Serie A: Carpi-Napoli, Chievo-Torino, Fiorentina-Bologna e Inter-Verona (mercoledì)

Serie A

Le probabili formazioni e i pronostici riguardo altre quattro partite del turno infrasettimanale di Serie A, alle 20:45 (quinta giornata): Inter-Verona, Carpi-Napoli, Chievo-Torino e Fiorentina-Bologna.

CARPI – NAPOLI | mercoledì ore 20:45

Il Napoli domenica sera ha giocato la sua migliore partita di questo campionato prendendo a pallate la Lazio col risultato di 5-0. Il Napoli ha fatto un partitone e ha fatto vedere il più bel gioco tra le squadre di Serie A in questo avvio di campionato. Il passaggio dal 4-3-1-2 al 4-3-3 ha funzionato, tra Europa League e Serie A il Napoli in due partite ha fatto 10 gol mostrando un’ottima condizione fisica, giocando ad alti livelli tutta la partita e convincendo ancora una volta in fase offensiva.

Il Napoli quando attacca ha le idee chiare e ha dei calciatori fortissimi – in campo come in panchina – per mettere in pratica le idee tattiche di Sarri. Non avere subito gol contro la spenta Lazio di domenica scorsa priva di parecchi titolari non basta però per pensare che la fase difensiva sia migliorata, né è pensabile giocare su questi ritmi altissimi tutte le partite del campionato.

Per capire il reale potenziale di questo Napoli bisognerà aspettare la partita contro la Juventus del prossimo turno, nel frattempo comunque la vittoria dovrebbe arrivare abbastanza facilmente contro il Carpi. La squadra neopromossa allenata da Castori contro Inter e Fiorentina in casa ha perso con un solo gol di scarto, ma nell’ultimo turno ha confermato i soliti problemi in fase di impostazione mentre in difesa è stata spesso graziata dall’atteggiamento remissivo della Fiorentina, che dopo essere passata in vantaggio ha pensato solo a fare possesso palla, a volte rallentando anche in occasione di possibili ripartenze pericolose.

Il Carpi ha ancora parecchi problemi – tra cui l’assenza di un portiere affidabile, tanto che Benussi è diventato titolare al posto di Brkic – e il Napoli dovrebbe metterli in mostra tutti.

#– che offre ai nuovi clienti un bonus di 20 euro con una prima scommessa da almeno 5 euro (a quota minima 2.00) + un bonus ulteriore di 5 euro a settimana per chi scommette almeno 25€ a settimana in singole/multiple da quota minima 2.00 – è possibile giocare la combo bet “X2 doppia chance + “over 1.5”.

Probabili formazioni
CARPI: Benussi, Zaccardo, Bubnjic, Gagliolo, Letizia, Lollo, Cofie, Fedel, Gabriel Silva, Matos, Mbakogu.
NAPOLI: Reina, Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Allan, Jorginho, David Lopez, Mertens, Higuain, Insigne.

PROBABILE RISULTATO: 1-3
2 (1.55, Eurobet)
OVER 2.5 (1.75, Eurobet)
X2 + OVER 1.5 (1.41, Eurobet)




CHIEVO – TORINO | mercoledì ore 20:45

Il Chievo domenica scorsa contro l’Inter ha giocato la solita partita di sostanza, ma stavolta non è bastato per fare un risultato positivo. La squadra allenata da Maran – che non sarà in panchina per squalifica – ha confermato i suoi pregi a livello difensivo, ma c’è stata anche la conferma che i sette gol fatti in due partite a Empoli e Lazio sono stati dei casi eccezionali.

Il Chievo sa difendere bene, fa pressing con tutti i calciatori a partire dagli attaccanti e i reparti sono sempre molto vicini tra loro per non permettere agli avversari in possesso del pallone di avere più linee di passaggio. Quando si gioca contro il Chievo è probabile fare un alto numero di passaggi sbagliati, e il Chievo in fase offensiva punta a sfruttare proprio queste fasi di gioco cercando di verticalizzare e andare subito verso la porta avversaria.

Il problema è che i calciatori a volte sono poco lucidi nei passaggi perché stancati dal pressing e i vari Pellissier, Meggiorini e Paloschi non possono fare miracoli in tutte le partite.

L’avversario del Chievo poi sarà il Torino che è tra le squadre più in forma del campionato. Qui sul Veggente finora abbiamo azzeccato tutti i pronostici del Torino, lo abbiamo dato vincente contro Frosinone, Fiorentina e Sampdoria perché convinti dal calciomercato fatto dalla società in estate. La squadra allenata dall’ottimo Ventura ha perso solo Darmian dei titolari dell’anno scorso, e ha aggiunto un utilissimo centrocampista di qualità come Baselli, due ottime alternative sulle fasce (Avelar, ora infortunato, e Zappacosta) e un attaccante – Belotti – abile nel colpo di testa ma allo stesso tempo molto mobile e bravo a svariare su tutto il fronte offensivo.

Il Torino fa lo stesso gioco ormai da anni, la squadra riesce spesso ad allargare il gioco e nonostante il pressing il Chievo avrà difficoltà a fare commettere errori in fase di manovra al Torino, molto abile a impostare il gioco anche partendo da dietro. Il Torino contro il Chievo l’anno scorso ha fatto 4 punti (0-0 a Verona, 2-0 a Torino) e considerato l’ottimo stato di forma di Glik, Bruno Peres, Baselli, Molinaro e Quagliarella è molto probabile che anche a questo giro riuscirà a fare almeno un punto.

