Euro 2016: Romania-Svizzera (mercoledì)

Europei 2016
I pronostici sulle partite di calcio di Euro 2016

Mercoledì alle 18 si gioca la prima partita della seconda giornata del gruppo A di Euro 2016: ultime notizie, probabili formazioni e pronostici.

ROMANIA – SVIZZERA | mercoledì ore 18:00

Romania e Svizzera giocheranno la prima partita della seconda giornata del gruppo A di Euro 2016 al “Parc des Princes” di Parigi, mercoledì sera alle 18:00 (la partita sarà trasmessa in esclusiva da Sky, non sulla Rai). Romania e Svizzera sono inserite nel gruppo A di Euro 2016 insieme a Francia e Albania. Questa la classifica attuale: Francia 3, Svizzera 3, Albania 0, Romania 0.

Com’è andata la prima partita della Romania

La Romania ha perso 2-1 all’esordio contro la Francia, ma ha giocato una buona partita, ha subito il gol decisivo solo nei minuti finali e in caso di pareggio nessuno avrebbe gridato allo scandalo. Il 4-2-3-1 scelto dall’esperto commissario tecnico Iordanescu ha messo in difficoltà la Francia che non è mai riuscita a creare occasioni da gol con continuità grazie all’ottima disposizione tattica della difesa avversaria e al pressing a centrocampo di Hoban e Pintilii. A inizio partita è stata la Romania ad andare più vicina al gol, e il primo tempo si è concluso sullo 0-0 con la Francia che ha fatto più possesso palla e qualche tiro in più, ma senza riuscire a dominare. Nel secondo tempo la Francia è riuscita a passare in vantaggio grazie a un colpo di testa di Giroud, sul quale però c’era probabilmente una carica al portiere Tatarusanu che in ogni caso avrebbe potuto fare di meglio nell’occasione. La Romania ha avuto il merito di non deprimersi per lo svantaggio e ha continuato a fare la sua partita trovando il pareggio su calcio di rigore con Stancu, concesso per un fallo ingenuo di Evra. La Francia ha ripreso ad attaccare e alla fine è stata fortunata a trovare il 2-1 con un meraviglioso tiro da fuori area di Payet. Avere perso con uno solo gol di margine, riuscendo anche a segnare, è stato un risultato non troppo negativo per la Romania che resta ancora in corsa per la qualificazione anche perché in questo Europeo passeranno il turno pure le quattro migliori terze.

Com’è andata la prima partita della Svizzera

La Svizzera ha battuto 1-0 l’Albania ma non ha giocato poi così bene e ha rischiato di farsi pareggiare una partita già vinta negli ultimi minuti di gioco, quando il portiere Sommer ha fatto una bellissima parata su Gashi. La partita è iniziata subito bene per la nazionale allenata dal commissario tecnico Petkovic, che ha trovato il gol del vantaggio su calcio d’angolo, con un colpo di testa del difensore Schar che ha approfittato della pessima uscita del portiere avversario Berisha. Dopo essere passata in vantaggio, la Svizzera ha mostrato la sua superiorità tecnica sull’Albania che ha rischiato di crollare dopo l’espulsione per doppia ammonizione del capitano Cana. Fallito il raddoppio nel primo tempo – quando la nazionale allenata da De Biasi aveva perso ordine a livello difensivo proprio per l’assenza di Cana – la Svizzera nella ripresa nonostante la superiorità numerica ha giocato male senza riuscire a creare occasioni da gol con continuità. La Svizzera ha tenuto il possesso del pallone ma si è fatta sentire l’assenza di un fromboliere lì davanti: Seferovic in un paio di occasioni ha confermato i suoi limiti in zona gol (nell’ultima stagione di Bundesliga ne ha fatti appena tre su 29 partite).

Il modulo e i giocatori della Romania

Il commissario tecnico Iordanescu dovrebbe mandare in campo la stessa formazione che ha messo in difficoltà la Francia. Il reparto più forte di questa nazionale è la difesa, grazie non solo al valore dei singoli calciatori – gli esperti terzini Sapunaru e Rat, il centrale Grigore e in particolare il capitano Chiriches – ma anche grazie all’ottima copertura assicurata dai due mediani di centrocampo Hoban e Pintiili, che contro la Francia hanno fatto un partitone. L’obiettivo di Iordanescu sarà quello di ripetere la tattica adottata nella prima partita, lasciare il possesso palla agli avversari senza però mai abbassare troppo il baricentro, facendo pressing e restando con la linea di difesa davanti all’area di rigore. A centrocampo dovrebbero essere confermati Stancu, Stanciu e Popa mentre in attacco ci sarà il ballottaggio tra Andone, Keșerü e Alibec. Il problema della Romania è la scarsa precisione in zona gol, dovuta alla bassa qualità tecnica dei suo calciatori offensivi e anche alla stanchezza per il pressing a cui partecipano attivamente anche tutti i calciatori offensivi, poi poco lucidi nelle conclusioni.

Il modulo e i giocatori della Svizzera

La Svizzera dovrebbe confermare il 4-2-3-1 adottato nella prima partita contro l’Albania. In porta confermatissimo Sommer autore di due belle parate, in difesa sulle fasce ci saranno Lichtsteiner e Rodriguez che formano la coppia di terzini forse più competitiva dell’intero torneo. Al centro della difesa Schar – che ha segnato il gol vittoria contro l’Albania – farà coppia con Djourou. I due mediani saranno Behrami e Xhaka, il primo avrà compiti esclusivamente difensivi mentre il nuovo centrocampista dell’Arsenal parteciperà più attivamente alla manovra insieme a Dzemaili, leggermente avanzato. Sulle fasce d’attacco Shaqiri e Mehmedi, il dubbio principale riguarda la punta centrale con Seferovic che – deludente all’esordio – potrebbe lasciare il posto a Embolo o subentrare nuovamente a partita in corso.

Che partita può uscirne

Sarà una partita probabilmente molto equilibrata e chiusa, con poche occasioni da gol. Le due squadre si fanno preferire per la fase difensiva, la Romania nel girone di qualificazione a Euro 2016 ha subito solo due gol e contro la Francia pur perdendo 2-1 ha dimostrato di avere una fase di non possesso palla molto organizzata. Entrambe le nazionali poi sono prive di un attaccante di alto livello, motivo per cui l’under 2.5 è molto probabile e non è da escludere il pareggio, che in fondo non danneggerebbe più di tanto nessuna delle due squadre. Visto che passano il turno anche le quattro migliori terze, la Romania con un punto resterebbe in corsa, a patto di battere poi l’Albania nell’ultima giornata.

L’arbitro designato per l’incontro è il russo Sergei Karasev, finora ha diretto 57 partite internazionali: 183 ammonizioni, 13 espulsioni e 20 rigori.

Le promozioni interessanti dei bookmaker su questa partita

Eurobet rimborserà le scommesse eventualmente perdenti su risultato esatto, primo marcatore (dell’incontro e squadra), parziale/finale, tempo del primo gol e “combobet” (1×2 + Under/Over 2.5 e 1×2 + Gol/NoGol) se ci sarà un’espulsione durante la partita.

Probabili formazioni
ROMANIA: Tătărușanu, Săpunaru, Chiricheș, Grigore, Raț, Pintilii, Hoban, Popa, Stanciu, Stancu, Keșerü (Alibec).
SVIZZERA: Sommer, Lichtsteiner, Schar, Djourou, Rodriguez, Behrami, Xhaka, Dzemaili, Shaqiri, Seferovic (Embolo), Mehmedi.

PROBABILE RISULTATO: 0-0
X (3.25, Bwin)
UNDER 2.5 (1.57, #)