Ora è finita davvero, ufficiale: addio Charles Leclerc

Ora è davvero finita: il saluto è ufficiale. Lo ha fatto Leclerc, dopo che la Ferrari ha deciso di dare uno scossone al proprio muretto. Ecco quello che è successo

Aria di cambiamento, forte aria di cambiamento. E le notizie sono ufficiali, quindi la Ferrari ha voglia di dare una sterzata alla propria stagione. Non tanto per il Mondiale piloti, quello sembra già indirizzato verso Max Verstappen che rimane un cannibale (ma non come lo scorso anno), ma soprattutto per quello costruttori. Che ha un enorme valore.

Ora è finita davvero, ufficiale: addio Charles Leclerc
Leclerc (Lapresse) – Ilveggente.it

Un addio ufficiale alla scuderia del cavallino rampante. Infatti da un paio di giorno Xavi Marcos non è più l’ingegnere di pista di Leclerc. A partire dalla prossima gara, quella in Emilia Romagna sul circuito di Imola, il pilota monegasco avrà in cuffia Bryan Bozzi, con la coppia che sta cercando di trovare le giuste soluzioni in questi giorni a Fiorano, dove la Ferrari è in pista per cercare di trovare il giusto assetto per il campionato, e per dare ovviamente gli aggiornamenti che servono per essere competitivi.

Addio a Xavi Marcos, il saluto di Leclerc

Leclerc ha lavorato con Xavi Marcos sin dal suo primo giorno in Ferrari, era il 2019. E il pilota ha deciso di salutarlo in questo modo, con un toccante post su Instagram: “Grazie mille di tutto Xavi. Sono tanti anni che lavoriamo insieme, la mia prima pole, la mia prima vittoria e il mio primo anno in Ferrari sono stati al tuo fianco e hai sempre tirato fuori il meglio di me spingendo al massimo, indipendentemente dalla situazione in cui ci trovavamo. Grazie di tutto e in bocca al lupo per le tue nuove avventure future”.

Ora è finita davvero, ufficiale: addio Charles Leclerc
Leclerc (Lapresse) – Ilveggente.it

Tutto rose e fiori? No, non è così. Perché nel corso di questi anni e tutti ce li ricordiamo ci sono stati degli episodi che hanno sicuramente penalizzato Leclerc durante le gare. Un anno fa Charles dovette retrocedere di tre posizioni sulla griglia del Gran Premio di Monaco, dopo aver centrato il terzo tempo durante le qualifiche, per un impeding a dir poco evitabile nei confronti di Lando Norris. Ci sono stati poi altri episodi che hanno spinto la Ferrari ad accelerare questa presa di posizione. E adesso l’addio si è consumato. Rimane il percorso fatto fino al momento. Ma dentro la Rossa è l’alba di un nuovo inizio. E si spera con delle vittorie.

Impostazioni privacy