Fantacalcio 2014/2015: i consigli per l’asta

logo
Logo Veggente 2013-2014

I consigli per l’asta iniziale del fantacalcio sono ormai uno degli appuntamenti fissi qui sul Veggente, oltre ai ragguagli e ai suggerimenti che pubblichiamo al termine del mercato invernale.

L’anno scorso è andata benissimo perché tra gli altri in attacco abbiamo consigliato Immobile, Berardi e Paulinho, che hanno fatto parecchi gol e sui quali a inizio campionato in pochi avrebbero puntato. E avere attaccanti presi a pochi crediti che fanno gol con regolarità (Immobile addirittura capocannoniere) spesso basta per vincere il proprio fantacampionato. Sarà difficile ripetersi, o forse no, ma ci proviamo perché qui al veggente ci proviamo sempre e parliamo prima, mai dopo. Il post che leggerete segue per grandi linee la struttura di quello dell’altro anno. Le leggi generali del fantacalcio sono sempre le stesse, a cambiare sono i nomi dei calciatori da prendere.

PORTIERI

Legge numero uno del fantacalcio: l’alternanza casa/trasferta dei due portieri, in modo da schierare sempre quello che gioca in casa, perché – da quando esiste il gioco del calcio – il fattore campo statisticamente conta eccome. Le alternanze più semplici da scovare sono ovviamente quelle delle squadre della stessa città, e anche quest’anno come nella scorsa stagione ce ne sono tante: Milan/Inter, Juventus/Torino, Roma/Lazio, Verona/Chievo e Genoa/Sampdoria. Ci sono anche altre alternanze assolute: Atalanta/Empoli, Cagliari/Udinese, Cesena/Fiorentina, Napoli/Palermo e Parma/Sassuolo.

Quest’anno conviene spendere qualcosina in più rispetto agli anni passati perché in tutte le alternanze assolute ci sono delle trappole. Portieri che partono titolari e potrebbero diventare panchinari o semplicemente squadre che potrebbero subire parecchi gol nel corso della stagione. La coppia da preferire e che per la sfiducia che c’è al momento nei confronti delle squadre milanesi potrebbe essere Diego Lopez/Handanovic. Il Milan non ha coppe europee e viene da una stagione fallimentari, ha fatto fuori calciatori che creavano problemi a livello di spogliatoio e ha un nuovo allenatore ambizioso. Ecco, il Milan potrebbe essere la Roma dell’anno scorso, la voglia di rivincita spesso dà vita a miracoli, e in più il Milan ha finalmente un portiere forte, l’ex Real Madrid Diego Lopez che andrà a sostituire il discontinuo Abbiati. L’Inter ha un portiere para-rigori come Handanovic, e avere un portiere che ti dà il +3 al fantacalcio è un bene. Un’altra alternanza da valutare bene anche a costo di pagarla assai è Buffon-Consigli, ci sarà solo una giornata in cui Atalanta e Juventus giocheranno contemporaneamente in trasferta. Consigli è stato tra i migliori portieri per rendimento l’anno scorso e l’Atalanta ha preso ottimi difensori sul mercato, non subendo gol nel corso del precampionato.

Le coppie da preferire:
– Diego Lopez (Milan) + Samir Handanovic (Inter)
– Buffon (Juventus) + Consigli (Atalanta).

DIFENSORI

Leandro Castan è il prototipo del difensore che non va preso al fantacalcio: è forte, ma non segnerà mai più di due-tre gol a stagione, e ha il cartellino giallo facile (l’anno scorso 7 ammonizioni e una espulsione). Lo paghereste probabilmente caro, renderebbe ma non troppo. La legge numero due del fantacalcio la sanno pure gli alberi: prendere in difesa quasi esclusivamente terzini, magari quelli più offensivi, in grado di dare un contributo prezioso con gli assist (e con qualche gol, hai visto mai).

