Donnarumma, PSG senza pace: non doveva farlo, reazione furiosa

Donnarumma, al Psg non c’è pace: non doveva farlo: reazione furiosa da parte del capitano dei francesi. Tutto quello che è successo

Stasera il Psg gioca contro il Bayern Monaco in Champions League. Ma dentro il club parigino tiene sicuramente banco il momento della squadra, eliminata dalla Coppa di Francia e che in Ligue 1 ha perso contro il Monaco nell’ultimo turno di campionato.

Donnarumma, PSG senza pace: non doveva farlo, reazione furiosa
Donnarumma ©️LaPresse

Senza dimenticare la faida interna che sta vedendo protagonisti i francesi, alle prese con i malumori di Mbappé – che a quanto pare, nonostante un contratto ultramilionario non si sente abbastanza prima donna – e che potrebbe sfociare in un addio di Messi e Neymar alla fine della stagione. Con il primo in scadenza che potrebbe andare in Arabia per un contratto faraonico che potrebbe anche essere superiore a quello di Cristiano Ronaldo, e con il secondo che invece starebbe cercando, secondo le informazioni che arrivano dall’Inghilterra, una via d’uscita a questa situazione. Insomma, momento delicatissimo a poche ore dagli ottavi di finale della massima competizione europea.

Donnarumma, anche lui nel mirino

E, in tutto questo, in un continuo turbinio di notizie non di certo positive, c’è anche l’attacco a Donnarumma, fatto da chi sta cercando di calmare la situazione, vale a dire Marquinhos, il capitano dei parigini ex Roma che sembra essere quello con un poco di testa sulle spalle.

Donnarumma, PSG senza pace: non doveva farlo, reazione furiosa
Donnarumma e Marquinhos ©️LaPresse

Se all’interno dello spogliatoio, per quanto riguarda le altre situazioni che si sono venute a creare, Marquinhos ha cercato di mettere pace come un capitano deve fare, non le avrebbe mandare a dire secondo quanto scritto da l’Equipe a Donnarumma che alla fine della sfida persa nel Principato si è intrattenuto con i tifosi del Psg inviperiti per la situazione. “Non lo doveva fare” in poche parole sarebbe stato il discorso del capitano francese, che se l’è presa con l’atteggiamento del portiere italiano che secondo lui doveva fat rientro in maniera immediata nello spogliatoio. Insomma, un’altra situazione non tranquilla, un’altra situazione che potrebbe avere delle ripercussioni anche nei prossimi mesi. Un repulisti, dentro il Psg, sembrala soluzione più logica a tutto quello che sta succedendo.