Formazioni ufficiali Roma-Fiorentina: pronostico marcatori, ammoniti e tiratori

Roma-Fiorentina, le formazioni ufficiali: pronostico marcatori, ammoniti e tiratori della sfida in programma allo Stadio Olimpico.

Un appuntamento dal sapore d’Europa quello in programma allo Stadio Olimpico tra Roma e Fiorentina. Tutto pronto per il confronto tra i giallorossi e i Viola, che tanto potrebbe dire sulle reali ambizioni della compagine di José Mourinho di ambire ad un posto nell’Europa che conta. Reduce dal sofferto successo ottenuto in Coppa Italia contro il Parma, anche la Fiorentina di Vincenzo Italiano è a caccia di nuove certezze. Ecco le scelte dei due allenatori:

Formazioni ufficiali Roma-Fiorentina: pronostico marcatori, ammoniti e tiratori
Roma-Fiorentina (LaPresse) – IlVeggente.it

ROMA (3-5-2): Rui Patricio; Mancini, Llorente, Ndicka; Kristensen, Cristante, Paredes, Pellegrini, Zalewski; Dybala, Lukaku.

FIORENTINA (4-2-3-1) Terracciano; Kayode, Ranieri, Quarta, Biraghi; Arthur, Duncan; Kouamé, Bonaventura, Ikoné; Nzola.

Roma-Fiorentina, il pronostico marcatori

Romelu Lukaku marcatore. Sembrano esserci tutte le carte in regola per assistere almeno ad una rete di Big Rom. La Fiorentina proverà a non snaturare il proprio credo tattico fatto di pressing alto e aggressività sui portatori di palla avversari. Laddove gli ospiti non dovessero prendere in mano le redini del centrocampo, però, i giallorossi potrebbero sfruttare le loro armi letali nel gioco verticale e sorprendere la non irresistibile retroguardia di Vincenzo Italiano. Le folate del bomber belga, a secco in campionato da diverse settimane, potrebbero fare il resto. Lukaku marcatore è un’opzione da prendere assolutamente in considerazione.

Probabili ammoniti e tiratori di Roma-Fiorentina

Occasioni e pericoli non dovrebbero mancare in una partita che si preannuncia tutt’altro che monotona. Del resto, entrambe le compagini hanno centrocampisti molto bravi dalla media-lunga distanza. Tra questi, occhio a due nomi in particolare: ci stiamo riferendo a Jack Bonaventura e a Lorenzo Pellegrini, abili a rifinire il gioco ma anche a capitalizzarlo con inserimenti importanti. Entrambi i centrocampisti dovrebbero scagliare almeno una conclusione ciascuno nello specchio di porta avversario. Piacciono anche le opzioni Cristante ed Ikoné; per i più temerari, invece, occhio alla candidatura di Biraghi, un vero e proprio fattore nelle situazioni di calcio da fermo. 

Si prospetta infine una partita molto maschia. Non dovrebbero mancare interruzioni e situazioni oltre i limiti. Rischiano di finire sul taccuino del direttore di gara Paredes, Mancini, Quarta e Ranieri, non sempre puliti nelle loro letture e spesso “funambolici” all’indirizzo dei diretti marcatori.

Impostazioni privacy