Probabili formazioni
CHIEVO: Bizzarri, Frey, Dainelli, Cesar, Gobbi, Castro, Rigoni, Hetemaj, Birsa, Pellissier, Paloschi.
TORINO: Padelli, Bovo, Glik, Moretti, Bruno Peres, Baselli, Vives, Benassi, Molinaro, Quagliarella, Maxi Lopez.

PROBABILE RISULTATO: 0-1
X2 (1.38, Bwin)
UNDER 3.5 (1.20, Eurobet)
X2 + UNDER 4.5 (1.50, Eurobet)
FIORENTINA – BOLOGNA | mercoledì ore 20:45

La Fiorentina ha vinto in casa del Carpi ma ha fatto una brutta partita e Paulo Sousa ha ancora molto lavoro da fare. Nelle intenzioni il portoghese vorrebbe vedere giocare la sua squadra costantemente all’attacco, abile nel possesso palla ma pure brava a verticalizzare nel momento opportuno, e schierata con un baricentro alto per fare subito pressing in caso di perdita del pallone.

Contro il Carpi Paulo Sousa ha giocato fino alla fine con tre attaccanti confermando queste sue intenzioni a livello teorico, ma in parecchie occasioni – pure avendo la possibilità di verticalizzare in contropiede – la squadra ha continuato a fare troppo possesso palla risultando poco efficace in attacco.

La Fiorentina vista contro il Carpi è ben lontana da quella ammirata nella prima partita giocata in casa contro il Milan, in cui fece pressing dall’inizio alla fine non rinunciando mai ad andare in verticale e ad attaccare l’area di rigore avversaria. Il problema sembra essere anche fisico, la squadra è partita a razzo ma complice anche l’Europa League ha fatto troppe partite in pochi giorni e anche contro il Bologna potrebbe scegliere di giocare su ritmi bassi.

L’avversario tra l’altro si presta a questo tipo di gioco. Il Bologna allenato da Delio Rossi domenica è riuscito a fare i primi tre punti del campionato, fondamentali per guardare al futuro con più ottimismo e per ritrovare convinzione nei propri mezzi. Il Bologna ha messo su una buona squadra ma i rinforzi più importanti sono arrivati sul finire del calciomercato e due di questi (Giaccherini e Donsah) sono attualmente infortunati. Delio Rossi sembra avere messo a posto la difesa ma la squadra in fase di possesso palla dipende troppo dalle giocate di Brienza e Mounier, il centrocampo è privo di idee e giocando in questo modo sarà difficile fare punti contro le squadre di alta classifica come la Fiorentina.

Probabili formazioni
FIORENTINA: Tatarusanu, Tomovic, Rodriguez, Astori, Gilberto, Badelj, Borja Valero, Marcos Alonso, Bernardeschi, Ilicic, Kalinic.
BOLOGNA: Mirante, Ferrari, Oikonomou, Gastaldello, Masina, Taider, Crisetig, Pulgar, Brienza, Destro, Mounier.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1X + UNDER 3.5 (1.58, Eurobet)
INTER – VERONA | mercoledì ore 20:45

L’Inter ha vinto le prime quattro partite di campionato e all’allenatore Mancini in questo periodo va tutto per il verso giusto. Nel calcio vincere aiuta a vincere e se c’è anche la buona sorte meglio ancora: l’Inter ha vinto tutte le partite soffrendo e con il minimo scarto, non giocando benissimo, e in due casi facendo il gol decisivo solo negli ultimi minuti di gioco.

L’Inter ha anche la fortuna di affrontare in questo turno di campionato il Verona che dovrà fare a meno di parecchi assenti e che nell’ultimo turno di campionato è riuscito a fare un pareggio insperato all’ultimo secondo a Bergamo contro l’Atalanta: avesse perso, avrebbe forse affrontato questa trasferta con un piglio diverso. Gli assenti del Verona poi non sono mica dei panchinari: su tutti mancherà il fromboliere Luca Toni che si è fatto male al ginocchio e resterà fuori per due mesi. Oltre a Toni mancheranno pure Jankovic (squalificato), Hallfredsson, Romulo, Ionita, Rafael e Marquez.

A parte Gollini comunque – fermo restando che per il Verona il portiere è un problema anche quando gioca Rafael – il Verona manderà in campo una formazione competitiva, con Viviani, Greco e Siligardi che sono ottimi tiratori dalla distanza e anche bravi a calciare le punizioni, più Moras, Bianchetti e Pazzini abili nel gioco aereo. L’Inter ha una difesa più tosta rispetto a quella degli ultimi anni grazie anche al lavoro dei centrocampisti, ma dovrà fare attenzione in occasione dei calci piazzati a favore del Verona.

La sensazione è che all’Inter stavolta potrebbero servire almeno due gol per vincere la partita, missione possibile contro il Verona che ha il difetto di difendere col baricentro molto basso lasciando spazio per i tiri da fuori area: Guarin, Kondogbia, Perisic e Ljajic sono molto bravi in questo.

Probabili formazioni
INTER: Handanovic, Santon, Medel, Ranocchia, Telles, Guarin, Felipe Melo, Kondogbia, Perisic, Ljajic, Icardi.
VERONA: Gollini, Pisano, Moras, Bianchetti, Souprayen, Sala, Viviani, Greco, Juanito Gomez, Pazzini, Siligardi.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.40, Eurobet)
1X + OVER 1.5 (1.30, Eurobet)

Le altre partite del turno infrasettimanale di Serie A: Juventus-Frosinone, Lazio-Genoa, Palermo-Sassuolo e Sampdoria-Roma