Montenegro-Inghilterra e Francia-Spagna


Il sistema di qualificazione ai mondiali è un po’ contorto: chi arriva primo nel girone è dentro sicuro; chi arriva secondo forse. Funziona così: le 53 squadre Uefa sono divise in 9 gruppi; solo 13 squadre, alla fine, prenderanno parte al mondiale 2014 in Brasile. Ci sono 8 gruppi da 6 squadre e uno (il gruppo I) da 5 squadre. Si qualificheranno al mondiale i vincitori di ogni gruppo, mentre le migliori 8 seconde classificate disputeranno degli spareggi (e solo le vincenti di questi spareggi otterranno il pass per i mondiali).
Dato che nel gruppo I c’è una squadra in meno rispetto agli altri gironi, le partite contro le squadre classificatesi al sesto posto degli altri gironi non sono valide per il conteggio dei punti delle migliori seconde squadre.

Questa la classica attuale del girone H: Montenegro 13, Inghilterra 11, Ucraina 5, Polonia 5, Moldova 4, San Marino 0. Ucraina e Polonia hanno una partita in meno.

MONTENEGRO – INGHILTERRA | martedì ore 21:00

Il Montenegro primo in classifica nel girone H sfida l’Inghilterra seconda con due punti di ritardo. Una trasferta molto difficile per la nazionale di Hodgson e non solo da un punto di vista ambientale. Il Montenegro è forte, soprattutto in attacco dove può contare su due giocatori spesso decisivi nel campionato di serie A, Vucinic della Juventus e Jovetic della Fiorentina. In questa partita i due attaccanti avranno di fronte dei difensori centrali che raramente hanno giocato da titolari nell’Inghilterra e cioè Smalling e Lescott. Terry ha detto addio alla nazionale a settembre del 2012, Rio Ferdinand è infortunato, come Gary Cahill e Phil Jagielka. Spazio quindi all’inedita coppia Smalling-Lescott, col problema evidente che oltre a non avere mai giocato insieme tutti e due nel corso della stagione hanno fatto per lo più panchina nei rispettivi club di appartenenza. Con Hart l’Inghilterra aveva pensato di risolvere definitivamente il problema di affidabilità dei portieri, e invece il rendimento del giocatore del Manchester City in questa stagione è stato pessimo.

L’Inghilterra un gol potrebbe subirlo, e per vincere questa partita dovrà sperare nelle giocate del suo campione Rooney, che qui in Montenegro ha un cattivo ricordo relativo all’espulsione nella partita di qualificazione agli Europei del 2012. Quella partita finì col risultato di 2-2, andrà così anche questa volta?

La quota per il segno “gol” (entrambe le squadre a segno) è 2.00 su Paddypower, il pareggio è bancato a 3.50 da Betclic che propone anche un ottimo bonus ai nuovi utenti che si registrano.

Probabili formazioni:
MONTENEGRO: M. Bozovic, V. Bozovic, Basa, Savic, Volkov, Zverotic, Novakovic, Vukcevic, Kasalica, Vucinic, Jovetic.
INGHILTERRA: Hart, Johnson, Smalling, Lescott, Cole, Gerrard, Cleverley, Milner, Rooney, Young, Defoe.

PRONOSTICO: 2-2

I pronostici sulle altre partite del girone:
Ucraina – Moldova 2-0
Polonia – San Marino 4-0.

Questa la classica attuale del girone I: Francia 10 (4), Spagna 8 (4), Georgia 4 (5), Bielorussia 3 (4), Finlandia 2 (3). Tra parentesi il numero di partite giocate.

FRANCIA – SPAGNA | martedì ore 21:00

Francia – Spagna potrebbe rappresentare per la nazionale campione del mondo e d’Europa l’occasione del riscatto come lo è stato Barcellona – Milan per Messi e compagni. E il paragone non è casuale perché ci sono nella probabile formazione della Spagna che giocherà stasera Valdes, Piquè, Busquets, il recuperato Xavi, Iniesta e Villa, sei undicesimi del Barcellona. In questi giorni – dopo il pareggio contro la Finlandia -, si sta parlando della fine di un ciclo, della crisi del tiki-taka. Forse sono semplicemente le motivazioni a venire un po’ meno, dopo che si è vinto tutto. E così si può spiegare il deludente pareggio con la Finlandia. Andare in Francia a riprendersi il primo posto in classifica – però – dà grandi stimoli e la Spagna è ancora nettamente superiore per qualità di gioco e tecnica individuale dei protagonisti in campo. L’ultimo confronto diretto degli Europei lo ha confermato in modo evidente. E anche la partita di andata, con Deschamps in panchina al posto di Blanc nella Francia – è stata un monologo della Spagna con gol del pareggio a dir poco fortunato – e a tempo scaduto – di Giroud per la Francia.

Alla Francia un pareggio andrebbe benissimo, permetterebbe di conservare il primo posto in classifica e in caso di vittorie – probabili – nelle successive partite contro le modeste Georgia, Finlandia e Bielorussia la qualificazione ai mondiali sarebbe sicura. È per questo motivo che la Spagna ha soltanto la vittoria a disposizione.

La vittoria della Spagna è a quota 2.30 su Eurobet.

Probabili formazioni:
FRANCIA: Lloris, Jallet, Varane, Sakho, Evra, Pogba, Matuidi, Cabaye, Valbuena, Giroud, Ribery.
SPAGNA: Valdes, Arbeloa, Pique, Ramos, Monreal, Xavi, Busquets, Alonso, Pedro, Villa, Iniesta.

PRONOSTICO: 1-2