Scandalo scommesse: cosa rischiano il Bari e Bellomo

Scandalo scommesse, cosa rischia il Bari e Bellomo che è sotto indagine da parte della procura federale dopo il cartellino rosso nella finale playout. Tutto svelato

Uno scandalo scoppiato un poco di giorni fa che continua giustamente a fare discutere. Parliamo del cartellino rosso che si è beccato Bellomo durante il playout contro la Ternana quando la sua squadra, il Bari, era avanti tre a zero.

Scandalo scommesse: cosa rischiano il Bari e Bellomo
Bellomo (Lapresse) – Ilveggente.it

Un litigio con un raccattapalle aveva portato all’espulsione che, stando alle informazioni che sono circolate nei giorni scorsi, era quotato a ben 24 volte la posta. La procura federale ha aperto un’inchiesta mentre, adesso, si cerca di capire quali potrebbero essere i provvedimenti nei confronti del giocatore e del club pugliese. A parlare, intercettato da TuttoBari.com, ci ha pensato l’avvocato Paco D’Onofrio. Che ha spiegato, per filo e per segno, quello che potrebbe succedere nel corso delle prossime settimane. E non è una bella situazione per i galletti. Ma andiamo a vedere insieme la situazione.

Scandalo scommesse, le parole dell’avvocato

Il codice di giustizia sportiva prevede non soltanto una sanzione per il caso in cui un tesserato effettuasse una scommessa su una partita di calcio, ma anche l’ipotesi più grave consistente nell’aver direttamente contribuito alla realizzazione dell’evento oggetto della scommessa, con atti diretti ad alterare il normale svolgimento della competizione.

Scandalo scommesse: cosa rischiano il Bari e Bellomo
Bellomo (Lapresse) – Ilveggente.it

“In questi casi, le sanzioni sono particolarmente severe, consistendo in mesi/anni di squalifica per il tesserato direttamente coinvolto e punti di penalizzazione per la società con la quale è tesserato, a titolo di responsabilità oggettiva, ai sensi dell’art.30 CGS FIGC. Le sanzioni non dovrebbero ricadere nella stagione in corso, perché si conclude prima di un’eventuale sentenza“. Insomma, il tutto potrebbe essere rimandato all’anno prossimo. Non sappiamo come andrà a finire, ma di una cosa siamo certi: sin dall’inizio questa espulsione è stata, diciamo, anomala. E la procura federale ha deciso di vederci chiaro pochi giorni dopo la conclusione dei playout che hanno portato alla salvezza della squadra del presidente De Laurentiis che si è imposta in trasferta. Vedremo ovviamente quali saranno le decisioni prese e se Bellomo uscirà pulito o meno da questa difficile situazione che si è venuta a creare. 

Impostazioni privacy