Valencia-Psg è l’altra partita del martedì

Champions League

VALENCIA – PSG | martedì ore 20:45

Al minuto 83, sul risultato di 2-0 in suo favore, il Psg ha subito un gol dal Bastia nell’ultima partita di Ligue 1 giocata venerdì scorso. Può capitare, direte voi. Sirigu però si è messo a gridare come un dannato, disperato. Non tanto perché la partita si era riaperta e il risultato era stato messo di nuovo in discussione. E nemmeno perché il gol arrivato su calcio piazzato è stato dovuto ad un suo errore di posizione. Si è arrabbiato tanto perché quel gol ha messo fine ad una imbattibilità lunghissima, oltre otto partite senza subire gol. Il record precedente di Bernard Lama è stato già superato, ma già che c’era voleva continuare, giustamente. Anche perché questo Psg non ha nulla a che fare con tutti i Psg della storia del calcio. Questo ha i soldi, e sono parecchi, dello sceicco Al Thani. La vittoria nella Ligue 1, campionato sicuramente meno competitivo di Premier League, Bundesliga, Liga e Serie A, è fuori discussione se compri giocatori come Thiago Silva, Verratti, Lucas, Menez, Lavezzi e Ibrahimovic. E infatti il Psg ha sei punti di vantaggio sulla seconda in classifica, un buon margine. Però fare la collezione di figurine non vuole dire necessariamente vincere subito la Champions League, per fare questo ci vogliono molti altri fattori.

Su Valencia-Psg c’è il Power Bonus di Paddypower.

Tornando al discorso iniziale, però, si capisce come anche in un campionato rionale se non subisci gol per otto partite di fila vuol dire che hai una squadra davvero forte, e solida in difesa. Ancelotti, che è stato scelto dallo sceicco perché la Champions l’ha vinta due volte, schiera la sua squadra con un 4-4-2 solo all’apparenza classico, perché sulle fasce di centrocampo ci sono giocatori dalle spiccate doti offensive: Lucas, Pastore e Menez si giocano i due posti disponibili. Il problema sono le assenze, mancherà in difesa Thiago Silva e a centrocampo l’esperienza di Thiago Motta, anche se Verratti è il giocatore ideale da schierare se hai da lanciare in profondità giocatori come Lavezzi, Lucas e Menez, a maggior ragione con le sponde di Ibrahimovic.

Betclic propone la quota di 1.52 per la doppia chance X2 in Valencia-Psg.

Il potenziale complessivo del Psg è sicuramente maggiore rispetto a quello del Valencia, che però da quando ha cambiato allenatore ha migliorato il suo rendimento. Valverde ha preso alcuni accorgimenti tattici, tra cui quello di schierare Ruiz da mediano davanti la difesa, che hanno portato ottimi risultati nella Liga (6 vittorie su 9 partite). I tre confronti con il Real Madrid tra campionato e Coppa del Re (due brutte sconfitte e un pareggio) hanno però dimostrato allo stesso tempo che questo Valencia rispetto al recente passato non è più in grado di opporsi alle squadre piene di campioni come il Psg, destinato nel doppio confronto ad ottenere la qualificazione ai quarti di finale. Allo stesso tempo è anche vero che vincere al Mestalla, lo stadio del Valencia, non è mai facile, nemmeno in Champions. L’ultima squadra che c’è riuscita è stata il Manchester United nel 2010, il Valencia nelle successive nove partite non ha mai perso subendo solo cinque gol, mai più di uno a partita.

Formazioni ufficiali:
VALENCIA: Guaita; Joao Pereira, Rami, Ricardo Costa, Guardado; Banega, Parejo, Tino Costa; Feghouli, Soldado, Jonas.
PSG: Sirigu, Jallet, Sakho, Alex, Maxwell, Verratti, Matuidi, Lucas, Pastore, Lavezzi, Ibrahimovic.

PRONOSTICO: 1-1