Barcellona, senza Messi col Psg non sarà facile

Champions League
BARCELLONA – PSG | mercoledì ore 20:45

Se giochi contro il Barcellona nella fase ad eliminazione diretta della Champions League e sei ancora in corsa per la qualificazione nella partita di ritorno è già un buon risultato. Il Psg di Ancelotti arriva a giocare al Camp Nou consapevole di avere già dimostrato di essere a buon punto nel progetto di avvicinamento alle squadre dominatrici del calcio europeo e con la consapevolezza di non avere nulla da perdere.

Il Milan negli ottavi di finale ha vinto la partita di andata 1-0, al ritorno ha perso 4-0 ed è stato dominato dall’inizio alla fine sul piano del gioco, eppure ha preso un palo con Niang quando il risultato era ancora di 1-0 per il Barcellona. Fosse stato gol, la partita avrebbe preso forse altre strade. Perché riprendere l’esempio del Milan? Perché il Psg ha giocatori in attacco più bravi a fare gol rispetto a quelli schierati da Allegri nella partita giocata in Spagna: El Shaarawy nel 2013 sta combinando poco, gli altri due erano Boateng e Niang (zero gol in Serie A). Pazzini era infortunato, Balotelli non utilizzabile. Il Psg ha Pastore, Menez, Lucas, Lavezzi e un certo Ibrahimovic.

La partita di andata
Ancelotti da un punto di vista tattico ha trovato le contromisure giuste per dare fastidio al Barcellona. In fase di non possesso palla Lavezzi ha marcato ad uomo Busquets che è il primo distributore di pallone dei tanti che il Barcellona ha in squadra. Il pressing alto con le linee di centrocampo e difesa distanziate tra loro ha visto in Lucas e Pastore gli altri due interpreti, con Xavi e Iniesta nel mirino. Le poche volte che il Barcellona ha perso il pallone Beckham – molto criticata dai giornali francesi la sua prestazione da centrocampista centrale – non è stato abile a rilanciare l’azione e a distribuire i giusti palloni in profondità per la velocità di Lucas o Lavezzi. Quando l’azione è partita dalla difesa, i due terzini hanno spesso effettuato il lancio lungo per Ibrahimovic che solitamente vince un’altissima percentuale di scontri nel gioco aereo.

Le assenze di Messi, Puyol e Mascherano
Oltre al 2-2 raggiunto proprio nel finale quando la sconfitta appariva certa, la notizia più bella della partita di andata per il Psg a volere essere cattivi è stata l’infortunio di Messi, che stasera partirà molto probabilmente dalla panchina. Il Barcellona è una squadra fortissima anche senza Messi, ma l’argentino ha fatto 57 gol su 45 partite, distribuendo anche 17 assist. È stato protagonista di 74 dei 137 gol segnati in questa stagione dal Barcellona. Più della metà dei gol del Barcellona sono passati dai piedi di Messi. In difesa non ci saranno Puyol e Mascherano infortunati. Insieme a Piqué al centro dovrebbe esserci Adriano, un esterno sinistro di centrocampo adattato dal Barcellona a terzino sinistro e adesso addirittura a centrale. Un altro vantaggio non di poco conto per il Psg.

Che partita sarà (tatticamente)?
Il Psg proverà a giocare la stessa partita dell’andata. C’è un solo cambio in formazione: Verratti al posto di Matuidi. Verrà a mancare qualcosa in fase di interdizione, ma se il Barcellona gioca come sa in fase difensiva per opporsi non è tanto importante essere abili nei contrasti o nel rubare palla, quanto stare nelle posizioni giuste per evitare che i giocatori possano mettere in opera il tiki-taka e passarsi il pallone tra loro velocemente e senza opposizioni. Tatticamente Verratti è abile, di sicuro è più bravo di Matuidi a lanciare negli spazi gli attaccanti grazie alle lezioni di Zeman ai tempi del Pescara. Tra Verratti e Beckham qualche lancio giusto per gli attaccanti in questa partita di ritorno dovrebbe arrivare.

Le scommesse
Per questa partita Paddypower prevede un Power Bonus: un rimborso delle scommesse perse su “primo marcatore”, “parziale primo tempo/finale” e “risultato esatto” in caso di pareggio finale col risultato di zero a zero (che cos’è il Power Bonus?). C’è dell’altro. A partire dalla scorsa settimana grazie al via libera di Aams, Paddy propone anche delle giocate che si possono combinare (di solito non è possibile giocare in multipla dei pronostici inerenti alla stessa partita): “Risultato finale + Under/Over 2.5” (indovinare il risultato finale della partita e se saranno segnati almeno tre gol oppure no), “Squadra di casa vincente a 0 – si/no” (indovinare se il Barcellona vincerà senza subire gol oppure no), “Squadra in trasferta vincente a 0 – si/no” (indovinare se il Psg vincerà senza subire gol oppure no) e “Esito finale 1X2 + Entrambe le squadre segnano”.

Anche in questa partita di ritorno potrebbero esserci tanti gol. Entrambe le squadre a segno a quota 1.66 su Paddypower che propone l’over 3.5 (almeno quattro gol complessivi nel corso della partita) a quota 2.20.


Formazioni ufficiali:
BARCELLONA: Valdés, Alves, Piqué, Adriano, Alba, Xavi, Busquets, Iniesta, Pedro, Cesc, Villa.
PSG: Sirigu, Jallet, Alex, Thiago Silva, Maxwell, Lucas, Verratti, Motta, Pastore, Lavezzi, Ibrahimovic.

PRONOSTICO: 2-2