Sainz distrutto: ormai non ne può più

Sainz distrutto, il futuro del ferrarista mette tutti sulle spine dentro al Circus. Ecco le parole del collega che lo prende di mira

Una cosa è sicuro: Carlos Sainz il prossimo anno non correrà più con la Ferrari. Dalle parti di Maranello come sappiamo hanno deciso di ingaggiare Lewis Hamilton e affiancarlo a Leclerc. E lo spagnolo è in cerca di una nuova squadra per l’anno prossimo.

Sainz distrutto
Sainz (Lapresse) – Ilveggente.it

Di offerte senza dubbio gliene sono arrivate. E questo mette a rischio anche altri piloti che sono in attesa di capire il proprio futuro. Insomma, c’è tensione, non solo in pista dove nell’ultimo periodo non stanno mancando i fraintendimenti, ma anche al paddock. Tutti che cercano di capire quelle che saranno le intenzioni di Carlos per il prossimo anno. E a svelare questo sentimento non così sereno ci ha pensato uno dei piloti che rischia.

Sainz distrutto, le parole di Zhou

Quello che deciderà Sainz condizionerà il futuro di qualche pilota. Dai più esperti e promettenti come Valtteri Bottas e Esteban Ocon e fino ad arrivare a Guanyu Zhou. Ed è proprio quest’ultimo che a Silvertsone, in una delle prime conferenza stampa del weekend che si chiuderà questo pomeriggio con la gara, se l’è presa appunto con lo spagnolo, non mandandogliele a dire.

Le parole di Zhou
Zhou (Lapresse) – Ilveggente.it

“Mi sembra molto difficile capire questa attesa di Sainz onestamente. Decidere non è così difficile. Non sta scegliendo tra team da mondiale, ma sono tutti team di metà classifica. Noi stiamo aspettando mentre lui pensa, pensa pensa“. Parole nette, chiare, che non hanno bisogno di interpretazioni quelle che sono state riportate dal portale f1-news.eu. Zhou quasi sicuramente, anzi il quasi lo toglieremmo proprio da questo discorso, si è fatto avanti, mettendoci la faccia, e parlando anche per i colleghi che sono inseriti in questa girandola e che rischiano il posto per il prossimo anno. Insomma, un Sainz che in attesa di capire il suo futuro mette a rischio anche quello degli altri. Ma la sensazione è che ormai una decisione arriverà presto. O almeno così sperano i suoi colleghi.

Gestione cookie