Nadal l’ha fatto davvero: incredulità al Roland Garros

Nadal lo ha fatto davvero: prima dell’incontro contro Zverev il campione spagnolo ha fatto una richiesta particolare agli organizzatori del Roland Garros. Ecco quale

Rafa Nadal è uno degli sportivi più importanti del mondo. Non solo del tennis: conosciuto dai tifosi di tutti gli sport, potrebbe anche dire addio alla fine di questo 2024 anche se, nel corso dell’ultima conferenza stampa, così come vi abbiamo riportato prima, ha lasciato la porta aperta per il futuro.

Nadal l'ha fatto davvero: incredulità al Roland Garros
Nadal (Lapresse) – Ilveggente.it

Un campione a tutto tondo, uno che sposta gli equilibri, uno che verrà sempre ricordato dagli amanti del tennis e non solo. Poi, in Italia, ha sempre avuto un affetto pazzesco e lo abbiamo visto nel corso degli ultimi Internazionali, dopo l’eliminazione, quando una marea umana la ho omaggiato con il giusto applauso a chi ha trionfato parecchie volte nella capitale. Insomma, di aggettivi per descrivere quello che è stato non ce ne stanno più. Ma qui parliamo di un’altra cosa, di una richiesta particolare che il maiorchino ha fatto agli organizzatori del secondo slam della stagione, il Roland Garros in corso di svolgimento a Parigi.

Nadal, ecco la richiesta

Sorteggiato al primo turno con Zverev, e diciamo che poteva andare decisamente meglio, Nadal – secondo le informazioni che sono state riportate da l’Equipe – avrebbe fatto una particolare richiesta ai francesi.

Nadal l'ha fatto davvero: incredulità al Roland Garros
Zverev (Lapresse) – Ilveggente.it

Lui, insieme al suo entourage, avrebbe richiesto agli organizzatori del torno di non disputare la sfida nella sessione notturna. In una gara di questo tipo, le condizioni potrebbero fare in un certo senso la differenza e un po’ tutti sono a conoscenza di come il gioco dell’ex numero uno al mondo sia più efficace con il sole ancora presente in cielo. Particolare, senza dubbio, anche perché il caldo in questo momento inizia ad essere asfissiante soprattutto in alcune ore della giornata. Ma Nadal conosce meglio di tutti, e ci mancherebbe, il suo corpo e le sue possibilità. Conosce quello che può dare in un determinato momento e sa benissimo quello che riesce a esprimere quando c’è il sole o meno.

Impostazioni privacy