Fantacalcio: i consigli per l’asta di riparazione

asta riparazione fantacalcio mercato

Il mercato di riparazione al fantacalcio non conta quanto l’asta di inizio stagione ma può trasformare una stagione di fantacalcio deludente in una stagione trionfale, o viceversa, se non si fa attenzione: quindi scambi oculati, niente follie e niente tentazioni esotiche. Quando finirà la sessione invernale del calciomercato daremo una serie di consigli sull’asta di riparazione, con più ordine.

Come promesso in questo post in cui il veggente – tra le altre cose – ha ricordato i consigli di inizio stagione, tipo Berardi (12 gol) e Immobile (11 gol) ma soprattutto Monzon, ora che è finito il calciomercato tocca dare una lista di consigli su chi conviene prendere tra i calciatori che prima di gennaio non giocavano in Serie A.

PORTIERI
Per quanto riguarda i portieri, considerate che Agazzi è andato al Chievo e dovrebbe sostituire Puggioni come titolare. Nella Lazio ultimamente sta giocando Berisha, ma il ds Tare ha spiegato che Marchetti ha dei problemi fisici che dovrebbe risolvere a breve, e che quando sarà pronto tornerà titolare. Nel Cagliari – dopo la breve parentesi Adan, rispedito in Spagna dopo gli errori contro la Juventus – il titolare è Avramov, e lo sarà con ogni probabilità fino alla fine del campionato.

DIFENSORI
Ad inizio campionato il veggente ha consigliato D’Ambrosio, che due gol e due assist li ha fatti, e ha giocato bene. È passato all’Inter, dove Jonathan e Nagatomo sembrano in calo: dovrebbe trovare spazio, e nel gioco che fa Mazzarri gli esterni ogni tanto il gol lo fanno (Nagatomo ad esempio ne ha già fatti 5, gli stessi che ha fatto finora Kakà, per dire).

Il Napoli ha preso Ghoulam, che molto probabilmente sarà titolare come terzino sinistro al posto di Reveillere, che finora ha giocato male. Ghoulam è un terzino bravo ad attaccare: in questa prima parte di stagione al St. Etienne ha fatto un gol e soprattutto quattro assist. Per chi gioca con gli assist può essere una buona idea prenderlo.

Tra i calciatori che forse nessuno ha nel vostro fantacampionato, e che per via del cambio di squadra potrebbero tornare utili ci sono Burdisso (Genoa) e Cannavaro (Sassuolo). Qualche gol potrebbero farlo, ma è meglio prenderli soltanto se serve fare numero per la panchina, perché al fantacalcio in difesa devono giocare i terzini (lo ripetiamo da anni). Per questo motivo è da scartare anche Rami del Milan: ve lo contenderebbero – attirati dal gol segnato contro il Torino – e non ne vale la pena, visto il cattivo rendimento della difesa milanista in questa stagione.

Per fare numero meglio allora buttarsi eventualmente su De Ceglie, che è andato al Genoa dove giocherà da esterno di centrocampo, su Cavanda, che col ritorno di Reja dovrebbe trovare più spazio, oppure su Rosi, ora al Sassuolo. Sta giocando bene anche Dramè del Chievo.

Campioni nel ruolo di difensore per cui lottare all’asta, in Italia non ne sono arrivati, e in ogni caso al fantacalcio i crediti è meglio spenderli per centrocampisti offensivi o attaccanti.

CENTROCAMPISTI
Se a qualcuno è sfuggito a inizio campionato Jorginho, prenderlo non è una cattiva idea, anche se non sarà più rigorista come al Verona: il mancato inserimento nella lista Uefa lo candida a un posto da titolare in campionato, anche perché Inler e Dzemaili sono in fase calante. Vietato però fare follie, meglio non spendere troppo.

Bastos sarebbe stato un vero affare se fosse stato considerato difensore, come centrocampista forse meno.

Sul brasiliano c’è qualche dubbio per quanto riguarda le condizioni fisiche: se ritroverà presto una forma accettabile molto probabilmente sarà titolare, soprattutto nella partite in casa, in cui la Roma deve provare ad attaccare con più calciatori contro squadre che si chiudono in difesa. Rudi Garcia lo ha già allenato in passato (al Lille, nella stagione 2008/2009, quando fece 14 gol e 13 assist) e ha richiesto il suo acquisto, motivo per cui c’è da essere ottimisti. Bastos è un calciatore che ama attaccare, ma nella Roma potrebbe giocare da terzino, e quindi prenderlo come centrocampista non è un affarone. Anche in questo caso, meglio non partecipare a eventuali aste al rialzo.

