Euro 2016: Ucraina-Polonia (martedì)

Il programma del gruppo C si completa martedì: entrambe le partite si giocano alle 18. Analizziamo il match tra l’Ucraina, già eliminata dalla competizione, e la Polonia.

UCRAINA – POLONIA | martedì ore 18:00

 
Ucraina e Polonia si affronteranno martedì alle 18, allo Stade “Vélodrome” di Marsiglia (la partita sarà trasmessa su Sky, non sulla Rai). Le due squadre sono inserite nel gruppo C di Euro 2016, insieme con Germania e Irlanda del Nord. Questa è la classifica attuale: Germania 4, Polonia 4, Irlanda del Nord 3, Ucraina 0.

Come sono andate le prime due partite dell’Ucraina

L’Ucraina chiuderà il gruppo C in ultima posizione. Anche se dovesse raggiungere a quota tre punti l’Irlanda del Nord, sarebbe sfavorita dal fatto di aver perso lo scontro diretto con la squadra allenata da Michael O’Neill, che giovedì scorso si è imposta clamorosamente per 2-0, in una partita che è stata interrotta per alcuni minuti nel secondo tempo, a causa di una grandinata: il match è stato deciso dalle reti di Gareth McAuley e Niall McGinn. Quattro giorni prima, l’Ucraina era stata battuta con lo stesso punteggio dalla Germania, riuscita a imporsi con i gol di Shkodran Mustafi e Bastian Schweinsteiger: la prestazione offerta nel primo tempo – quando Manuel Neuer era stato chiamato a compiere due parate non semplici e Jerome Boateng aveva dovuto effettuare un affannoso salvataggio sulla linea di porta – sembrava comunque incoraggiante per Vyacheslav Shevchuk e compagni, che invece hanno successivamente deluso le aspettative.

Come sono andate le prime due partite della Polonia

La Polonia ha debuttato in questi Campionati Europei ottenendo un successo per 1-0 sull’Irlanda del Nord: è riuscita a controllare il gioco sin dall’inizio dell’incontro e ha segnato il gol decisivo al 6′ della ripresa, quando Arkadiusz Milik ha sfruttato un assist di Jakub Blaszczykowski dalla destra e ha battuto Michael McGovern. Nel match successivo, la nazionale polacca ha addirittura sfiorato un nuovo successo sulla Germania, dopo quello ottenuto il’11 ottobre del 2014: pochi secondi dopo l’inizio della ripresa, però, il sopracitato Milik – centravanti molto interessante, che gioca nell’Ajax e ha già attirato le attenzioni di molti club, anche italiani – ha commesso un errore per lui inusuale, graziando Neuer e lasciando il match sullo 0-0, risultato poi rimasto tale fino al termine del match.

Il modulo e i giocatori dell’Ucraina

L’Ucraina si affida abitualmente al 4-2-3-1. Contro la Polonia, dovrebbe presentare la solita linea difensiva composta da Artem Fedetskiy, Yevhen Khacheridi, Yaroslav Rakitskiy e Vyacheslav Shevchuk davanti ad Andriy Pyatov, portiere che ha ormai acquisito una buona esperienza internazionale anche a livello di club, grazie alla sua lunga militanza nello Shakhtar Donetsk, ma non è sempre impeccabile. A centrocampo, Taras Stepanenko giocherà presumibilmente al fianco di Serhiy Sydorchuk, il cui posto è però insidiato da Denys Garmash. Sulla trequarti, spazio alla creatività di Andriy Yarmolenko e Yevhen Konoplyanka sulle fasce, mentre in mezzo Viktor Kovalenko potrebbe essere escluso in favore di Alexandr Zinchenko. In attacco, Roman Zozulya è favorito su Yevhen Seleznyov.

Il modulo e i giocatori della Polonia

La Polonia è abituata a giocare con il 4-4-2, modulo in cui il compito di creare pericoli agli avversari spetta a Robert Lewandowski – formidabile centravanti del Bayern Monaco – e ad Arkadiusz Milik. In porta, Lukasz Fabianski sembra pronto a sostituire di nuovo Wojciech Szczesny, che ha già saltato il match contro la Germania per infortunio. In difesa, conferme pressoché certe per Kamil Gilk, Michal Pazdan e Artur Jedrzejczyk, mentre un dubbio riguarda il ruolo di terzino destro: Lukasz Piszczek è diffidato, perciò Adam Nawalka sta pensando di evitargli un’eventuale squalifica in vista del turno successivo e di sostituirlo con Thiago Cionek. Situazione simile per Krzysztof Maczynski, che dunque potrebbe non giocare da mediano accanto a Grzegorz Krychowiak ed essere rimpiazzato con Tomasz Jodlowiec o Piotr Zielinski, finora stranamente ignorato dal proprio commissario tecnico. Anche sulla fascia sinistra di centrocampo, c’è un problema legato alle diffide: sia Kamil Grosicki che Bartosz Kapustka, però, hanno già ricevuto un’ammonizione, perciò in questo caso la scelta sarà esclusivamente tecnica. Sull’altra corsia, spazio a Jakob Blaszczykowski.

Che partita può uscirne

L’Ucraina, già aritmeticamente tagliata fuori dalla corsa agli ottavi di finale, sarà molto demotivata e presumibilmente non sarà in grado di creare grandi problemi alla Polonia, che peraltro è reduce da due buonissime prestazioni.

In particolare, è difficile pensare che un attaccante del livello di Lewandowski concluda la fase a gironi senza gol all’attivo: il fuoriclasse del Bayern Monaco non ha segnato contro Irlanda del Nord e Germania, ma stavolta riuscirà probabilmente a realizzare almeno una rete.

L’arbitro sarà il norvegese Svein Oddvar Moen.

Le promozioni interessanti dei bookmaker su questa partita

Eurobet rimborserà tutte le scommesse singole su RisEsatto Primo Marcatore (dell’incontro e squadra), Parziale/Finale, Tempo del primo goal e Combobet (1×2 + Under/Over 2.5 e 1×2 + Goal/NoGoal) perdenti se sia questa partita, sia quella tra Irlanda del Nord e Germania terminano con esito X.

Probabili formazioni:
UCRAINA: Pyatov, Fedetskiy, Khacheridi, Rakitskiy, Shevchuk, Sydorchuk, Stepanenko, Yarmolenko, Zinchenko, Konoplyanka, Zozulya.
POLONIA: Fabianski, Cionek, Glik, Pazdan, Jedrzejczyk, Blaszczykowski, Krychowiak, Maczynski, Grosicki, Lewandowski, Milik.

PROBABILE RISULTATO: 0-2
2 (2.00, William Hill)
LEWANDOWSKI MARCATORE (2.00, Bet365)