L’Atalanta ha preso due ottimi terzini. Uno è Dramè, che l’anno scorso al Chievo ha giocato bene. Si tratta però di un terzino che pensa più a difendere che ad attaccare e che ha anche preso 5 cartellini gialli l’anno scorso. Per chi vuole un difensore col 6 probabile a poco prezzo, può essere un’idea. Altrimenti si può azzardare il terzino destro della nostra Under 21 Zappacosta, che l’anno scorso ha giocato benissimo all’Avellino e che è bravo quando attacca. Sa crossare bene e fa anche gol (2 l’anno scorso in Serie B), probabilmente Colantuono lo userà nelle partite in casa, e magari in trasferta potrebbe giocare anche da esterno di centrocampo.

Un altro giovane dell’Under 21 su cui scommettere è Rugani dell’Empoli. Pur essendo un centrale l’anno scorso nel lunghissimo campionato di Serie B è stato ammonito solo una volta, ha fatto due gol e soprattutto contribuito alla promozione della sua squadra giocando benissimo. Nelle partite casalinghe contro squadre di media o bassa classifica, potrebbe essere titolare nella vostra fantasquadra con ottimi risultati.

Un calciatore da prendere a basso prezzo e che potrebbe avere un buon rendimento è Gamberini del Chievo. Gamberini ritroverà Dainelli come compagno di reparto, nel Chievo di Corini che gioca col baricentro molto basso i difensori centrali fanno spesso bella figura perché la squadra gioca un calcio molto difensivo e quest’anno potrebbe giovarne Gamberini per riscattarsi dopo una serie di stagioni negative.

Ora qualche prima scelta. La Roma ha preso e poi rivenduto con ottime plusvalenze nel giro di due anni Marquinhos e Benatia. La scelta dell’abile direttore sportivo Sabatini per sostituire Benatia è Manolas, che ha giocato benissimo con l’Olympiakos l’anno scorso e che è stato tra i migliori al Mondiale con la Grecia. Può giocare da centrale ma anche da terzino destro con caratteristiche più difensive rispetto a Maicon. Poi c’è De Sciglio che se lasciato in pace dagli infortuni potrà finalmente mettere in mostra tutto il suo valore. Nel 4-3-3 di Inzaghi i terzini spingono parecchio sulle fasce e De Sciglio potrebbe diventare assist man come ha fatto vedere nel torneo Tim. Il Napoli ha un terzino sinistro di spinta come Gholuam che ha anche un ottimo tiro e quest’anno un paio di gol potrebbe segnarli su calcio piazzato. E poi Darmian che è stato tra i pochi positivi nell’ultimo Mondiale e che nel Torino di Ventura ha un ruolo offensivo per essere un difensore.

A proposito di tattiche di gioco che favoriscono i difensori, nel fantacalcio conviene sempre prendere gli esterni che giocano con Mazzarri. Quest’anno potrebbe interpretare benissimo il ruolo il nuovo arrivato Dodò, ex Roma. Dodò è il migliore esterno dell’Inter nella fase offensiva, l’anno scorso Jonathan e Nagatomo qualche gol l’hanno fatto ma tanti altri ne hanno sbagliati. Dodò è più tecnico e potrebbe avere una percentuale realizzativa maggiore rispetto ai suoi nuovi compagni. Anche per Dodò c’è l’incognita dei problemi fisici che spesso lo hanno limitato: se tutto gira bene, può fare un ottimo campionato.

Stesso ruolo per Widmer. Se l’Udinese ha lasciato andare via così facilmente Basta è perché sa bene di avere il sostituto pronto in casa. Widmer ha messo in mostra il suo talento già l’anno scorso, è bravissimo negli inserimenti e col posto da titolare quasi assicurato con la fiducia di Stramaccioni potrebbe giocare un gran bel campionato.

Prime scelte:
Manolas (Roma), De Sciglio (Milan), Ghoulam (Napoli), Darmian (Torino).

Rendimento assicurato a basso prezzo:
Dramè (Atalanta), Gamberini (Chievo), Antonelli (Genoa).

Gli azzardi
Dodò (Inter), Widmer (Udinese)

Giovani di prospettiva:
Zappacosta (Atalanta), Rugani (Empoli)

CENTROCAMPISTI

Se a centrocampo prendete Conti, Pinzi e altri mediani fallosi del genere, state certi che il fantacalcio non lo vincete. Il loro rendimento come voto magari sarà anche sufficiente, ma i cartellini gialli abbassano il loro contributo alla vostra fanta-squadra, e i loro gol sono piuttosto rari. Terza regola del fantacalcio: non prendere mai mediani, solo trequartisti o esterni offensivi.

