Atp Finals, quante papere in diretta: si salvi chi può

Atp Finals, ai piedi della Mole ne stanno succedendo proprio di tutti i colori. Impossibile non notarlo: è un vizio.

Siamo quasi al giro di boa e, almeno finora, le Nitto Atp Finals 2023 non hanno minimamente deluso le aspettative. I colpi di scena sin qui non sono certamente mancati e l’atmosfera, come ampiamente prevedibile, è tanto tesa quanto magica. Perché magico è, come dicono gli stessi tennisti in gara, il pubblico di Torino.

Atp Finals, quante papere in diretta: si salvi chi può
Il Pala Alpitour (AnsaFoto) – ilveggente.it

Il Pala Alpitour è in festa e questo contribuisce a far sì che il torneo dei Maestri sia irripetibile come lo è sempre stato. Le risate, le ovazioni, il brivido degli scambi, le conferenze stampa all’insegna dell’allegria. Ai piedi della Mole ne stanno succedendo talmente tante che anche questa edizione, statene pur certi, passerà alla storia. Anche perché nulla, almeno per il momento, sta andando come pronosticato. Il secondo favorito per la vittoria, Carlos Alcaraz, tanto per dirne una, ha perso il suo primo match contro Alexander Zverev. E il tedesco, dal canto suo, giusto per non farci mancare niente, ci ha fatto sudare freddo.

Sascha è caduto nello stesso modo in cui cadde, a giugno 2022, durante il Roland Garros. Per fortuna è andata bene e non si è fatto male, ma alzi la mano chi non ha temuto, anche solo per una frazione di secondo, che la storia si stesse ripetendo. E poi, com’è giusto che sia in occasioni del genere, non stanno mancando neanche le papere.

Atp Finals, non ne azzeccano una: epic fail alla terza

Di nomi storpiati ne sa qualcosa Jannik Sinner, che ogni giorno, o quasi, vede il suo scritto nei modi più impensabili. A volte è Yannick, altre è Jannick; solo di tanto in tanto viene chiamato con il nome giusto, quello che mamma Siglinde e papà Hanspeter hanno scelto per lui.


Stavolta, tuttavia, per quanto la cosa sia sorprendente, l’altoatesino è stato graziato. Sotto la scure degli “storpianome sono però finiti altri due suoi colleghi. Non è passato inosservato, infatti, l’epic fail di Rai 2, che nell’introduzione al servizio dedicato alla seconda giornata delle Nitto Atp Finals 2023 non ne ha azzeccata una. Carlos Alcaraz è improvvisamente diventato Alcatraz, mentre Zverev si è trasformato in un improbabile Zvederez, che sembra una crasi – ben riuscita, ammettiamolo – tra il suo cognome e quello del re assoluto, ossia Federer.

Pensate sia finita qui? No. Quando le telecamere di Rai2 – ma allora è un vizio? – hanno inquadrato la tennista Paula Badosa, durante l’incontro tra Jannik Sinner e Stefanos Tsitsipas, il cronista Marco Fiocchetti è “scivolato”. “Questa qua è la Badescu – ha detto – Paola Badescu, la fidanzata di Tsitsipas“. Da spagnola a rumena nel tempo di un’inquadratura.

Impostazioni privacy