Euro 2016: Islanda-Austria (mercoledì)

Il programma del gruppo F si chiude mercoledì: entrambe le partite iniziano alle 18. Analizziamo il match tra Islanda e Austria.

ISLANDA – AUSTRIA | mercoledì ore 18:00

 
Islanda e Austria si affronteranno mercoledì alle 18, allo “Stade de France” di Saint Denis (la partita sarà trasmessa su Sky, non sulla Rai). Le due squadre sono inserite nel gruppo F di Euro 2016, insieme con Ungheria e Portogallo. Questa è la classifica attuale: Ungheria 4, Islanda 2, Portogallo 2, Austria 1.

Come sono andate le prime due partite dell’Islanda

Contro il Portogallo, nonostante fosse all’esordio assoluto in una grande competizione internazionale, l’Islanda ha ben figurato: è riuscita a ottenere un sorprendente pareggio per 1-1 di fronte a Cristiano Ronaldo e compagni, che sono passati in vantaggio con Nani al 31′ e hanno controllato il gioco per quesi tutto il primo tempo, ma non hanno saputo chiudere i conti e sono stati raggiunti a inizio ripresa da un gol di Birkir Bjarnason, ex centrocampista di Pescara e Sampdoria, lasciato libero in area di rigore su un cross di Johann Gudmundsson e bravo a sfruttare l’occasione. Lo stesso risultato ha caratterizzato il successivo match della selezione islandese, disputato contro l’Ungheria: la squadra allenata da Lars Lagerback ha sbloccato il risultato con un calcio di rigore di Gylfi Sigurdsson e sembrava poter vincere, ma nel finale un’autorete di Birkir Saevarsson ha riportato la sfida in equilibrio.

Come sono andate le prime due partite dell’Austria

Il debutto a Euro 2016 appariva potenzialmente abbastanza agevole per l’Austria, che invece è stata sconfitta per 2-0 dall’Ungheria: la formazione guidata da Marcel Koller non ha concretizzato il dominio esercitato nella fase iniziale – quando ha avuto quattro occasioni importanti, la migliore della quali è stata costruita da David Alaba, che ha colpito un palo clamoroso – ed è stata punita nel secondo tempo dalle reti di Adam Szalai e Zoltan Stieber. Quattro giorni più tardi, la nazionale austriaca ha bloccato sullo 0-0 il Portogallo, che ha sbagliato un calcio di rigore con Cristiano Ronaldo, alimentando indirettamente le speranze dei propri avversari di qualificarsi per gli ottavi di finale.

Il modulo e i giocatori dell’Islanda

Lars Lagerback si sta affidando al 4-4-2. Contro l’Austria, il c.t. svedese dell’Islanda punterà probabilmente ancora sulla formazione titolare che ha schierato nelle precedenti due partite. Davanti al portiere Hannes Halldorsson, dunque, la difesa sarà composta da Birkir Saevarsson, Ragnar Sigurdsson, Kari Arnason e Ari Skulason. A centrocampo, ecco Johann Gudmundsson, Aron Gunnarsson, il talentuosissimo Gylfi Sigurdsson – che gioca da anni in Premier League e ha grande qualità – e Birkir Bjarnason, abile nell’inserirsi con tempismo nell’area di rigore avversaria, come ha confermato contro il Portogallo. In attacco, spazio alla coppia formata da Kolbeinn Sigthorsson e Jon Dadi Bodvarsson, anche perché Alfred Finnbogason è squalificato.

Il modulo e i giocatori dell’Austria

L’Austria è abituata a giocare con il 4-2-3-1. Marcel Koller schiererà Robert Almer in porta e ritroverà Aleksandar Dragovic, che ha saltato per squalifica il secondo match disputato dalla sua nazionale in questi Europei: il calciatore della Dinamo Kiev dovrebbe tornare ad affiancare Marin Hinteregger al centro della difesa, reparto che sarà completato da Florian Klein e Christian Fuchs, pronti a spingere sulle fasce. David Alaba non è al meglio della condizione, ma farà di tutto per essere disponibile: contro il Portogallo ha fatto addirittura il trequartista, ma nella prossima partita potrebbe tornare a centrocampo e piazzarsi accanto a Julian Baumgartlinger, appena passato dal Mainz al Bayer Leverkusen. Marcel Sabitzer, Alessandro Schopf e Marko Arnautovic assisteranno uno tra Marc Janko – i cui problemi fisici sembrano più seri di quelli di Alaba – e Martin Harnik.

Che partita può uscirne

L’Islanda con un pareggio si qualificherebbe come migliore terza, andando a quota tre punti come Albania e Turchia ma con una migliore differenza reti rispetto a queste due nazionali. L’Austria, invece, dovrà assolutamente cercare di conquistare una vittoria, visto che attualmente chiude la classifica del gruppo F con un solo punto all’attivo.

Dopo un primo tempo probabilmente bloccato con l’Islanda in difesa e l’Austria a fare possesso palla senza sbilanciarsi più di tanto, la ripresa – sia in caso di risultato fermo sul pareggio o col vantaggio di una delle due squadre – dovrebbe rivelarsi decisamente movimentata ed essere contraddistinta da almeno un paio di gol.

L’arbitro sarà il polacco Szymon Marciniak.

Le promozioni interessanti dei bookmaker su questa partita

Eurobet rimborserà tutte le scommesse singole su RisEsatto Primo Marcatore (dell’incontro e squadra), Parziale/Finale, Tempo del primo goal e Combobet (1×2 + Under/Over 2.5 e 1×2 + Goal/NoGoal) perdenti se sia questa partita, sia quella tra Ungheria e Portogallo terminano con esito X.

Probabili formazioni:
ISLANDA: Halldorsson, Saevarsson, R. Sigurdsson, Arnason, Skulason, Gudmundsson, Gunnarsson, G. Sigurdsson, Bjarnason, Sigthorsson, Bodvarsson. 

AUSTRIA: Almer, Klein, Dragovic, Hinteregger, Fuchs, Alaba, Baumgartlinger, Sabitzer, Schopf, Arnautovic, Harnik.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
UNDER 1.5 PRIMO TEMPO (1.30, William Hill)
OVER 1.5 SECONDO TEMPO (2.62, William Hill)