Altro suggerimento è quello di prendere calciatori non impegnati con le loro squadre nelle coppe europee o quanto meno non in Champions. Tra turn over e maggiori probabilità di infortuni, meglio puntare su chi è impegnato esclusivamente in Serie A: Birsa quando è in buona forma fisica è un ottimo calciatore e lo ha dimostrato anche nel Milan per un breve periodo di tempo così come il neoacquisto Botta nell’Inter, Bonaventura migliora di stagione in stagione e se non sarà “depresso” dalla mancata chiamata di una squadra forte del campionato italiano e saprà anzi avere maggiore voglia di emergere potrà fare parecchi gol e assist.

Altri colpi a basso costo che potrebbero rivelarsi ottimi affari sono Laxalt dell’Empoli e Crisetig del Cagliari. Il primo ha grande tecnica e senso del gol, quando giocherà lo farà da trequartista. Il secondo è un giovane di qualità e giocherà con Zeman, che sa valorizzare i giovani di talento e fargli fare gol. Crisetig viene dal Crotone come Florenzi, potrebbe seguirne le orme.

Prima di infortunarsi, Kucka l’anno scorso nel Genoa era stato reinventato da Gasperini attaccante esterno con ottimi risultati. Dopo i gol consecutivi fatti a Lazio e Verona è arrivata la rottura del legamento crociato. Il calciatore slovavvo è pienamente recuperato, e se anche dovesse cambiare squadra è comunque da prendere.

Se poi volete andare sui “colpi sicuri” e spendere un bel po’ di crediti, ecco Cuadrado della Fiorentina, Mertens del Napoli, Pjanic della Roma e Kovacic dell’Inter, che secondo il veggente è fortissimo e quest’anno potrebbe anche cominciare a fare gol. Occhio alla voglia di riscatto di Marchisio. Il nuovo allenatore della Juventus ama giocare con il trequartista, e Marchisio anche in nazionale ha dimostrato di sapere interpretare bene il ruolo. Dopo l’ultima stagione negativa per numero di gol, potrebbe tornare il centrocampista goleador come nella stagione 2011/2012 (9 gol in campionato). In cerca di riscatto dopo stagioni negative anche Tachtsidis che torna nella squadra in cui ha giocato il suo migliore campionato, al Verona. Ritrova Mandorlini, allenatore che lo apprezza quasi quanto Zeman. Non sarà un goleador, ma è abile nelle verticalizzazioni e potrebbe fare parecchi assist. Poli non è stato certo tra i responsabili principali della brutta stagione del Milan l’anno scorso, ma ci si aspettava di più dal centrocampista 24enne, soprattutto qui al veggente. Poli da interno di centrocampo ha dimostrato nella Sampdoria di sapere abbinare agonismo e qualità, è molto abile negli inserimenti e Inzaghi dovrebbe usarlo parecchio nel corso di questa stagione del riscatto.

Centrocampisti offensivi titolari senza coppe europee:
Birsa o Botta (Chievo), Bonaventura (Atalanta), Kucka (Genoa)

“Fuori dal cilindro” (colpi a sorpresa):
Laxalt (Empoli), Crisetig (Cagliari)

“Colpi sicuri”:
Cuadrado (Fiorentina), Mertens (Napoli), Pjanic (Roma), Kovacic (Inter)

“Pronti al riscatto”
Marchisio (Juventus), Tachtsidis (Verona), Poli (Milan).

ATTACCANTI

Meglio stare alla larga dalla troppa concorrenza, dal turn over e dalla Champions: prendere soltanto attaccanti di Juventus, Roma e Napoli potrebbe essere un rischio. Magari capita che una domenica restate con un giocatore in meno perché Allegri, Garcia e Benitez non convocano proprio il vostro attaccante di punta in vista della partita di coppa. Serve una giusta combinazione di campioni a rischio turn over e titolari inamovibili.

