama; Florin Andone.

PROBABILE RISULTATO: 3-0
NO GOL (1.50, Bet365, Eurobet e William Hill)
1 PRIMO TEMPO (1.70, Eurobet)




 

VILLARREAL – OSASUNA | domenica ore 18:30

Il Villarreal giocherà giovedì prossimo in Europa League a Bucarest contro lo Steaua: è un motivo per ritenere possibile che l’allenatore Fran Escribá conceda un po’ di riposo a qualche giocatore, verosimilmente tra quelli che hanno già giocato nel turno infrasettimanale contro il Real Madrid (1-1) e quelli che dovranno giocare giovedì prossimo. Una cosa certa è che il Villarreal – pur con qualche difficoltà a concretizzare le occasioni da gol – finora ha mostrato un’evoluzione molto positiva nel gioco, sia con i cosiddetti titolari sia con quei giocatori che partivano come riserve ma che di fatto ora vengono tenuti in gran conto da Escribá (l’assenza di Cheryshev nelle prime partite, per esempio, è stata molto meno influente di quanto si potesse temere).

L’Osasuna è ultimo in classifica: finora ha ottenuto soltanto due punti, frutto dei pareggi contro Malaga e Celta Vigo. Pur avendo giocato una partita di grande generosità, giovedì scorso ha perso in casa 2-1 contro l’Espanyol. Contro il Villarreal non avrà a disposizione Las Cuevas, Tienza e Causic, ma quantomeno potrà schierare in difesa Miguel Flano, assente nelle ultime due partite per un infortunio alla caviglia.

Le probabili formazioni:
VILLARREAL: Asenjo; Mario Gaspar, Musacchio, Victor Ruiz, Jaume Costa; Bruno Soriano, Trigueros, Dos Santos (o Cheryshev), Roberto Soriano; Santos Borré (o Sansone), Pato.
OSASUNA: Mario Fernandez; David Garcia, Miguel Flano, Unai Garcia, Bunuel, Clerc; Oier, Mérida, Roberto Torres; Sergio Leon, Riera.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 + UNDER 4,5 (1.58, Better)

 

ESPANYOL – CELTA VIGO | domenica ore 20:45

Sia l’Espanyol che il Celta Vigo, dopo un inizio di campionato piuttosto deludente, hanno finalmente vinto una partita nel turno infrasettimanale scorso; mercoledì il Celta ha battuto 2-1 in casa lo Sporting Gijón, e giovedì l’Espanyol in trasferta ha battuto 2-1 l’Osasuna.

In uno stadio “Balaídos” mezzo vuoto (giocare il mercoledì sera non è l’ideale, in effetti), il Celta ha mantenuto quasi costantemente il controllo della partita, rendendosi pericoloso in molte occasioni. Ma, a conferma delle recenti difficoltà in attacco, c’è comunque voluto il 65° minuto per vedere un gol: lo ha segnato Hugo Mallo raccogliendo un pallone in area dopo una bella azione individuale di Pione Sisto sulla fascia destra. Un fallo in area commesso da Roncaglia a dieci minuti dalla fine della partita ha poi permesso allo Sporting Gijón di calciare un rigore e pareggiare, prima che un altro fallo – stavolta commesso su Radoja da Amorebieta dello Sporting – permettesse al Celta di riportarsi in vantaggio a pochi minuti dalla fine della partita.

L’Espanyol ha vinto 2-1 al “Reyno de Navarra” contro l’Osasuna sfruttando principalmente la sua maggiore esperienza e concretezza sotto porta. Pur avendo l’Osasuna costruito buone azioni per tutto il primo tempo, è stato l’Espanyol a concludere il primo tempo in vantaggio, grazie a un colpo di testa di Baptistao al 42°. È entrato Oriol Riera, e l’attacco dell’Osasuna ci ha guadagnato in rapidità: neppure il tempo di esultare per il meritato gol del pareggio segnato da Sergio Leon, che l’Osasuna – con una difesa altissima, forse con troppo coraggio – ha subìto un altro gol, in un contropiede magnificamente gestito da Moreno e Marc Roca, entrato a partita in corso ma la cui presenza è da molti ritenuta necessaria, ora come ora, nella formazione titolare.

Il Celta Vigo giocherà in Europa League in casa giovedì prossimo contro il Panathinaikos. Al “Cornellá-El Prat” – dove il Real Madrid la settimana scorsa ha vinto 2-0 ma senza dominare affatto – Berizzo da allenatore non ha mai vinto. L’anno scorso, in condizioni di forma migliori e forse con maggiore qualità in entrambe le rose, Espanyol e Celta Vigo hanno pareggiato 1-1 alla 34esima giornata. Per il momento, la cessione di Nolito e l’assenza di Orellana per infortunio riducono, obiettivamente, le possibilità del Celta di vincere le partite segnando molti più gol rispetto agli avversari, per quanto abbordabili (e l’Espanyol, nel suo stadio di casa, non è tra questi). C’è da aspettarsi una partita, comunque vada, abbastanza equilibrata. Nell’Espanyol mancano Demichelis e Alvaro Vazquez, per scelta tecnica di Quique Sanchez Flores, e Pablo Piatti, ancora infortunato.

Le probabili formazioni:
ESPANYOL: Diego Lopez; Javi Lopez, David Lopez, Oscar Duarte, Victor Sanchez; Marc Roca (o Diop), Fuego, Reyes, Hernan Perez; Baptistao, Gerard Moreno.
CELTA VIGO: Sergio Alvarez; Hugo Mallo, Cabral, Roncaglia, Jonny; Marcelo Diaz, Wass, Radoja; Bongonda, Pione Sisto (o Guidetti), Bongonda.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
MULTI GOL 1-3 (1.45, SNAI)
X (3.40, William Hill)