L’annuncio scuote la F1: “Arriva al posto di Verstappen”

L’annuncio scuote – e risolleva anche – il mondo della Formula Uno. A darlo è direttamente il CEO del Circus Stefano Domenicali. Ecco le sue parole che lasciano speranza

L’annuncio, è evidente, scuote il Mondo della Formula Uno. Ma non solo, lo risolleva. Perché sì, parliamo di Max Verstappen che dal 2022 a questa parte ha vinto oltre il 70% delle gare del Circus. E quindi la noia, in alcune situazioni, ha preso il sopravvento.

L'annuncio scuote la F1: "Arriva al posto di Verstappen"
Verstappen (Lapresse) – Ilveggente.it

Però, stando alle parole del presidente e CEO, appunto, della F1, Stefano Domenicali, il dominio della Red Bull potrebbe anche finire presto. Ne ha parlato a Espn, sottolineando come l’era del pilota olandese, che ha vinto 4 volte su 6 in questa stagione e che si avvia a prendersi il quarto titolo di fila, potrebbe anche finire presto. I segnali, stando alle parole di Domenicali, ci sarebbero davvero tutti. E devono essere interpretati con il giusto peso. Ma andiamo a leggere insieme, adesso, quelle che sono state le sue dichiarazioni.

Presto finirà l’era Verstappen

“Credo sia giusto dire che non stiamo producendo un risultato falso, perché qualcuno sta facendo meglio degli altri – ha dichiarato – ma non è questo l’obiettivo dello sport. La Formula 1 ha vissuto cicli in cui abbiamo avuto grandi piloti che hanno vinto per molti anni, uno dopo l’altro, ma questo non è un fattore che non attira la gente. C’è anche il fatto che se ci sono troppe gare vinte, allora non si riesce a battere la leggenda. Quindi dobbiamo rispettare il fatto che finora Max è stato il miglior pilota, e presto, forse, ci sarà qualcuno che prenderà quel posto“. Ed è proprio questa ultima frase che stuzzica tutti.

L'annuncio scuote la F1: "Arriva al posto di Verstappen"
Domenicali (Lapresse) – Ilveggente.it

E allora ecco che Domenicali spiega ai tifosi di questo sport di non mollare. Di tenere duro e fare passare questo momento. “Questi tifosi sono molto, molto pochi direi – ha aggiunto, riferendosi al fatto che si parla di noi – siamo in enorme crescita in tutto il mondo, quindi penso che siano un numero molto limitato. Dovrebbero rimanere concentrati sul nostro sport, perché ci sono grandi, grandi cose in corso. Tutte le auto sono molto vicine, e può sempre accadere qualsiasi cosa in ogni momento. Quindi consiglio loro di rimanere con noi“.

Impostazioni privacy