Inter-Genoa alle 18:00, poi tutte le altre

Serie A

Serie A

INTER – GENOA | domenica ore 18:00

Al Genoa la storia si ripete. Ai rossoblù i giocatori di talento non mancano, ma il continuo via-vai che ha reso il centro di allenamento di Pegli una sorta di pub dalle porte girevoli, non aiuta a costruire un progetto duraturo. Preziosi è il solito mangia-allenatori, la difesa resta sulla carta troppo debole, e la dirigenza sembra non avere imparato dagli errori commessi nel recente passato nella costruzione della squadra.

Agli utenti che visitano il sito del veggente da più di un anno sembreranno frasi già lette, e infatti è così. Sono parole già utilizzate lo scorso anno, ma se si guarda la tabella trasferimenti si capisce che ancora una volta il Genoa ha cambiato troppi calciatori. Via Frey, Granqvist, Bovo, Moretti, Jankovic, Borriello e Immobile; dentro Perin, Vrsaljko, Marchese, Lodi, Santana e Gilardino. Mai un po’ di continuità, e anche la scelta dell’allenatore è azzardata. Magari Liverani sarà bravissimo, ma è pur sempre una scommessa, e non ha esperienza da allenatore a questi livelli. La sconfitta ai rigori contro lo Spezia in Coppa Italia è già un segnale d’allarme per il Genoa.

Per questi motivi l’Inter – che pure non ha uno squadrone, e ora come ora non può ambire alle prime tre posizioni – parte favorita. Il nuovo allenatore Mazzarri sul piano motivazionale è uno dei migliori, l’Inter non ha cambiato tantissimo rispetto allo scorso anno e quanto meno i giocatori già si conoscono. E poi c’è lo scatenato Palacio che ha giocato benissimo nelle amichevoli estive e anche in Coppa Italia nella vittoria contro il Cittadella. La vittoria dell’Inter è a quota 1.70 su William HillWilliam Hill Scommesse Sportive, Palacio marcatore è a 2.50 su Paddypower che accredita ai nuovi utenti che si registrano al sito l’importo della prima scommessa effettuata, vincente o perdente che sia (fino a un massimo di 50€).

Probabili formazioni
INTER: Handanovic, Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus, Jonathan, Guarin, Cambiasso, Alvarez, Nagatomo, Palacio, Icardi.
GENOA: Perin, Vrsaljko, Manfredini, Portanova, Antonelli, Kucka, Lodi, Cofie, Bertolacci, Santana, Gilardino.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.80, William HillWilliam Hill Scommesse Sportive)
PALACIO MARCATORE (2.50, Paddypower)

CAGLIARI – ATALANTA | domenica ore 20:45

A vedere giocare Cagliari-Atalanta, non sembrerà vero che si tratterà di una partita della stagione 2013/2014. Il Cagliari ha la stessa formazione titolare dello scorso anno, l’Atalanta quasi: le uniche aggiunte nella squadra di Colantuono sono Nica e Yepes in difesa. L’anno scorso le due partite del campionato finirono con lo stesso risultato di 1-1 sia all’andata che al ritorno e ci fu una espulsione in tutti e due i casi. Da un punto di vista statistico non fu una sorpresa, a fine anno Cagliari e Atalanta sono state le due squadre con più ammoniti in Serie A, 109 il Cagliari (+9 espulsioni) e 107 l’Atalanta (+13 espulsioni).

Molto probabilmente anche quest’anno sarà una partita ruvida, con tante ammonizioni e pochi gol, soprattutto nel primo tempo. Nello scorso campionato infatti solo la Juventus ha subito meno reti del Cagliari (12) nei primi tempi, e – visto che il Cagliari ha mantenuto praticamente la stessa squadra – questa statistica verrà probabilmente ereditata anche in questa stagione. L’allenatore del Cagliari Lopez dovrebbe fare giocare Nainggolan da trequartista per farlo andare subito in pressing sul giocatore dell’Atalanta che ha il compito di creare gioco grazie alla sua precisione nei passaggi, e cioè Cigarini. In questa posizione Nainggolan potrà anche provare il tiro dalla distanza, si trova a quota 21.00 come primo marcatore. Il problema per il Cagliari è che l’Atalanta giocherà col baricentro molto basso e per Ibarbo – senza spazi a disposizione per fare valere la sua velocità – sarà difficile fare la differenza.

