Inghilterra-Italia, equilibrio da “under”

Italia

Italia protagonista dell’ultimo quarto di finale di Euro 2012. La sfida contro l’Inghilterra parte sotto il segno dell’equilibrio, statistiche e tattiche di gioco fanno prevedere una partita avara di gol. Sarà così?

INGHILTERRA – ITALIA | ore 20:45

Fin qui l’Italia ha fatto registrare soltanto segni “under”, tre su tre, mentre l’Inghilterra ne ha collezionati due su altrettante partite, e a fare eccezione è stata soltanto la gara vinta in rimonta 3-2 contro la Svezia. Per gli azzurri non si tratta certo di una novità. La squadra di Cesare Prandelli si è presentata a questo Europeo come la meno battuta nei gironi di qualificazione, con appena due gol al passivo. L’Inghilterra, che grazie a Capello ha riscoperto l’importanza della difesa, con Hodgson ha addirittura reso il suo atteggiamento tattico ancora più guardingo. In fase di non possesso palla solo Rooney resta al di là della linea del pallone, tutti gli altri retrocedono a protezione di Hart, finalmente un portiere affidabile dopo i tanti disastri delle passate campagne europee e mondiali. L’Italia dovrà fare attenzione a Rooney, naturalmente, ma anche al gioco che viaggia sulle fasce, perché è da lì che sono nati quasi tutti i gol dell’Inghilterra. Per questo motivo Prandelli dovrebbe confermare la difesa a quattro, memore di quanto successo con la Croazia quando la retroguardia a tre si trovava un po’ scoperta ai lati quando Giaccherini e Maggio non riuscivano a tornare in tempo. Il gol di Mandzukic su cross di Strinic è proprio lo scenario che Prandelli vuole evitare. Tutti e due gli allenatori baderanno alle mosse difensive per non prenderle. De Rossi dovrà tenere d’occhio Gerrard, Parker seguirà come un’ombra Pirlo. L’Inghilterra è così prudente da accompagnare poco la fase offensiva, tanto da aver effettuato fin qui appena 23 tiri verso la porta avversaria contro i 36 dell’Italia, ma con una percentuale realizzativa di gran lunga maggiore.

Si prospetta per questo motivo un match bloccato, soprattutto in avvio. L’under è il segno più probabile, c’è il pareggio in alternativa.

# gratuito di 5 euro senza versamento offerto da Paddypower e # su Inghilterra-Italia! Paddy Power rimborserà tutte le scommesse singole perdenti relative al Primo Marcatore, Risultato Esatto, Parziale 1° Tempo/Finale della partita Inghilterra – Francia qualora Wayne Rooney segnasse durante i tempi regolamentari della partita.

#

PRECEDENTI E STATISTICHE
Sono 22 i precedenti assoluti tra Italia e Inghilterra (1 nella fasi finali Europee, 1 alle fasi finali Mondiali, 4 nelle qualificazioni ai Mondiali, 3 in altri tornei ufficiali e 13 in amichevole) con bilancio di 7 successi dell’Inghilterra, 6 pareggi e 9 vittorie dell’Italia. L’ultima sfida risale al 27 marzo 2002 quando, in amichevole, l’Italia si impose 2-1 a Leeds con doppietta di Vincenzo Montella, un gol dei quali segnato su rigore. Esiste un solo precedente tra le due nazionali in fasi finali degli Europei: il 15 giugno 1980, nella seconda giornata della fase a gironi dell’edizione italiana, gli azzurri si imposero per 1-0 con gol decisivo di Tardelli al 78′.

L’ARBITRO
Pedro Proenca è internazionale dal 2003. Il fischietto lusitano, alla terza presenza nella kermesse dopo Spagna-Irlanda 4-0 e Svezia-Francia 2-0, eguaglia così il primato di Melo Pereira, finora unico arbitro portoghese ad aver diretto 3 incontri in fasi finali europee, tutti nel 2000. Proenca, reduce anche dalla finalissima di Champions del 19 maggio scorso tra Bayern Monaco e Chelsea, vinta dai londinesi ai rigori, vanta 2 precedenti con la nazionale italiana maggiore: 2-1 sul Montenegro a Lecce il 15 novembre 2008 nelle qualificazioni ai Mondiali di Sudafrica 2010 e 1-1 in Serbia il 7 ottobre scorso, nelle qualificazioni ad Euro 2012. Proenca sarà invece al debutto con la nazionale maggiore inglese.

POSSESSO PALLA
L’Italia in questa gara proverà a fare valere quello che è stato il suo gioco soprattutto nel corso della fase di qualificazione, basato molto sul possesso palla. Che comunque ha visto gli azzurri vincenti sia con Croazia che Irlanda, mantenendosi comunque su buoni livelli contro la Spagna regina in questo tipo di gioco. L’Inghilterra di Hodgson invece lascia fare agli avversari non perdendo mai però l’occasioni di ripartire quando possibile. Solo con la Svezia, in cui c’era da rimontare il risultato, c’è stato un possesso palla maggiore ma di appena due punti in percentuale, mentre con Francia e Ucraina non c’è stato confronto. Per questo motivo gli azzurri dovrebbero prevalere.

PRONOSTICO: POSSESSO PALLA ITALIA • [ 1.50, # ]


Le probabili formazioni:
INGHILTERRA: Hart, Johnson, Terry, Lescott, A. Cole, Milner, Gerrard, Parker, Young, Rooney, Welbeck.
ITALIA: Buffon, Abate, Barzagli, Bonucci, Balzaretti, De Rossi, Pirlo, Marchisio, Montolivo, Cassano, Balotelli.

PRONOSTICI: UNDER • [ 1.50, # ] – X • [ 3.10, # ]