E ‘sto Anderson che è passato dal Manchester United alla Fiorentina, vale la pena? Mica tanto. Le sue qualità tecniche non si discutono: da buon brasiliano con i piedi ci sa fare, però non è uno di quei centrocampisti che fa parecchi gol, anzi. Da quando è in Europa con le maglie di Porto e Manchester United non ha mai fatto più di due gol a stagione.

Un calciatore che potrebbe fare molto bene è Marquinho, passato dal Verona alla Roma. Il 4-3-3 di Mandorlini ha perso Jorginho, e l’intenzione dell’allenatore è quello di mettere Cirigliano in mediana a protezione della difesa e puntare tutto sulle ripartenze con la velocità di Romulo a destra e Marquinho a sinistra. Marquinho è molto bravo nelle incursioni e ha un buon tiro dalla distanza. Alla Roma prima di questo campionato – in cui ha trovato poco spazio – ha fatto 7 gol su 41 partite, confermando le buone doti statistiche dei tempi della Fluminense, con la quale aveva segnato otto gol tra 2010 e 2011.

Per Honda il discorso è complesso. Si tratta di un calciatore molto forte, non un campionissimo. Ci sarebbe il vantaggio che non può giocare in Champions, ma il Milan riuscirà a superare l’Atletico Madrid? Con un Milan eventualmente non più impegnato in coppa, nelle trasferte di campionato – per dare più equilibrio – potrebbe essere schierato più spesso Montolivo trequartista piuttosto che Honda. In ogni caso se avete un attacco forte e vi serve un centrocampista offensivo – anche da pagare con un buon numero di crediti – prendete Honda, altrimenti prendete un attaccante, perché qualche dubbio sul giapponese c’è.

Taarabt è un calciatore di grande talento e tecnica, ma è un po’ troppo lento per il calcio italiano. Se avrà un po’ di spazio nella formazione titolare non è però da escludere qualche suo colpo ad effetto: il problema è che per prendere Taarabt dovete avere almeno altri sei centrocampisti titolari fissi.

Per fare numero potrebbe essere una buona occasione Brighi, passato al Sassuolo. Nel nuovo schema di Malesani è il centrocampista centrale che proverà di più gli inserimenti, e in zona gol è stato sempre affidabile. Già in questa stagione ha fatto due gol, e nelle stagioni passate solo una volta è rimasto a secco.

ATTACCANTI
Come noto, è il ruolo più importante al fantacalcio. Se non hai attaccanti che segnano, hai perso. C’è qualche calciatore che può svoltarti la stagione e che magari al momento non ha nessuno? Mmm.

Una buona idea potrebbe essere quella di puntare su Floccari, se non avete però seguito il consiglio del veggente di inizio campionato di puntare su Berardi. Il Sassuolo ha migliorato la sua squadra nel corso del calciomercato, è una squadra che gioca all’attacco, e così Floccari i suoi gol potrebbe farli. Con la Lazio ha segnato 4 gol su 6 partite di Europa League, e nelle squadre “provinciali” ha sempre fatto bene: 12 gol nell’Atalanta (2008/2009) e 8 nel Parma (2011/2012).

Nella Lazio sta diventando titolare Keita, che è fortissimo e merita fiducia. Una buona idea potrebbe essere anche prendere Belfodil: Mazzarri non lo ha fatto quasi mai giocare, ma è un attaccante dalle enormi potenzialità. Ha fisico, è molto alto e forte nel gioco aereo, ed è pure veloce tanto da potere giocare anche da attaccante esterno, all’occorrenza. Nel Livorno potrebbe fare parecchi gol.

L’attaccante più forte arrivato in Italia nel corso del calciomercato invernale è senza dubbio Osvaldo. Alla Juventus i titolari sono Tevez e Llorente, e di sicuro Osvaldo è il primo sostituto dei due; ma quante partite giocherà in campionato? Quanti crediti vale la pena spendere per un attaccante che prende pure parecchi cartellini gialli e rossi? Allora forse meglio spendere meno e prendere Belfodil e Floccari, o magari tutti e due. Senza dimenticare Maxi Lopez, che ieri ha fatto gol e ha giocato molto bene nella Sampdoria, squadra in cui sarà titolare.

Nei commenti via libera a richieste di consigli al veggente e agli altri utenti del sito. In bocca al lupo e fateci sapere.