Probabili formazioni:
CAGLIARI: Agazzi, Perico, Rossettini, Astori, Murru, Dessena, Conti, Ekdal, Nainggolan, Ibarbo, Pinilla.
ATALANTA: Consigli, Nica, Stendardo, Yepes, Del Grosso, Raimondi, Cigarini, Carmona, Bonaventura, Denis, Livaja.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
1X (1.40, Tipico)
UNDER 1.5 PRIMO TEMPO (1.32, Tipico)
LAZIO – UDINESE | domenica ore 20:45

Lazio e Udinese hanno perso malamente l’ultima partita giocata. La Lazio ne ha presi quattro dalla Juventus nella finale di Supercoppa Italiana giocata all’Olimpico, l’Udinese ha perso in casa – anche se ha giocato a Trieste – contro il non irresistibile Slovan Liberec negli spareggi di Europa League, e con un passivo pesante di 1-3. L’Udinese è stata parecchio sfortunata, gli avversari hanno fatto tre tiri in porta, tutti e tre all’incrocio dei pali. Guidolin però è un perfezionista, e chiederà ai suoi giocatori maggiore attenzione in fase difensiva, e lo stesso farà Petkovic dopo la brutta figura rimediata contro la Juventus. Difficile quindi pensare ad una partita in cui Udinese e Lazio giocheranno in modo spensierato all’attacco, anche se il maggiore possesso palla sarà molto probabilmente della Lazio. Nell’Udinese è in dubbio la presenza di Di Natale, e anche gli alberi sanno che se l’Udinese segna, una volta su tre è merito suo. Tra l’altro la Lazio è la vittima preferita di Di Natale, che contro i biancocelesti ha segnato in carriera ben 12 gol. L’under è a quota 1.72 su Paddypower.

Probabili formazioni:
LAZIO: Marchetti, Cavanda, Biava, Dias, Radu, Ledesma, Candreva, Gonzalez, Hernanes, Lulic, Klose.
UDINESE: Kelava, Heurtaux, Danilo, Domizzi, Basta, Pinzi, Allan, G. Silva, Pereyra, Muriel, Maicosuel.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1X (1.25, William HillWilliam Hill Scommesse Sportive)
UNDER (1.72, Paddy Power)
LIVORNO – ROMA | domenica ore 20:45

Il Livorno per la prima partita di campionato contro la Roma manderà in campo la formazione che ha vinto i playoff del campionato di Serie B. Evidentemente non può bastare per fare un campionato tranquillo, servono rinforzi e infatti arriveranno. La Roma ha cambiato molto di più rispetto al Livorno, anche se non si capisce bene se la dirigenza sia in uno stato confusionale o se ci sia un piano ben preciso studiato a tavolino con il nuovo allenatore Garcia. Di sicuro la Roma è una squadra meno offensiva rispetto a quella degli anni passati, e ha un portiere serio e di grande esperienza, forte anche per come sa tenere alta la concentrazione della linea difensiva (insomma un rompipalle, per i difensori, ma i risultati poi si vedono). Uno dei migliori acquisti è Benatia, che è un difensore.

Rudi Garcia gioca col 4-3-3, ma è una versione molto più difensiva che prevede un mediano di rottura piazzato davanti la difesa (De Rossi), e tra centrocampo e attacco ci saranno giocatori di grande corsa e sacrificio. La manovra offensiva dovrebbe spostarsi di più sulle fasce, Totti farà da suggeritore per i tagli di Maicon, Balzaretti, Florenzi e Gervinho: la Roma anche per questo motivo potrebbe battere più calci d’angolo del Livorno, e la quota è 2.00 su Paddypower. Sarà forse una Roma più provinciale, più concreta e anche il “2” a quota 2.05 su Paddypower è da provare.

Probabili formazioni:
LIVORNO: Bardi, Bernardini, Emerson, Valentini, Schiattarella, Luci, Greco, Duncan, Lambrughi, Dionisi, Paulinho.
ROMA: De Sanctis, Maicon, Benatia, Castan, Balzaretti, Pjanic, De Rossi, Bradley, Florenzi, Totti, Gervinho.

PROBABILE RISULTATO: 0-1
2 (2.05, Paddy Power)
ROMA SQUADRA CON + CALCI D’ANGOLO (2.00, Paddy Power)

Qui parliamo di Napoli-Bologna, Parma-Chievo e Torino-Sassuolo