Serie A: Verona-Bologna e Milan-Atalanta (sabato)

Serie A

La dodicesima giornata di Serie A inizia sabato con i due anticipi in programma alle 18 e alle 20:45: analisi, pronostici e probabili formazioni.

VERONA – BOLOGNA | sabato ore 18:00

Il Verona è l’unica squadra di Serie A ancora senza vittorie e in questo scontro diretto in zona retrocessione contro il Bologna l’allenatore Mandorlini si gioca la panchina. I calciatori sono dalla parte dell’allenatore, la stagione del Verona finora è stata condizionata dai troppi infortunati, ma quanto meno in questa partita col recupero a tempo pieno di Pazzini in attacco Mandorlini potrà mandare in campo una formazione abbastanza competitiva in tutti i reparti.

In difesa c’è Moras che sta facendo bene ormai da più di un anno, il centrocampo pur senza Viviani avrà Sala, Greco e Hallfredsson contemporaneamente in campo, in definitiva della formazione tipo mancheranno stavolta solo Marquez e Toni.

Il Bentegodi è uno stadio sempre caldo, i tifosi sono con la squadra e finora non ci sono state eccessive critiche, certo questa è una partita da vincere e i calciatori daranno il massimo e c’è da aspettarsi un primo tempo giocato su alti livelli.

Il Bologna arriverà a questa sfida un po’ più rilassato dopo la netta vittoria per 3-0 contro l’Atalanta nell’ultimo turno, con Donadoni che ha subito vinto alla prima partita da allenatore al posto di Delio Rossi. Ancora la strada per la salvezza è lunga, ma il Bologna ha la qualità giusta per salvarsi e la netta vittoria di domenica scorsa potrebbe fare affrontare questa partita con meno cattiveria agonistica del dovuto.

Il Verona ha dei limiti a livello offensivo, finora ha fatto solo quattro gol, ma è stato condizionato anche in questo caso dagli infortuni. Nella prima giornata contro la Roma con Toni in campo il Verona al Bentegodi giocò un partitone passando pure in vantaggio (finì 1-1). Pazzini ha delle caratteristiche simili a quelle di Toni, e al Bologna in carriera ha già fatto sette gol, è la sua vittima preferita.

Il Verona inizierà probabilmente la partita dando subito il massimo e cercando di mettere in difficoltà il Bologna: doppia chance interna primo tempo e Verona prima squadra a segnare sono i pronostici da provare; come marcatore, occhio a Pazzini.

Probabili formazioni
VERONA: Rafael, Pisano, Moras, Helander, Souprayen, Sala, Greco, Hallfredsson, Jankovic, Juanito Gomez, Pazzini.
BOLOGNA: Mirante, Maietta, Gastaldello, Rossettini, Masina, Taider, Diawara, Donsah, Giaccherini, Destro, Mounier.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1X PRIMO TEMPO (1.18, Eurobet)
VERONA SEGNA PRIMO GOL (1.85, Eurobet)
PAZZINI MARCATORE (2.75, Eurobet)




MILAN – ATALANTA | sabato ore 20:45

Il Milan ha vinto le ultime tre partite di campionato e ha decisamente migliorato la classifica: è quinto con soltanto cinque punti in meno sulla prima in classifica. L’allenatore Mihajlovic è riuscito a migliorare il gioco della squadra passando dal 4-3-1-2 al 4-3-3, ma è ancora troppo presto per dare piena fiducia ai rossoneri, perché di problemi questa squadra ne ha ancora parecchi, e sono quelli che noi del Veggente scriviamo dall’inizio del campionato: la difesa e l’assenza di un regista (Montolivo ha migliorato la situazione, ma non è un regista).

In difesa al fianco del bravo – ma ancora giovane e a volte inesperto – Romagnoli c’è ora Mexes. Mexes è un difensore abbastanza valido, che ogni tanto fa anche gol come gli è riuscito nella vittoria contro la Lazio. Resta il fatto che Mexes è un calciatore discontinuo nel rendimento – e nei difensori non è mai un bene – troppo falloso e dal cartellino giallo (a volte anche rosso) troppo facile. Se negli ultimi anni il Milan non ha fatto granché è stato anche per colpa di Mexes. A centrocampo Montolivo sta dando maggiore qualità, ma in questa partita Mihajlovic pare intenzionato a farlo riposare. Inoltre in attacco mancherà Bonaventura, che insieme a Bacca è stato di gran lunga il calciatore migliore a disposizione di Mihajlovic, e a centrocampo dovrebbero essere De Jong e Poli titolari, sul piano della qualità un passo indietro rispetto a Montolivo e Bertolacci, quest’ultimo infortunato. Cerci sta migliorando di partita in partita, il 4-3-3 è un modulo che è stato scelto da Mihajlovic proprio per esaltare le sue caratteristiche, ma non è ancora tornato a essere un calciatore decisivo come lo fu ai tempi del Torino.

A tutti questi punti interrogativi va aggiunto quello del portiere. Il giovane Donnarumma ha fatto qualche bella parata contro la Lazio, ma sul gol di Kishna non è sembrato del tutto innocente da colpe.

L’Atalanta è una squadra sempre difficile da affrontare, difende abbastanza bene e lascia pochi spazi da attaccare. In trasferta finora la squadra allenata da Reja non ha fatto dei grandi risultati, ma per il Milan questa partita potrebbe diventare più difficile del previsto.

Il Milan è favorito, ma è forse meglio coprirsi con la doppia chance interna e abbinarla all’under 3.5: l’Atalanta nelle ultime tre trasferte non è mai riuscita a fare gol, e fuori casa finora è riuscita a fare solo 10 tiri in porta in totale.

La presenza in campo di calciatori dal cartellino giallo facile come Mexes, Romagnoli, Poli, Stendardo, De Jong, De Roon, Carmona e perché no Pinilla è un motivo valido per puntare sull’over 4.5 cartellini gialli, anche perché l’Atalanta è la squadra del campionato di Serie A che fa più tackle.

Probabili formazioni
MILAN: Donnarumma, De Sciglio, Mexes, Romagnoli, Antonelli, Kucka, De Jong, Poli, Cerci, Bacca, Honda.
ATALANTA: Sportiello, Masiello, Stendardo, Paletta, Dramè, Grassi, De Roon, Carmona, Moralez, Pinilla, Gomez.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
1X + UNDER 3.5 (1.56, Eurobet)
OVER 4.5 CARTELLINI (1.74, #)