Dopo una stagione negativa per via dei troppi infortuni, questo potrebbe essere l’anno di Mario Gomez. Se Giuseppe Rossi nel corso della carriere ha avuto troppe ricadute, nel caso dell’attaccante tedesco l’ultima stagione è stata anomala, mai era stato per così tanto tempo fuori. La Fiorentina gioca un calcio offensivo e Gomez nella sua carriera ha sempre mostrato le sue doti di fromboliere, è un pallino del veggente fin dai tempi dello Stoccarda. Speriamo che questa investitura possa portargli fortuna dopo un anno difficilissimo.

Stesso discorso per El Shaarawy. L’addio a Balotelli è indirettamente una promozione per El Shaarawy che ha iniziato a giocare male e a non fare più gol in rossonero proprio da quando è arrivato Balotelli. Nel 4-3-3 di Inzaghi El Shaarawy ha tutte le caratteristiche per tornare a fare gol con regolarità come nel girone di andata di due stagioni fa. Sulle sue qualità ci sono pochi dubbi. In alternativa c’è Quagliarella. Il gioco di Ventura esalta attaccanti con particolari caratteristiche, Quagliarella non farà gli stessi gol di Immobile ma a dieci dovrebbe arrivare, anche qualcosina in più.

Quest’anno l’allenatore del Cagliari sarà Zeman, che è una miniera d’oro per il fantacalcio. Gli attaccanti delle squadre di Zeman segnano parecchio, tra quelli a disposizione del boemo la scelta ricade su Sau. Zeman ha già allenato Sau ai tempi del Foggia, e Sau ha dimostrato di sapere fare gol con regolarità in Serie A anche senza essere allenato da Zeman. Probabilmente Sau tirerà anche i calci di rigore, ed è per questo che è da preferire a Ibarbo. In ogni caso prendete un attaccante del Cagliari, visto che c’è Zeman allenatore non ve ne pentirete.

L’anno scorso qui al veggente consigliammo Berardi del Sassuolo come sesto attaccante per il fantacalcio da prendere a pochi crediti. Quest’anno sarà maggiore la concorrenza per prenderlo, ma questo ragazzo ha un grande potenziale, il Sassuolo di Di Francesco gioca un calcio offensivo e Berardi tirerà i calci di punizione e soprattutto i rigori.

L’anno scorso ha deluso Muriel, che quest’anno con l’arrivo di Thereau nemmeno parte titolare. Il colombiano però ha un grandissimo potenziale, l’Udinese non avrà l’Europa League e Stramaccioni potrebbe rivalutarlo anche perché Di Natale non può reggere una stagione interna. Se non c’è nessuno che vi segue su aste folli, prendetelo perché potrebbe valerne la pena.

La scommessa è Belotti. Nel Palermo ha dimostrato di sapere fare gol in tutti i modi (ne ha fatti 10 su 24 partite, 3 in 9 partite con la nazionale Under 21), e Iachini dovrebbe dargli fiducia incondizionata anche perché ha caratteristiche diverse rispetto agli altri attaccanti.

La lista dei sei attaccanti:
1) Mario Gomez (Fiorentina)
2) El Shaarawy (Milan) o Quagliarella (Torino)
3) Sau (Cagliari)
4) Berardi (Sassuolo)
5) Muriel (Udinese)
6) Belotti (Palermo)

Rigoristi: Denis (Atalanta), Sau (Cagliari), Cascione (Cesena), Paloschi (Chievo), Tavano (Empoli), Giuseppe Rossi o Mario Gomez (Fiorentina), Matri o Pinilla (Genoa), Palacio (Inter), Vidal (Juventus), Candreva (Lazio), Pazzini (Milan), Higuain (Napoli), Hernandez o Belotti (Parma), Cassano (Parma), Totti (Roma), Eder o Gabbiadini (Sampdoria), Berardi (Sassuolo), Quagliarella (Torino), Di Natale (Udinese), Toni (Verona).

IMPORTANTE: se avete dubbi o domande, fatele nei commenti. Proveremo a rispondervi e risponderanno anche altri appassionati di fantacalcio come voi. In bocca al lupo!