Juventus, il tecnico della prossima stagione: “Di nuovo Allegri o Paulo Sousa”

Chi al posto di Allegri alla Juventus l’anno prossimo? Giovanni Cobolli Gigli, ex presidente dei bianconeri, punta di nuovo su Allegri, o in alternativa su Paulo Sousa.

Giovanni Cobolli Gigli è intervenuto ai microfoni di calciomercato.it, in onda sul canale Twitch TVPLAY, per parlare della sua amata Juventus. L’ex presidente ha dichiarato che la Juventus potrebbe rinunciare ad Angel Di Maria. “L’argentino non regge un’intera stagione. E bisogna far meno anche di Pogba, che si è rivelato un investimento sbagliato. Cercherei di tenere Rabiot al pari di tutti gli altri, lascerei andare anche Paredes”.

Allegri: potrebbe arrivare Sousa come sostituto? Www.ilveggente.it
Paulo Sousa (LaPresse) – interlive.it

Poi Cobolli Gigli è tornato a parlare di CONI. “Ferrero come presidente è molto diverso dal suo predecessore. Sulla sentenza del CONI voglio fare una battuta: mi ha ricordato Ponzio Pilato che se ne lavò le mani. Il suo non decidere mi ha stupito. Rimandare di nuovo tutto vuol dire dare la possibilità ad una persona di correggere un errore”.

Poi l’intervistato ha parlato anche di Allegri e di un possibile interesse della Juve nei confronti di Paulo Sousa, attualmente tecnico della Salernitana. “La Juventus in gare del genere riesce a tirare fuori gli attributi, la fiducia nella Juve è infinita. Al di là dei risultati, il gioco espresso non è mai stato entusiasmante. Mi basterebbe in ogni caso vincere anche all’ultimo minuto con un goal in fuorigioco. Io sono conservatore, e Allegri credo che abbia fatto bene. Ha provato ad amalgamare la squadra“.

Cobolli Gigli: “Allegri da tenere, ma occhio a Paulo Sousa

Certo, Allegri non è come Sarri per gioco espresso, e lo sappiamo tutti”, ha continuato l’ex presidente bianconero. “Mi tengo stretto Allegri e guardo da lontano Sarri. Dobbiamo aspettare la fine di questi eventi. Se riesce a chiudere al secondo posto, vince la Coppa Italia e l’Europa League, non avrei dubbi sul confermare Allegri“.

Allegri, conferma o esonero? - www.ilveggente.it
Allegri (LaPresse)

Se però Massimiliano Allegri non dovesse riuscirci, allora sarebbe meglio puntare su qualche allenatore giovane, magari un italiano. Mi piace Allegri ma mi è sempre piaciuto anche Paulo Sousa, che ha alzato la qualità di gioco della Salernitana. Potrebbe essere un nome interessante per la Juventus”.

Fondamentale per la Juve sarà dunque la sfida con l’Inter in Coppa Italia e poi la semifinale di Europa League. Il tecnico juventino sembra molto nervoso ultimamente: la lite con Paredes, le frizioni con Spalletti, le polemiche con i giornalisti e le altre reazioni poco costumate delle ultime settimane lasciano pensare che Allegri sia stato molto provato da questi mesi di difficoltà societaria.