Gratta e vinci, non è una coincidenza: se ne trovi una, è fatta

Gratta e vinci, potrebbe non trattarsi di una semplice coincidenza: basta trovarne una così e il gioco è fatto.

Quale che sia il gioco per il quale decidiamo di optare, sappiamo bene che le probabilità di centrare il jackpot sono ridotte al lumicino. Nulla vieta, in ogni caso, di provarci. Anzi, forse è proprio questa profondissima incertezza a rendere così affascinanti certi giochi giochi e certe Lotterie e a spingere sempre più persone a cercare fortuna in essi.

Gratta e vinci, non è una coincidenza: se ne trovi una, è fatta
Pixabay

Alla Lotteria che ha reso ricco l’uomo del quale stiamo per parlarvi, ad esempio, solo 1 persona su 612mila può potenzialmente centrare la vincita più alta. Molte altre possono ambire ai premi minori, ma anche in quel caso non è così scontato che si vinca e che si riesca a portare a casa una cifra importante. Timothy Clougherty, in barba alla statistica e al calcolo delle probabilità, ci è riuscito. In una maniera molto “originale” e diversa dal solito, come se non bastasse.

Quando quest’uomo della contea di Accomack, nello Stato della Virginia, si è recato nei giorni scorsi per comprare un Gratta e vinci presso il suo punto vendita di fiducia, si è imbattuto in un oggetto che ha finito con lo stravolgere completamente il corso degli eventi. Qualcosa che, a suo avviso, ha condizionato quella giornata in maniera decisiva.

Gratta e vinci, un penny fortunato e tutto è cambiato

Dopo aver comprato il biglietto, ha fatto ritorno all’auto che aveva posteggiato nello spazio antistante al punto vendita in questione e ha visto che per terra, sull’asfalto, c’era un penny. Si è chinato per raccogliere la monetina e l’ha usata per grattare la patina argentata dal tagliando che aveva appena acquistato.

Gratta e vinci, non è una coincidenza: se ne trovi una, è fatta
Pixabay

La sorpresa che si è materializzata davanti ai suoi occhi è stata sconcertante. Il biglietto conteneva un premio pari a 1 milione e 28mila dollari sotto forma di rendita mensile. Da questo momento in poi, e per i prossimi 10 anni, incasserà 10mila dollari al mese, ma c’è di più: Clougherty è certo che quel penny fosse fortunato e che sia merito della monetina se ha vinto uno dei tre premi più alti in palio a quella Lotteria istantanea.

“Ci è voluta una settimana per iniziare davvero a realizzare”, ha raccontato ai funzionari della lotteria quando si è recato a riscuotere la sua bella vincita. E lo crediamo bene: le probabilità di fare centro erano così basse che nessuno, incluso lui, avrebbe mai realmente pensato di poter vincere un premio del genere.

Impostazioni privacy