NBA: ultima chance per Boston

BOSTON CELTICS – NEW YORK KNICKS

È già dentro o fuori per i Celtics. Boston ha sofferto più del previsto il gioco verticale e quasi completamente votato all’attacco dei Knicks, vittoriosi sia in gara 1 che in gara 2. Anche per quanto riguarda la difesa, specialità casalinga dei biancoverdi, Boston ha deluso: Garnett e Pierce non sono quelli della regular season, Bradley (tra i primi dieci difensori della lega) non è riuscito a contenere un JR Smith finora straripante – 19 punti dalla panchina due notti fa per il sesto uomo dell’anno – e l’attesissimo Terry, più che “animale da playoff”, si sta comportando da svogliato pensionato. Gara 3 dovrebbe (e potrebbe) essere la gara della svolta per i Celtics: una sorta di ultima chiamata per evitare di concludere nel peggiore dei modi il ciclo di un gruppo vincente e straordinario. L’arma in più per gli uomini di Doc Rivers sarà il tifo assordante del Garden che sommergerà di fischi i giocatori di New York non appena prenderanno la palla tra le mani.

PRONOSTICO: Boston vincente (1.60 su Paddypower)

LOS ANGELES LAKERS – SAN ANTONIO SPURS

Bryant o non Bryant, l’impressione è che con questi Spurs anche con Kobe a fabbricare magie in mezzo al campo sarebbe stata necessaria l’impresa. San Antonio nei primi due match è stata superiore in tutto, dal primo fino all’ultimo minuto. I big three (Duncan, Parker e Ginobili) sono tornati a fare i big three nei momenti che contano per la felicità di coach Popovich: il play francese, facilitato dalla scarsa concorrenza – sia Blake che Nash si stanno rivelando inadeguati, specie in fase difensiva – giovedì notte ha sfornato una prestazione da incorniciare con 28 punti conditi da 7 assist. I Lakers, pur dando il massimo in Texas, non possono sperare di passare il turno grazie al solo Howard (16p e 9 rimbalzi in gara 2), unica vera spina nel fianco per la difesa grigionera. Il ritorno allo Staples, questa notte, non potrà che giovare alla truppa gialloviola, soprattutto dal punto di vista delle motivazioni: gli Spurs faticheranno non poco per accaparrarsi la terza sfida della serie.

PRONOSTICO: San Antonio vincente (1.44 su Paddypower)
GOLDEN STATE WARRIORS – DENVER NUGGETS

Più che una sfida di postseason, gara 2 è sembrato a molti un incontro di fine stagione regolare. Poca difesa, molto attacco, tantissimi canestri. Il punteggio finale ha visto a sorpresa trionfare i Warriors addirittura per 131 a 117, con trenta punti (più 12 assist) di un sontuoso Stephen Curry che ha lasciato a bocca aperta i presenti al Pepsi Center, forse troppo convinti di lasciare il Colorado sul 2 a 0. E invece no, Golden State è riuscita a riportare in parità una serie che si preannuncia infuocata e dove può ancora succedere di tutto. I playoff mancano nella Bay Area dal 2007, l’anno in cui, da ottavi ad Ovest, i Warriors furono capaci di mettere ko i Mavericks di Nowitzki in possesso del miglior record della lega: a quei tempi il catino dell’Oracle Arena (interamente addobbato di giallo per l’occasione) si rivelò fondamentale per compiere il miracolo. Andrà così anche stavolta?

PRONOSTICO: Golden State vincente (1.80 su Paddypower)